Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Ingiustizia continua su Gabriella Maffioletti: in Appello confermata inspiegabile condanna per diffamazione

News e Comunicati Stampa


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Ingiustizia continua su Gabriella Maffioletti: in Appello confermata inspiegabile condanna per diffamazione
Gabriella Maffioletti

21/11/2016 - 15:28

Non accenna a diminuire l'attacco politico-giudiziario su Gabriella Maffioletti, nota paladina della tutela dei minori che a Trento, nell'esercizio delle sue funzioni di consigliere comunale, si è scagliata a più riprese contro il business delle case famiglia e degli allontanamenti facili di bambini dalle proprie famiglie.

Una "patata bollente", la Maffioletti, anche fuori dal consiglio comunale, per via del numerosissimo seguito di famiglie trentine che l'hanno sempre stimata. E quando hai la fiduzia della gente (e rompi le uova nel paniere del Sistema), diventi scomoda...

Pertanto, è stata ritenuta diffamante, anche dalla Corte di Appello, una interrogazione discussa in una seduta secretata del consiglio comunale; in tal modo, è evidente, viene compromesso l'esercizio del mandato popolare di consigliere, ma la mala giustizia non si ferma neanche di fronte a questo.

"La notizia della conferma in appello della sentenza di condanna per diffamazione relativa all'interrogazione presentata nel 2012 in Consiglio Comunale a Trento", esordisce la Maffioletti, "mi lascia da una parte costernata ed avvilita e dall'altra turbata ed intimorita. Mi spaventa infatti sapere di non vivere né in un Paese democratico né in uno Stato di diritto. Sarà interessante conoscere le motivazioni in base alle quali il Collegio giudicante si è pronunciato".

"Nella mia esperienza di consigliere comunale ho conosciuto bene quanto il potere esercitato nelle sue forme più rudi possa piegare anche quelli maggiormente attrezzati culturalmente ed intellettualmente. Non posso però accettare di essere condannata per diffamazione solo per avere doverosamente presentato, in Consiglio Comunale, un'interrogazione, di significativo rilievo sociale, peraltro durante una seduta secretata". 

"E' una sentenza che evoca i periodi oscuri della nostra democrazia", conclude Gabriella, "e mina alle fondamenta il nostro ordinamento giuridico mortificando di fatto il principio costituzionale della libera manifestazione del pensiero. Si tenga conto infine che simili pronunce sono pericolosi messaggi per chiunque intenda esercitare il mandato popolare di consigliere comunale, organo politico di vigilanza e di controllo politico-amministrativo sull'operato della pubblica amministrazione. Oggi è il giorno della sconfitta ma è una sentenza che subisco con l'orrore silente, per una giustizia che si fatica a considerare tale. Attenderò in ogni caso di esaminare le motivazioni per poi ricorrere certo in Cassazione".

"Dispiace apprendere la notizia della sentenza di appello", afferma Alessio Cardinale, portavoce nazionale di ADIANTUM, "Siamo certi che questo non fermerà l'azione politica e sociale della nostra delegata. Rimane da comprendere, al fine di sgombrare il campo da possibili illazioni circa l'uso improprio di sentenze ai danni di persone politicamente scomode come Gabriella Maffioletti, cosa ha determinato la conferma della condanna, e attendiamo fiduciosi di leggere le motivazioni".


Fonte: Redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 2939 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


DDL 735, confronto acceso nella maggioranza. Cosa bolle in pentola? E soprattutto, cosa chiede il M5S?

Il percorso del DDL Pillon in Parlamento si rivela meno facile di quanto non potesse sembrare. Anche...

15/09/2018 - 08:52
DDL 735, confronto acceso nella maggioranza. Cosa bolle in pentola? E soprattutto, cosa chiede il M5S?

Non solo Italia. In Spagna una deriva giudiziaria discrimina economicamente i mariti

Un breve articolo compare il 15 aprile sul portale Studio Cataldi, sempre molto utile per dottrina ed...

13/04/2017 - 11:08
Non solo Italia. In Spagna una deriva giudiziaria discrimina economicamente i mariti

Adiantum, Nestola in Tv su Rai2: «6 milioni di uomini vittime di violenza»

Ieri sera in prima serata su Rai 2 nella trasmissione "Nemo – nessuno escluso", il Dott....

14/04/2017 - 21:20
Adiantum, Nestola in Tv su Rai2: «6 milioni di uomini vittime di violenza»

19 Marzo, D´Auria: undici anni dal Condiviso ed ancora ostruzionismi. Cardinale: riflettiamo sul sistema

Francesco D’Auria, Segretario nazionale Adiantum, lancia un appello a tutti i genitori...

19/03/2017 - 12:20
19 Marzo, D´Auria: undici anni dal Condiviso ed ancora ostruzionismi. Cardinale: riflettiamo sul sistema

Scagliusi al Governo: modificare il trattato Aja sulle sottrazioni internazionali

Interpellanza al Presidente del Consiglio, da parte del deputato Emanuele Scagliusi (M5S) in materia di...

21/11/2016 - 15:55
Scagliusi al Governo: modificare il trattato Aja sulle sottrazioni internazionali

Ingiustizia continua su Gabriella Maffioletti: in Appello confermata inspiegabile condanna per diffamazione

Non accenna a diminuire l'attacco politico-giudiziario su Gabriella Maffioletti, nota paladina della...

21/11/2016 - 15:28
Ingiustizia continua su Gabriella Maffioletti: in Appello confermata inspiegabile condanna per diffamazione


Le Notizie più Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 2 commenti


00:16  di giovedì 16/02/2017
scritto da  Dr. Marina Lepioshkina
Non sono politica,ma sono una professionista medico da 28 anni,madre dei due figli, madre violentemente maltrattata nel violento e disumano contesto dei allontanamenti figlio dalla madre con arresto dalla scuola e richiusione per 2 anni in Comunita´lucrativa a Busto Arsizio ( moderno Campo di concentramento con franche torture psicofisiche - come rifiuto vedere madre e rifiuto visita medico per Trauma cerebrale, Febbre 40 e diarrea, DIMAGRIMENTO GRAVE di 34 kg con altezza di 148 cm certificati in seguito dalle 2 pediatra di Busto A.,STRABISMO acuto sviluppato in sofferenze e tesine inaudite e ecc.). Medici specialisti (i pediatra,pneumologi ospedalieri di Milano e Bergamo), 30 medici,circa, certificavano incompatibilità con tale trattamento di un figlio allontanato ingiustamente dalla madre , avvertivano di ingiusto ed pregiudizievole per il minore traumatismo - non sono stati sentiti. Madre medico non sono stata convocata prima di eseguire?! E una donna politica ( non "doppia difesa") viene torturata ora viva perché combatte contro il moderno Campo di concentramento?! Ma siete tutti in PSICOSI DI MASSA?!

13:55  di domenica 27/11/2016
scritto da  gerardo spira
Cosa succederà quando si conosceranno le motivazioni? Purtroppo in Italia siamo tornati agli anni 60 in cui chi denunciava e faceva opposizione veniva bloccato con azioni di ritorsioni ed altro. E´ ancora minoritaria la Giustizia coraggiosa. Pier Luigi Vigna, Procuratore nazionale antimafia diceva che la cultura criminale si combatte e si può sconfiggere solo con l´aiuto e la partecipazione della società civile e delle istituzioni.
Il problema è grave e molto grave. Queste decisioni, comunque motivate, allontanano il cittadino dall´impegno civile e si aprono sempre più spazi a coloro che senza un mestiere o senza professione vedono il pubblico con occhio allettante e appetitoso. Meditate...meditate..


1


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2018 - Codice Fiscale: 97611760584