Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

"La mia separazione e l´avvocato. una piccola-grande storia di ingiustizia tutta italiana"

Io penso che...


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


19/05/2010 - 11.21

Commento di Fabrizio Zucchelli. "Voglio raccontare un fatto personale che la dice lunga a proposito di ciò che avviene nei tribunali. L´avv. della mia ex, una potente professionista lombarda e parte molto attiva di un´ associazione altrettanto potente di donne scelte solo in un ambito di alto livello culturale, durante la guerra fattami rappresentando la mia ex per una solita causa di affido, si è permessa due cosucce molto simpatiche:

la prima di inviare una lettera raccomandata "per conoscenza" all´asilo che frequentava mio figlio dove spiattellava la mia vita privata e le mie presunte violazioni alla legge. La seconda davanti al giudice onorario del T.M. luogo dove notoriamente vengono tutelati i figli nati "more uxorio" ovvero di seconda classe.

Bene, descrivo la seconda perchè senz´altro merita attenzione, e scusate se lo faccio con la mia cultura da medio - pirla tipica italiana che spero comunque renda il contesto. Mentre il giudice mi spiegava la prassi del tribunale (che è quella che tutti conosciamo ! ), noto che il mio avv. preso in gratuito patrocinio, assume le sembianze del Bernardo dei telefilm di Zorro, e lì, capisco di essere in leggero svantaggio.

Il giudice onorario, con i suoi modi gentili, evidenzia il fatto che nel caso io non avessi trovato un accordo con la signora avrebbe affidato il bimbo ai servizi sociali. Questo è il contesto dove mi trovavo e dove stavo perdendo il rapporto stupendo che avevo con mio figlio ( per un anno e mezzo aveva passato il suo tempo metà col papà e metà con la mamma ).

Mentre discutevamo sulla mia possibilità di vedere il bimbo anche i mercoledì pomeriggio arriva la chicca dell´avv. di lei: "tanto basta che la signora dica che il bimbo è ammalato....".

Non voglio fare nessun commento ad un affermazione del genere detta davanti a un giudice da parte di un avvocato stimato, mi limito solo a raccontare una piccola-grande storia di ingiustizia tutta italiana, dove un padre viene semplicemente stritolato da un sistema dove la deontologia professionale non conta.

Ora che sono stato "normalizzato", conservo tutti i giorni il ricordo di quell´anno e mezzo dove vedevo mio figlio in un modo giusto e potevo veramente condividere con lui il quotidiano delle nostre due esistenze. Vi assicuro che un bimbo svezzato può vivere serenamente in due "ambienti diversi" anche in tenera età e non riesco a farmene una ragione di tanta arretratezza da parte di una fetta del sistema giudiziario che ha la responsabilità di poter decidere del futuro della nostra società.


Fonte: Redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia Ŕ stata letta 2291 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


La storia di Pasquale: dopo 8 anni non vedo e non sento i miei figli

E' passato un altro anno, e la mia situazione non cambia, ma peggiora,  e tutto questo...

07/04/2019 - 10:23
La storia di Pasquale: dopo 8 anni non vedo e non sento i miei figli

False accuse di abuso sessuale, effetti della calunnia. Come si distrugge una persona

La mia ex, di nazionalità straniera, che ho amato alla follia e dalla cui relazione è nata una...

09/03/2017 - 12:40
False accuse di abuso sessuale, effetti della calunnia. Come si distrugge una persona

Loris. Tutti gli uomini sono violenti.... tranne il marito della Panariello

Depositate le motivazioni della sentenza di condanna per Veronica Panarello (dalla Redazione...

14/02/2017 - 18:19
Loris. Tutti gli uomini sono violenti.... tranne il marito della Panariello

Quando indagine ISTAT fa rima con bufala. Ogni 25 novembre

"....Sono 3 milioni e 466mila in Italia le donne che hanno subito stalking da parte di qualcuno...

25/11/2016 - 11:06
Quando indagine ISTAT fa rima con bufala. Ogni 25 novembre

Le pari opportunitÓ sono impari, e questo non favorisce le pari opportunitÓ tra genitori - di Ed

Negli utlimi giorni ho fatto una ricerca accurata sulla questione delle "pari...

29/09/2016 - 14:57
Le pari opportunitÓ sono impari, e questo non favorisce le pari opportunitÓ tra genitori - di Ed

La difesa della violenza a sesso unico. Quello che succede oggi viene pianificato da tempo

In un recente articolo di Fabio Nestola ADIANTUM, in relazione all'attività di moral...

04/04/2016 - 11:45
La difesa della violenza a sesso unico. Quello che succede oggi viene pianificato da tempo


Le Notizie pi¨ Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 2 commenti


19.31  di domenica 06/06/2010
scritto da  Fabrizio zucchelli
Ringrazio di cuore la redazione per la visibilità.
Come dice Antonello, questo modo di intendere la deontologia professionale sembra sia molto diffuso. Per├▓ io credo, come nel caso della class action, sia giusto denunciare queste porcherie a chi di dovere. Solo da poco presumo di avere la consapevolezza della dimensione dell´ ingiustizia che sopportiamo noi pap├á e non ho pi├╣ paura, se sar├á il caso, a denunciare qualsiasi potente anche a costo di poter essere stritolato dal sistema.
L´ avv. che ha abusato della sua posizione DEVE essere segnalato all´ ordine professionale cos├Č come il giudice DEVE essere segnalato al ministero. Posso capire la paura dei pi├╣ che era anche la mia, ma nel nome dei nostri figli abbiamo il dovere di
uscire allo scoperto. L´ ingiustizia che io ho patito, quasi mi aveva fatto impazzire, ed era esattamente quello che la controparte voleva ottenere ( quasi riuscendoci ) calunniandomi per mettermi in cattiva luce di fronte a un giudice che probabilmente era conoscente dell´ avv. di lei, dato che ha concesso un anticipo di udienza basandosi praticamente sul nulla.

Mio figlio era dipinto cos├Č : " ci vogliono due o tre giorni
per tranquillizzarlo e riportare un p├▓ di serenit├á nella sua mente" oppure : "il padre rifiuta di riportarlo a casa"...tutte pagliacciate inventate senza che il giudice chiedesse alcun documento che attestasse simili calunnie. Quando io consegnai un certificato firmato dalle maestre della materna attestante la serenit├á del bimbo, l´ avv. di lei si inalber├▓ invocando la violazione della Privacy perche io non lo consegnassi al giudice....il ridicolo !!
Questi personaggi non se ne fregano niente dei bambini, amano i soldi e il potere, e purtroppo li possiedono entrambi. Ma arriverà un giorno che tanti papà si ribelleranno e allora dovranno solo tremare per le loro malefatte.
E i politici stanno a guardare....

19.55  di mercoled├Č 19/05/2010
scritto da  Antonello
Carissimo Fabrizio fattene pure una ragione. Sono tre anni che combatto contro questi pregiudizi e non ne cavo piedi. Tre anni che mi faccio prendere in giro da giudice del tribunale dei minori e avvocati di controparte. Le discriminazioni e le violazioni di legge sono all´ordine del giorno; le possibilit├á ben celate di violare la legge alla controparte le vengono servite in un piatto d´argento. Il paradosso sta nel fatto che se denunci le violazioni da parte della donna allora chi ci passa sei tu perch├Ę ti rendi responsabile di un comportamento che non aiuta alla distensione dei rapporti. E´ tutto dire. Mi sa che per il momento non hai ancora visto il meglio che queste "associazioni" sanno fare.


1


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti Ŕ unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilitÓ civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2019 - Codice Fiscale: 97611760584