Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

RAI: sulla violenza messaggi razzisti contro gli uomini sfruttando i bambini

Area Famiglia


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


RAI: sulla violenza messaggi razzisti contro gli uomini sfruttando i bambini

25/11/2016 - 09:32

La propaganda antimaschile non si ferma nemmeno davanti allo sfruttamento delle immagini di minori.

La strada è stata aperta nel 2006 da Donna Moderna, che con l'immagine di Oliviero Toscani ha promosso una campagna sociale con la quale dichiarava di voler fermare un dramma che riguarda 7 milioni di donne in Italia (testuale).

Incuriosisce la violenza assurda del messaggio: un bambino è criminale per DNA, punto. Non si sa cosa possa fare da adulto, se sarà un medico o un fabbro, un docente di filosofia o un contadino, un carabiniere o uno spacciatore … potrebbe anche vincere un Nobel, un Pulitzer o un Campiello, ma l’unica cosa sicura è che sarà un carnefice per le donne che incontrerà.

Alcune le picchierà, altre le perseguiterà, altre ancora le umilierà, qualcuna arriverà persino a stuprarla ed ucciderla.

È un carnefice, geneticamente programmato per delinquere.

Mi ha colpito la vergognosa violenza del messaggio insito in quell’immagine, ma a quanto pare ha colpito solo me perché nel 2006 nessuno ha alzato un sopracciglio per chiedere spiegazioni a Donna Moderna.

Ovvio, qualsiasi iniziativa contro la violenza sulle donne non deve essere analizzata o tantomeno criticata, è per definizione politically correct, intoccabile, progressista, condivisibile, intelligente, “de sinistra”.

Anche quando viene utilizzato un messaggio profondamente razzista.

Passano dieci anni ed oggi la RAI cosa ci propone? Ancora minori, ancora un messaggio razzista: la bambina è sicura che nel suo futuro c’è un ospedale.

Non sa quando, ma è sicura che prima o poi dovrà farsi ricoverare perchè i mariti, si sa, picchiano le mogli.

Sia chiaro, tutti gli uomini sono carnefici e tutte le donne sono vittime, la propaganda ideologica ci dice da vent’anni che se non arrivano 30 milioni di denunce al giorno è solo perché le donne tacciono per paura.

Lo spot RAI ha la dicitura comunicazione istituzionale ed è pagato con il canone di tutti i cittadini, soprattutto dei milioni di mariti/fidanzati/conviventi o ex tali che pestano le donne. Quei pochi che non le pestano saranno contenti di come viene speso il denaro pubblico 

E adesso perché l’utilizzo di minorenni?

Forse perché bambine e bambini bucano lo schermo, arrivano a toccare le corde giuste?

Ok, ma allora perché solo per la violenza subita dalle donne …; uno dei bambini poteva dire che da grande sarebbe morto cadendo dall’impalcatura perché il cantiere non era in sicurezza; ad una bambina avrebbero sparato perché non voleva pagare il pizzo; un’altra sarebbe finita sulla sedia a rotelle perché un coglione mandava sms mentre guidava … la lista è infinita, passando dall’ebreo pestato dai naziskin, al chierichetto con cui il parroco è troppo affettuoso, al barbone bruciato dal branco, alla coppia gay umiliata in quanto gay.

No, non esistono altri problemi in Italia che la violenza domestica, nessun problema tributario, di sanità pubblica o sovraffollamento delle carceri, non c’è corruzione, evasione fiscale, precariato, disoccupazione giovanile, nessuno è costretto a fuggire all’estero per non svilire la laurea in un call-center, le case - lo sanno tutti - vengono ricostruite due mesi dopo i terremoti, tra sei mesi è pronto il ponte sullo stretto e fra quattro pure la Salerno – Reggio Calabria, la mafia è un’invenzione di Michele Placido per girare La Piovra, la camorra è una fantasia di Saviano per fare soldi con libri e tv, gli omicidi in Sicilia (come dice Pif) sono cosa di femmine.

Insomma nessun problema, non c'è nemmeno più l'olio di palma nei biscotti, se non fosse per i mariti che picchiano le mogli sarebbe un Paese perfetto.

Razzista verso il genere maschile, proprio per questo perfetto.

E politically correct. 

 

Fabio Nestola


Fonte: Redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 4280 volte


Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


Coppie LGBT: insopprimibile voglia di ostentare la propria genitorialità (surrogata)

Gay: sì alla maternità surrogata per due papà. La Corte d'Appello di...

01/03/2017 - 12:02
Coppie LGBT: insopprimibile voglia di ostentare la propria genitorialità (surrogata)

Divorzio Pitt/Jolie: dopo il digiuno, alla fine scodinzoli pure davanti alle briciole

Divorzio Jolie-Pitt: Brad Pitt può vedere i figli senza supervisione. Belle notizie...

17/02/2017 - 19:35
Divorzio Pitt/Jolie: dopo il digiuno, alla fine scodinzoli pure davanti alle briciole

RAI: sulla violenza messaggi razzisti contro gli uomini sfruttando i bambini

La propaganda antimaschile non si ferma nemmeno davanti allo sfruttamento delle immagini di minori.

25/11/2016 - 09:32
RAI: sulla violenza messaggi razzisti contro gli uomini sfruttando i bambini

Bene le unioni civili, ma vietato anteporre diritti degli adulti a quelli dei bambini

ADIANTUM (Associazione di Aderenti Nazionali per la Tutela dei Diritti dei Minori) esprime profonda...

29/01/2016 - 17:01
Bene le unioni civili, ma vietato anteporre diritti degli adulti a quelli dei bambini

In Italia prima adozione a coppia di donne. La chiamano gay, ma si dice lesbica

Il tribunale per i minorenni di Roma, ben conosciuto anche per alcuni decreti ammazza-famiglia, concede...

29/08/2014 - 16.23
In Italia prima adozione a coppia di donne. La chiamano gay, ma si dice lesbica

Passa alla Camera il doppio cognome. Tra gli evviva, anche dubbi e interrogativi

La commissione giustizia della camera ha approvato il testo del progetto di legge sul doppio cognome....

12/07/2014 - 18.51
Passa alla Camera il doppio cognome. Tra gli evviva, anche dubbi e interrogativi


Le Notizie più Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 2 commenti


13:56  di martedì 31/01/2017
scritto da  Gino
Questa campagna è " HATE SPEECH" e come tale andrebbe censurata.

16:19  di venerdì 25/11/2016
scritto da  gerardo spira
Il problema non si risolve con le proteste, ma cambiando metodologia. Bisogna far nascere associazioni antiviolenza di uomini, occupare le sedi di potere e della informazione. Controllare le associazioni femminili antiviolenza, dove si inventano le denunce e si spartiscono soldi pubblici senza controllo. Bisogna pubblicare le denunce e informare la gente su ciò che accade. Soprattutto bisogna impegnare la corte dei conti sui loro bilanci, sule spese ingiustificate per mantenere tutta la marea di gente che vi gira intorno. Cercate e vedrete che verrà fuori perchè chi deve non controlla.


1


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2019 - Codice Fiscale: 97611760584