Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Ai padri  separati di Roma forse gli alloggi popolari

Area Famiglia


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Ai padri  separati di Roma forse gli alloggi popolari

14/07/2011 - 14.22

E' stato approvato l'ordine del giorno di Roma Capitale presso il consiglio comunale di Roma che adotta nuove misure di tutela della condizione dei padri che, a seguito delle vicende legate alla separazione, i trovassero in condizioni di difficoltà economiche tali da dover ricorrere all'assistenza pubblica.

In particolare nell'ordine del giorno numero 44/2011, si legge: "rremesso che a Roma vivono circa 90 mila genitori separati in stato di forte indigenza in quanto, sebbene con un lavoro e stipendio certi, a seguito della separazione e degli obblighi derivanti nei confronti d.i ex coniuge e figli, si trovano a dover vivere mediamente con 200 - 400 euro mensili; che il genitore che subisce maggionnente i gravami economici della separazione e il padre, anche poiche i  prowedimenti giudiziari impongono di lasciare a madre e figli I 'ex casa coniugale in uso gratuito, per La quale abitazione, tuttavia, il proprietario continua a versare Ie rate necessarie all ' estinzione del mutuo, oltre a dover reperire un altro alloggio in locazione.

Esiste quindi, ma non viene considerata, una grave discordanza fra il reddito nominale e quel10 effettivamente disponibile di un padre separato. Un reddito nominaLmente dignitoso, pur se effettivamente disponibile solo in minima parte, rende inoltre inaccessibili aJcul1i amrnortizzatori sociali quali il gratuito patrocinio legale o Ie graduatorie per I'edilizia pubblica residenziale; Sottolil1eato che nel dicembre 2009 sono state realizzate da parte di Roma Capitale Ie case per i Papa Separati, con un impegno di 345 mila euro da parte dell 'AC; Sottolineato inoltre che, nonostante la lodevole quanta importante, attesa e rilevante iniziativa, il fenomeno del disagio socio - economico - ambientale di molti papa separati e in progress iva crescita, si rendono necessari ed urgenti ulteriori soluzioni ... si impegna la Giunta di Roma Capitale a voler awiare un protocollo d'intesa tra Ie strutture ricettive della Citta di Roma per verificare la possibilita di ottenere delle unita alloggiative da destinare ai papa separati in temporanee difficolta economiche ed a voler considerare, contestualmente, la possibilita di un punteggio ad hoc per i papa separati in difficoltil economiche per Ie graduatorie di accesso aile case di edilizia pubblica residenziale, equiparando la figura del papa separato in difficoltil economiche a causa di separazione a quell a della ragazza madre".

In parole povere i papà in difficoltà economiche certificate dovrebbero ottenere punteggi di graduatoria parificati a quelli delle ragazze madri per l'assegnazione di una casa popolare o, meglio di un'abitazione di edilizia pubblica residenziale.   Un'iniziativa m,eritevole e che tende e dare una rapida soluzione ad un problema che, vista la costanza dei giudici nel non applicare la legge, espandendo a vista d'occhio.


Fonte: Mauro Alcamisi

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 5346 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


Coppie LGBT: insopprimibile voglia di ostentare la propria genitorialità (surrogata)

Gay: sì alla maternità surrogata per due papà. La Corte d'Appello di...

01/03/2017 - 12:02
Coppie LGBT: insopprimibile voglia di ostentare la propria genitorialità (surrogata)

Divorzio Pitt/Jolie: dopo il digiuno, alla fine scodinzoli pure davanti alle briciole

Divorzio Jolie-Pitt: Brad Pitt può vedere i figli senza supervisione. Belle notizie...

17/02/2017 - 19:35
Divorzio Pitt/Jolie: dopo il digiuno, alla fine scodinzoli pure davanti alle briciole

RAI: sulla violenza messaggi razzisti contro gli uomini sfruttando i bambini

La propaganda antimaschile non si ferma nemmeno davanti allo sfruttamento delle immagini di minori.

25/11/2016 - 09:32
RAI: sulla violenza messaggi razzisti contro gli uomini sfruttando i bambini

Bene le unioni civili, ma vietato anteporre diritti degli adulti a quelli dei bambini

ADIANTUM (Associazione di Aderenti Nazionali per la Tutela dei Diritti dei Minori) esprime profonda...

29/01/2016 - 17:01
Bene le unioni civili, ma vietato anteporre diritti degli adulti a quelli dei bambini

In Italia prima adozione a coppia di donne. La chiamano gay, ma si dice lesbica

Il tribunale per i minorenni di Roma, ben conosciuto anche per alcuni decreti ammazza-famiglia, concede...

29/08/2014 - 16.23
In Italia prima adozione a coppia di donne. La chiamano gay, ma si dice lesbica

Passa alla Camera il doppio cognome. Tra gli evviva, anche dubbi e interrogativi

La commissione giustizia della camera ha approvato il testo del progetto di legge sul doppio cognome....

12/07/2014 - 18.51
Passa alla Camera il doppio cognome. Tra gli evviva, anche dubbi e interrogativi


Le Notizie più Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 2 commenti


12.49  di martedì 15/11/2011
scritto da  Sergio
E´ sicuramente una cosa lodevole, e dovrebbe far riflettere il fatto che sia stato necessario trovare una soluzione del genere.

Ma voglio ribadire, per l´enessima volta, che quello di donare agli uomini e padri separati un alloggio si limita ad essere quelleo che è, cioè: soltanto un palliativo.

I maschi devono lottare con determinazione per riavere I LORO FIGLI, LE LORO CASE E I LORO SOLDI. SENZA ESSERE DISPOSTI A SCENDERE PIù A NESSUN COMPROMESSO.

Dopo il divorzio gli uomini devono essere liberi e messi nelle condizioni di riprendersi in mano la loro vita... se poi le ex mogli rimangono da sole e in difficoltà a quel punto che se la sbrighino da sole, al posto di continuare a campare come parassite dipendendo sempre dai maschi e sfruttando i figli per ottenere privilegi di ogni genere. dopo il divorzio un uomo non ha più nessun dovere nei confronti della ex moglie...

18.54  di lunedì 18/07/2011
scritto da  Pino FALVELLI
Pur dovendo riconoscere l´ importanza della lodevolissima iniziativa ( per la quale vanno i dovuti pubblici ringraziamenti verso chi si è adoperato per questo risultato che, comunque, è già un risultato ) non credo che il grave "dramma sociale" dei papà separati si possa risolvere in questo modo. Per ovvi motivi, il Comune non potrà mai reperire 90.000 alloggi per far fronte alle esigenze di tutti i padri vittime del sistema delle separazioni e della malagiustizia. L´ iniziativa, quindi, resta solo "una goccia d´ acqua nell´ oceano". Ma poi, perchè non assegnare gli alloggi anche alle madri ??? Perchè devono essere comunque e sempre solo i papà a lasciare la casa coniugale ??? La soluzione al grave problema è molto più semplice di quanto si voglia farla apparire, ma nessuno, tranne i diretti interessati, la vuole per non perdere gli interessi economici-patrimoniali che ruotano intorno al sistema separazioni ( a cominciare dai taluni legali ). Basterebbe ridare ai papà separati la loro dignità, evitando di favorire in maniera cosi evidente il cosiddetto "sesso debole" che, dalle separazioni,quasi sempre, ottiene figli, CASA CONIUGALE E CONSISTENTI MANTENIMENTI ai danni dell´ ex ( UNA VERA E PROPRIA RENDITA VITALIZIA E PARASSITARIA ). Obbligare i giudici, con una nuova legge, ad assegnare la casa coniugale a chi ne è il legittimo proprietario ( se è di entrambi andrebbe divisa e/o venduta per dividerne equamente il ricavato ) ed a non riconoscere alcuna forma di mantenimento con la scusa di tuitelare i figli, sarebbe certamente la soluzione più giusta e corretta. Va da se che entrambi i genitori dovrebbero essere obbligati a mantenere i propri figli in percentuale al reddito conseguito PER LEGGE ed i tragressori dovrebbero andare incontro a pene certe e severissime. Atteso che la legge 54/2006 già prevede alcuni principi di cui sopra, ma non viene applicata, bisogerebbe completarla e migliorarla al più presto togliendo qualsiasi forma di discrezionalità per gli organi giudicanti. Chi scrive è femamente convinto, come tantissimi altri padri vittime del sistema e della malagiustizia unitamente ai propri figli, che in questo modo verrebbero eliminate moltissime conflittualità e, soprattutto, l´ incentivo a chiedere le separazioni di tipo giudiziale solo per raggiungere determinati scopi.-


1


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2021 - Codice Fiscale: 97611760584