Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Rita Bernardini e le associazioni da Fabrizio Adornato. Ancora silenzio dal Quirinale

Cronache dai tribunali


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Rita Bernardini e le associazioni da Fabrizio Adornato. Ancora silenzio dal Quirinale
Adornato con la Bernardini e le associazioni

21/03/2011 - 23.03

Sale l’attenzione attorno al caso di Fabrizio Adornato, il maresciallo capo dei Carabinieri in sciopero della fame  dal 7 marzo per protestare contro le ingiustizie subite in qualità di genitore separato.

I giornalisti di Radio Radicale, dei settimanali Oggi e Cronaca Vera, delle emittenti SKY e RAI 2 lo hanno intervistato a lungo, realizzando servizi sulla incredibile vicenda di un padre che preferisce lasciarsi morire piuttosto che rassegnarsi a vivere lontano dalla figlia.

L’On. Rita Bernardini (Radicali Italiani) ha raggiunto Fabrizio Adornato, per chiedere ulteriori dettagli oltre a quanto apparso sulla stampa e sul web. Da sempre in prima linea sul fronte della giustizia carceraria, l’On. Bernardini ha esteso il proprio impegno alle storture nelle vicende di separazioni e figli contesi.

Le interrogazioni parlamentari e le proposte di legge che ho promosso hanno innescato un tam-tam che continua ogni giorno a stupirmi: ricevo centinaia di mail da genitori separati che chiedono aiuto, messaggi che trasudano disperazione o rassegnazione, comunque un dolore che non è possibile ignorare. Un dato allarmante: il maresciallo non è certo un caso isolato, in questo settore il dramma è la normalità”.

Insieme ad ADIANTUM, FENBI, LID, GENITORI ITALIANI e ANFI l'on. Bernardini avora da settimane all’organizzazione degli Stati Generali sulla Giustizia Familiare, in programma per l’inizio di maggio. Un momento di convergenza di tutte le figure, istituzionali e non, che a vario titolo hanno un ruolo all’interno di separazioni, divorzi e cessazioni di convivenza.

Appare ormai irrevocabile una riflessione comune tra diversi saperi e diverse competenze” continua l’On. Bernardini “le separazioni conflittuali sono laceranti per l’infanzia, lo affermano tutti, ma si continua a commettere l’errore di sconfinare nelle rivendicazioni di genere, nella guerra dei sessi. Gli adulti hanno strumenti più o meno condivisibili a disposizione: chi si accanisce in tribunale, chi si rassegna ed abbandona, chi scende in piazza a gridare la propria rabbia, chi cerca il gesto eclatante per avere visibilità…i figli no, non scendono nelle strade con striscioni e megafoni, non hanno strumenti per esprimere la loro sofferenza. Ma ciò non significa che questa sofferenza non esista ”.

Anche la Lega Italiana per il Divorzio Breve ha portato a Fabrizio Adornato la solidarietà dei suoi esponenti di spicco, Alessandro Gerardi e Diego Sabatinelli. “impossibile non allinearsi agli standard di altri Paesi UE, una nuova, forte battaglia civile per il diritto di determinare liberamente le proprie scelte di vita”, hanno affermato.

Cresce anche la solidarietà del privato sociale, diverse associazioni supportano Fabrizio Adornato nelle sue rivendicazioni. Insieme al maresciallo Adornato e la Bernardini erano presenti ADIANTUM con il suo Delegato Massimo Rosselli Del Turco, FENBI con Fabio Nestola, Pino Falvelli di Genitori Separati Pomezia e Maria Bisegna dell'Associazione dei Nonni.

Nonostante la determinazione  e l'autenticità del gesto, nessun segnale è finora giunto dalla Presidenza della Repubblica al maresciallo Adornato, il quale nei giorni scorsi ha scritto a Napolitano, in qualità di suo diretto superiore, chiedendo di essere ricevuto.


Fonte: Redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia Ŕ stata letta 4556 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


I disegni di legge sul Condiviso in vista del testo unificato: dopo il boicottaggio dei giudici, quello della politica

di ALESSIO CARDINALE - Di recente, l’on. Spadafora ha annunciato, attirandosi le ire dei genitori...

07/04/2019 - 07:58
I disegni di legge sul Condiviso in vista del testo unificato: dopo il boicottaggio dei giudici, quello della politica

Impedimento doloso alla cura filiale. Un proto-reato di cui il Parlamento deve farsi carico con urgenza

Nel corso degli ultimi dieci anni, il tema della protezione dei soggetti più deboli ha ricevuto nel...

15/09/2018 - 02:01
Impedimento doloso alla cura filiale. Un proto-reato di cui il Parlamento deve farsi carico con urgenza

8 Marzo ormai come il 25 Novembre: le giornate delle donne solo per alimentare un business

Illuminante il sito ANSA, dove ieri comparivano in homepage 23 (si, ventitre) notizie che hanno  a che fare con l’8 marzo, i...
09/03/2018 - 09:18
8 Marzo ormai come il 25 Novembre: le giornate delle donne solo per alimentare un business

Denunce per i c.d. reati di genere, la Procura di Bologna svela i dati: archiviate nella metÓ dei casi

Curioso autogol per la Commissione Parlamentare d’Inchiesta sul femminicidio e su ogni forma di...

25/02/2018 - 21:01
Denunce per i c.d. reati di genere, la Procura di Bologna svela i dati: archiviate nella metÓ dei casi

Giugno di sangue politicamente scorretto, regna il silenzio dei media - di Fabio Nestola

Tutte in vacanza le Cassandre? In questo torrido giugno sembra che tacciano i cori della denigrazione...

01/07/2017 - 13:59
Giugno di sangue politicamente scorretto, regna il silenzio dei media - di Fabio Nestola

Linee guida di Brindisi, Non Una Di Meno: Condiviso non sempre migliore soluzione. Antiviolenza ad ogni costo

Che l’affido condiviso non sia sempre la soluzione migliore lo dice la legge, non serve che si svegli...

31/05/2017 - 14:51
Linee guida di Brindisi, Non Una Di Meno: Condiviso non sempre migliore soluzione. Antiviolenza ad ogni costo


Le Notizie pi¨ Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 2 commenti


09.23  di mercoled├Č 23/03/2011
scritto da  Fabio nestola
per Massimo
E´lo stesso Fabrizio Adornato ad aver chiesto di non avere un presidio stabile.
3 persone in piazza, con o senza cartelli e volantini, costituiscono a tutti gli effetti una manifestazione non autorizzata.
Fabrizio, in quanto militare, non ha chiesto (ne´ vuole che lo facciano altri) autorizzazioni alla questura.
E´ felicissimo della solidariet├á che tutti gli stanno tributando sotto mille forme, ringrazia di cuore e vorrebbe stringere la mano personalmente ad ognuno.
Per├▓ insiste nel non volere la manifestazione di piazza, per lo stesso motivo per cui non ha preso la tessera di nessuna delle associazioni che lo supportano.


14.07  di marted├Č 22/03/2011
scritto da  Massimo
perch├Ę non organizzare un presidio, una manifestazione di solidariet├á e sostegno di fabrizio ?


1


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti Ŕ unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilitÓ civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2021 - Codice Fiscale: 97611760584