Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Telefono Rosa, il Ministro Severino e la versione di genere del Tribunale della Famiglia

Cronache dai tribunali


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Telefono Rosa, il Ministro Severino e la versione di genere del Tribunale della Famiglia
Il ministro Paola Severino

28/02/2012 - 12.33

Quelli di Telefono Rosa avranno pensato che il Ministro della Giustizia, in quanto donna, prendesse sul serio tutto quanto sia fregiato del colore femminile per eccellenza. E la Severino ha colto subito l'amo, impegnandosi ad esaminare la questione pluridecennale del tribunale della famiglia con particolare riferimento alla violenza domestica.

Sul questo fenomeno si favoleggia da tempo con percentuali da capogiro (il 95% delle violenze rimangono non denunciate) che metterebbero gli uomini italici al primo posto nella speciale classifica della violenza di genere. Più dei talebani di prima generazione, quelli che potevano pestare a sangue le proprie donne ree anche di aver semplicemente tolto il burka da dietro la finestra di casa.  Si sottace del tutto, invece sulla violenza che moltissimi uomini ricevono dentro le mura di casa, si fa finta di non conoscere gli episodi di bullismo rosa - provate ad informarvi con un insegnante di scuola media - che fanno presagire un futuro poco rassicurante per tutti, uomini e donne. Si chiude nei cassetti della disinformazione la percentuale tutt'altro che trascurabile (23%) degli episodi di stalking commessi dalle donne. Insomma, il solito annuncio di genere, che nulla ottiene e nulla risolve. Anche in questa tornata governativa, infatti, quella del tribunale della famiglia sarà la solita bufala che, in questo caso, serve da compromesso per altri equilibri.

Però, da un ministro tecnico ipoteticamente "libero" da lacci e lacciuoli, ci saremmo aspettati di più. Ammantata di buoni propositi (la violenza domestica esiste !), quella di Telefono Rosa è una iniziativa discutibile e settaria, perchè cerca di spostare l'attenzione del problema dai bambini e dalle famiglie - queste dovrebbero essere la guida per un ministero che si occupa di giustizia familiare - ad uno solo dei genitori, erroneamente considerato ancora "la parte più debole".  

A pensarci bene, non si tratta della solita questione maschile/femminile. Francamente, di fronte alle rassicurazioni "rosa" di un ministro che svolge la funzione per tutti gli italiani (uomini compresi), preferiamo quanto affermato dalla vice capo Dipartimento Dap del Ministero della Giustizia, Simonetta Matone, secondo la quale "uno degli ostacoli principali a un accorpamento delle competenze sui reati che riguardano la famiglia e' rappresentato dalla "potente lobby dei giudici minorili. Il Tribunale per la famiglia, infatti - ha detto - comporterebbe la scomparsa di questi giudici. Forse e' arrivato il momento di sedersi attorno a un tavolo e decidere cosa fare" .


Fonte: Redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia Ŕ stata letta 2572 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


I disegni di legge sul Condiviso in vista del testo unificato: dopo il boicottaggio dei giudici, quello della politica

di ALESSIO CARDINALE - Di recente, l’on. Spadafora ha annunciato, attirandosi le ire dei genitori...

07/04/2019 - 07:58
I disegni di legge sul Condiviso in vista del testo unificato: dopo il boicottaggio dei giudici, quello della politica

Impedimento doloso alla cura filiale. Un proto-reato di cui il Parlamento deve farsi carico con urgenza

Nel corso degli ultimi dieci anni, il tema della protezione dei soggetti più deboli ha ricevuto nel...

15/09/2018 - 02:01
Impedimento doloso alla cura filiale. Un proto-reato di cui il Parlamento deve farsi carico con urgenza

8 Marzo ormai come il 25 Novembre: le giornate delle donne solo per alimentare un business

Illuminante il sito ANSA, dove ieri comparivano in homepage 23 (si, ventitre) notizie che hanno  a che fare con l’8 marzo, i...
09/03/2018 - 09:18
8 Marzo ormai come il 25 Novembre: le giornate delle donne solo per alimentare un business

Denunce per i c.d. reati di genere, la Procura di Bologna svela i dati: archiviate nella metÓ dei casi

Curioso autogol per la Commissione Parlamentare d’Inchiesta sul femminicidio e su ogni forma di...

25/02/2018 - 21:01
Denunce per i c.d. reati di genere, la Procura di Bologna svela i dati: archiviate nella metÓ dei casi

Giugno di sangue politicamente scorretto, regna il silenzio dei media - di Fabio Nestola

Tutte in vacanza le Cassandre? In questo torrido giugno sembra che tacciano i cori della denigrazione...

01/07/2017 - 13:59
Giugno di sangue politicamente scorretto, regna il silenzio dei media - di Fabio Nestola

Linee guida di Brindisi, Non Una Di Meno: Condiviso non sempre migliore soluzione. Antiviolenza ad ogni costo

Che l’affido condiviso non sia sempre la soluzione migliore lo dice la legge, non serve che si svegli...

31/05/2017 - 14:51
Linee guida di Brindisi, Non Una Di Meno: Condiviso non sempre migliore soluzione. Antiviolenza ad ogni costo


Le Notizie pi¨ Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 2 commenti


17.40  di marted├Č 28/02/2012
scritto da  raffaele bottacchi
Vera Giustizia, vero condiviso, vero mantenimento diretto, = meno porcherie e sicuro abbattimento percentuali stalking.
Ne sono convinto.

13.13  di marted├Č 28/02/2012
scritto da  Francesco
Io, avrei una proposta da fare, e pi├╣ precisamente,visto che ancora tutt´oggi(2012) in Italia, la parola "Famiglia" ├Ę associata esclusivamente alla madre, non lo chiamiamo "Tribunale della Famiglia", ma "Tribunale dei Figli"....


1


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti Ŕ unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilitÓ civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2021 - Codice Fiscale: 97611760584