Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Bimbo soffocato da una caramella. Difficile insegnare i metodi di soccorso, occorre prevenzione

News e Comunicati Stampa


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Bimbo soffocato da una caramella. Difficile insegnare i metodi di soccorso, occorre prevenzione

27/05/2010 - 19.14

Sono almeno 50 i bambini che ogni anno perdono la vita in Italia per soffocamento, come e' successo a Frosinone. Secondo Antonino Reale, responsabile del pronto soccorso del Bambino Gesu' di Roma, l'eta' piu' a rischio e' tra 1 e 4 anni, quando il bambino tende a portare tutto alla bocca e i genitori iniziano a 'fidarsi di piu'' della masticazione. Se l'oggetto o il pezzo di cibo ingeriti bloccano le vie respiratorie bastano 2-3 minuti provocare la morte.
Così è morto, la scorsa notte, il piccolo Enrico Prili, di Serrone, un centro in Provincia di Frosinone. Inutili i primi soccorsi da parte della madre e la corsa disperata di ospedale in ospedale: il bimbo è arrivato in gravissime condizioni al 'Gemelli' di Roma, dove è deceduto.

Ieri, poco dopo le 19. Enrico, a casa sua, mette in bocca una caramella. Ma qualcosa non va: il dolcetto si blocca lì, nella trachea. La mamma, Caterina, originaria di Roma, si accorge subito che il piccolo non respira. E' un'infermiera, agisce d'istinto: lo afferra e gli preme forte l'addome. Si chiama 'manovra di Heimlich', serve a liberare le vie aeree. Tutto inutile. I vicini la vedono scendere in strada, disperata, con il figlio già cianotico. Grida. Un passante si ferma, chiama il 118. Arriva l'elicottero dell'Ares.

I sanitari provano a soccorrerlo, lo intubano: lo devono portare al Gemelli di Roma, uno dei due ospedali laziali attrezzati per la rianimazione neonatale. Ma Enrico ha un arresto cardiaco, per cui l'elicottero deve fermarsi al S. Maria Goretti di Latina. Qui si riprende, ma è gravissimo. Finalmente arriva al 'Gemelli'. Sono le 23,30 circa, ed è già in coma irreversibile. Muore alle 5 del mattino, per scompenso cardiaco. Sul suo corpo sarà praticata l'autopsia.

Una tragedia che ha scosso la comunità di Serrone, e una famiglia, i Prili, già colpita duramente dalla sorte. Franco, il papà di Enrico, geometra comunale, "é un uomo sfortunato - raccontano gli zii del bambino - Anni fa perse la moglie, un aneurisma. Qualche anno dopo la giovane sorella, per una grave forma di leucemia". Aveva reagito, si era risposato con Caterina.

Avevano avuto due figli: una bimba che oggi ha cinque anni, e poi il maschietto, Enrico. "Erano una famiglia felice - spiegano ancora i parenti - I suoi figli erano la sua vita. Era tornato a sorridere. Invece, ieri sera, un'altra tragedia inaspettata, un dramma assurdo". I funerali si svolgeranno sabato alle 11, nel Comune ciociaro.

Il sindaco Maurizio Proietto ha dichiarato il lutto cittadino. "Siamo tutti sgomenti - ha commentato - e il minimo che possiamo fare è quello di dimostrare la nostra vicinanza alla famiglia per un dolore che non è paragonabile a nulla". Il sindaco ha rivolto l'invito a osservare un minuto di silenzio a mezzogiorno in uffici pubblici, negozi e in tutti i luoghi di lavoro; i commercianti abbasseranno le saracinesche. Una tragedia che colpisce, ogni anno, almeno 50 famiglie in Italia, afferma il responsabile del Pronto soccorso pediatrico del 'Bambino Gesu'' di Roma Antonino Reale.

L'età più a rischio è "tra 1 e 4 anni, quando il bambino tende a portare tutto alla bocca e i genitori iniziano a 'fidarsi di piu'' della masticazione. Se l'oggetto o il pezzo di cibo bloccano le vie respiratorie bastano 2-3 minuti senza ossigeno per provocare danni permanenti e morte". Ed essendo difficile insegnare a milioni di persone le manovre per la disostruzione delle vie aeree, l'arma migliore resta la prevenzione: mai dare ai piccoli sotto i tre anni giocattoli più piccoli di una pallina da ping pong, suggerisce Reale, e attenzione anche a pezzi di cibo troppo grossi.


Fonte: ANSA

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 4367 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


Il DDL 735 e il voltafaccia politico del M5S: 26 organizzazioni chiedono le dimissioni di Spadafora

Una nutrita schiera di associazioni e organizzazioni a tutela dei diritti civili della famiglia, a seguito...

07/04/2019 - 11:01
Il DDL 735 e il voltafaccia politico del M5S: 26 organizzazioni chiedono le dimissioni di Spadafora

DDL 735, confronto acceso nella maggioranza. Cosa bolle in pentola? E soprattutto, cosa chiede il M5S?

Il percorso del DDL Pillon in Parlamento si rivela meno facile di quanto non potesse sembrare. Anche...

15/09/2018 - 08:52
DDL 735, confronto acceso nella maggioranza. Cosa bolle in pentola? E soprattutto, cosa chiede il M5S?

Non solo Italia. In Spagna una deriva giudiziaria discrimina economicamente i mariti

Un breve articolo compare il 15 aprile sul portale Studio Cataldi, sempre molto utile per dottrina ed...

13/04/2017 - 11:08
Non solo Italia. In Spagna una deriva giudiziaria discrimina economicamente i mariti

Adiantum, Nestola in Tv su Rai2: «6 milioni di uomini vittime di violenza»

Ieri sera in prima serata su Rai 2 nella trasmissione "Nemo – nessuno escluso", il Dott....

14/04/2017 - 21:20
Adiantum, Nestola in Tv su Rai2: «6 milioni di uomini vittime di violenza»

19 Marzo, D´Auria: undici anni dal Condiviso ed ancora ostruzionismi. Cardinale: riflettiamo sul sistema

Francesco D’Auria, Segretario nazionale Adiantum, lancia un appello a tutti i genitori...

19/03/2017 - 12:20
19 Marzo, D´Auria: undici anni dal Condiviso ed ancora ostruzionismi. Cardinale: riflettiamo sul sistema

Scagliusi al Governo: modificare il trattato Aja sulle sottrazioni internazionali

Interpellanza al Presidente del Consiglio, da parte del deputato Emanuele Scagliusi (M5S) in materia di...

21/11/2016 - 15:55
Scagliusi al Governo: modificare il trattato Aja sulle sottrazioni internazionali


Le Notizie più Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


C'è 1 solo commento


14.04  di giovedì 27/10/2011
scritto da  Andrea
Salve, nulla è impossibile. Se visitate il sito della Croce Rossa Italiana o il link www.manovredisostruzionepediatriche.com dove GRATUITAMENTE si possono vedere, scaricare e divulgare le manovre salvavita. Le lezioni che la CRI propone sono gratute, contattatela e verranno nel vostro comune, nella vostra scuola per la lezione GRATUITA di disostruzione.
Saluti Andrea


1


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2019 - Codice Fiscale: 97611760584