Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Se anche ANSA falsa gli allarmi sul cosiddetto femminicidio.... - di Fabio Nestola

Parlando con franchezza...


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Se anche ANSA falsa gli allarmi sul cosiddetto femminicidio.... - di Fabio Nestola

03/05/2017 - 11:04

La costruzione di un falso allarme femminicidio ora si avvale anche del prezioso contributo ANSA. 

La più autorevole agenzia di stampa, infatti, tuona “quattro femminicidi nei primi due giorni di maggio”.

(Roma, Cagliari, Genova, Salerno) includendo nell’elenco 3 episodi che nulla hanno a che vedere col femminicidio così come definito dalle associazioni promotrici del neologismo e della fattispecie autonoma di reato.

Il femminicidio infatti è stato sempre propagandato come l’uccisione di una donna in-quanto-donna, quindi a causa della prevaricazione maschilista che non accetta il no di una donna considerata possesso dell’uomo, la gelosia morbosa che fa dire all’assassino “o mia o di nessuno”.  

Lo slogan imperante è “il mostro ha le chiavi di casa”, a sottolineare che il femminicidio è sempre legato a rapporti interrotti o mai iniziati, infatti gli autori dovrebbero essere mariti o ex mariti, conviventi o ex, fidanzati o ex, spasimanti rifiutati.

Inoltre una pressione accessoria del movimento che ha voluto il reato di femminicidio è quella verso la stampa: nei titoli non più delitto del troppo amore, non più raptus, non più follia ma solo femminicidio come espressione di un problema culturale radicato nell’intera popolazione maschile, che esita nella discriminazione di genere, nel dominio sulla donna, nell’impossibilità di accettare un rifiuto e quindi nel femminicidio come eliminazione della persona che non si può possedere.

Ma allora che c’entrano i casi di Cagliari, Salerno, Genova citati dall’ANSA insieme a quello di Roma?

 

    

 

Uno in effetti è riconducibile alla mancata accettazione della fine di un rapporto, sembra che la vittima volesse lasciare il convivente e questi si è trasformato in assassino.

http://www.ansa.it/lazio/notizie/2017/05/01/omicidio-a-roma-uccide-compagna-e-si-costituisce_5d06d954-46dc-40ca-923d-68061cd6f91b.html

 

Gli altri tre sono invece guerre condominiali o rapine finite nel sangue.

 

http://www.ansa.it/sito/videogallery/italia/2017/05/02/donna-di-60-anni-uccisa-a-coltellate-nel-cagliaritano_f0f75a61-980f-4f18-8064-ba258688e0df.html

la lite in un parcheggio finisce con una donna accoltellata. L’ex marito che voleva tornasse con lui? Uno spasimante rifiutato?

No, tra vittima ed assassino non c’era alcun legame sentimentale, è una discussione legata a problemi di vicinato.

Dov’è l’elemento o mia o di nessuno?  

 

http://www.ansa.it/liguria/notizie/2017/05/02/anziana-uccisa-fermato-vicino-di-casa_9d9ef099-2125-405f-b6e7-8b730f075f31.html

la vittima ha 81 anni, il presunto assassino 34. Sono vicini di casa ed il 34enne - tossicodipendente - intendeva rapinare l’anziana con la complicità dello spacciatore dal quale si rifornisce.

Prima ha ammesso l’omicidio, ora accusa lo spacciatore, in ogni caso nessuno dei due complici ha legami affettivi presenti o passati con la vittima, volevano la pensione.

Dov’è l’elemento gelosia morbosa?

 

http://www.ansa.it/campania/notizie/2017/05/02/uccisa-con-coltellata-nel-salernitano_e36dd56e-5e2b-4f70-a44d-87437dcd14ec.html

notizia stringata, si sa solo che la vittima ha 44 anni ed è italiana. I carabinieri stanno conducendo le indagini, ancora non c’è un colpevole ma l’ANSA già è certa che si tratti di femminicidio, deve essere stata uccisa dall’ex marito, dal fidanzato, dal convivente.

Invece è una tragica rapina ad una prostituta, ilmattino.it fornisce particolari che l’ANSA non ha.

Forse un altro tossicodipendente, forse un balordo in cerca di vittime facili, in ogni caso dov’è l’elemento discriminazione di genere?  

 

Faccia chiarezza l’ANSA, riconosca che qualsiasi vittima femminile per l’agenzia è femminicidio, pur di far lievitare artificialmente l’allarme.

Anche la sola vittima di Roma, l’unica realmente riconducibile ad un movente di genere, deve suscitare l’indignazione di cittadine e cittadini onesti che mai risolverebbero col sangue i fallimenti delle proprie relazioni.

Ma allora perché gonfiare i dati, inserendo in soli due giorni il 75% di falsità?

 

Una preghiera a tutti i drogati, rapinatori, automobilisti ubriachi e delinquenti di ogni ordine e grado: se proprio vi capita di ammazzare qualcuno per cortesia fate in modo che siano solo anziani, disabili, bambini ed adulti di genere maschile, altrimenti chissà l’ANSA cosa scrive.   

 

FN


Fonte: redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia č stata letta 1853 volte


Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


Se anche ANSA falsa gli allarmi sul cosiddetto femminicidio.... - di Fabio Nestola

La costruzione di un falso allarme femminicidio ora si avvale anche del prezioso contributo...

03/05/2017 - 11:04
Se anche ANSA falsa gli allarmi sul cosiddetto femminicidio.... - di Fabio Nestola

Adesso chi ripaga Saverio De Sario del calvario durato 17 anni? - di Fabio Nestola

Si tratta dell'epilogo di una vicenda iniziata nel 2000, che avevamo già  trattato da queste...

22/04/2017 - 19:22
Adesso chi ripaga Saverio De Sario del calvario durato 17 anni? - di Fabio Nestola

Ok, senza le donne il mondo andrebbe a rotoli. E se invece si fermassero gli uomini?

8 MARZO - dal sito ANSA, con annessi tre filmati  “ (…) Le donne si asterranno...

08/03/2017 - 10:20
Ok, senza le donne il mondo andrebbe a rotoli. E se invece si fermassero gli uomini?

Fondo di Solidarietā per i separati, seconda parte - di Fabio Nestola

Lo scorso 24 gennaio pubblicavamo la notizia del decreto che finalmente concretizzava una misura prevista...

16/02/2017 - 20:08
Fondo di Solidarietā per i separati, seconda parte - di Fabio Nestola

Ecco, mi hanno fatto arrabbiare Davigo ! - di Fabio Nestola

All’inaugurazione milanese dell’anno giudiziario le agenzie battevano la notizia dello scontro...

30/01/2017 - 10:30
Ecco, mi hanno fatto arrabbiare Davigo !  - di Fabio Nestola

Fondo di solidarietā per i separati: come sempre il minore non viene tutelato

Sembra che non cambi nulla: vi sono curiose modalità istituzionali di concepire la tutela dei minori,...

24/01/2017 - 12:12
Fondo di solidarietā per i separati: come sempre il minore non viene tutelato


Le Notizie pių Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


C'č 1 solo commento


10:06  di lunedė 10/07/2017
scritto da  Pino FALVELLI
I veri fatti delittuosi ( veri e propri OMICI DI STATO, come li chiama qualcuno ) sono le continue ESTORSIONI legalizzate che subiscono i papā separati, i quali sono costretti a garantire LA RENDITA VITALIZIA E PARASSITARIA alle ex, addirittura quando hanno improvvisamente lasciato tetto e letto coniugale e PERSINO UN MINORE per cambiare il percorso della propria vita. Per una donna furba e in malafede č sufficiente inventare, con la complicitā di qualche legale senza scrupoli, qualche paginetta di evidentissime e documentate falsitā e menzogne per ottenere puntualmente : figli, casa coniugale e consistenti mantenimenti. L´ assurdo SISTEMA DI MALAGIUSTIZIA IMPERANTE ED IMPUNITO garantisce loro puntualmente il raggiungimento dei loschi obiettivi prefissati. Questa č la vergogna, altro che femminicidi e violenze alle donne !!!!


1


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti č unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilitā civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2017 - Codice Fiscale: 97611760584