Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Il Tribunale di Milano cassa la Cassazione: no alla c.d. Maternal Preference

In Primo Piano


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Il Tribunale di Milano cassa la Cassazione: no alla c.d. Maternal Preference
Il magistrato dr. Giuseppe Buffone

02/11/2016 - 17:11

(Maternal Preference – continua) - Immediatamente dopo il nostro articolo di critica alla sentenza di Cassazione n. 18087-2016 (l'arcaica maternal preference), si è pronunciata anche la IX sezione del Tribunale di Milano, con il "solito" dr. Giuseppe Buffone che non smentisce il proprio curriculum di giudice all’avanguardia, libero da preconcetti e, per certi versi, anche coraggioso.

È sorprendente notare come collimino le opinioni, gli argomenti e persino i rifermenti di letteratura scientifica citati dall’articolo di Adiantum (redatto il 13 ottobre, pubblicato il 17) e quelli del decreto (redatto il 19 ottobre, pubblicato il 21).

in molti se ne sono occupati, sia avvocati che psicologi sui siti specializzati 

http://www.laleggepertutti.it/137446_separazioni-e-figli-no-alla-prevalenza-materna

http://www.studiocataldi.it/articoli/23806-affido-figli-la-madre-non-e-prevalente.asp

https://www.personaedanno.it/filiazione-potesta-tutela/no-alla-maternal-preference-dal-tribunale-di-milano-marcello-adriano-mazzola

http://www.psicologiagiuridica.eu/tribunale-milano-scardina-principio-maternal-preference/2016/10/26/

http://www.altalex.com/documents/news/2016/09/16/affidamento-di-figli-in-eta-scolare-vale-la-maternal-preference  

oltre a decine di giornalisti della stampa nazionale, dal quotidiano dei Vescovi a quello di Confindustria 

Ci uniamo al coro di encomi al Tribunale meneghino quando scrive che:

- non c’è traccia di un passaggio che attribuisca alla madre la preferenza per  l’affidamento dei figli, anzi, ciò che prevale dagli studi di settore è il gender neutral child custody laws, norme incentrate sul criterio della neutralità del genitore affidatario 

- ne’ la legge 54 del 2006 ne’ il novellato 337 ter cc, ne’ la legge 219 del 2012 o il d.lgs. 154 del 2013 affermano che possa essere il solo genere a determinare una preferenza per l’uno o l’altro ramo genitoriale. 

- il principio della "madre prevalente" non trova fondamento nel codice civile né nella Costituzione. Anzi la legge, come la letteratura scientifica, sostiene il principio della bigenitorialità e della parità nell’interesse della prole.

 

Un paio di riflessioni da condividere:

 

la prima - sarebbe curioso sapere con quale fondamento giuridico, dalla legge n° 898 del 1970 ad oggi, milioni di sentenze si sono appiattite sull’affidamento esclusivo alla madre (la maternal preference di fatto, evitando di scriverlo), con l’unica variazione negli ultimi 10 anni di chiamare “collocamento” la replica del modello di affido esclusivo per aggirare il condiviso. 

Nei quattro codici - scrive il Tribunale di Milano - non c’è traccia della necessità di favorire la madre relegando il padre ai margini del processo di crescita dei figli, ma allora perchè sono 46 anni che succede? Possibile che migliaia di giudici non siano riusciti a liberarsi dalla schiavitù dei pregiudizi sessisti?  

la seconda – da rimarcare il capovolgimento dei ruoli operato dalla sagacia del dr. Buffone: da un Tribunale ordinario riesce a rilevare le irregolarità della Cassazione, sconfessando le bizzarre teorie che la nona sezione di piazza Cavour pone alla base di un provvedimento privo di fondamento sia scientifico che giuridico.

Di solito è il contrario, sono i giudici di legittimità che cassano i provvedimenti se rilevano aspetti non conformi al dettato normativo. 

Giuseppe Buffone, con argomentazioni giuridicamente inappuntabili, è in grado di cassare i cassatori.

Chapeau.

 

Fabio Nestola


Fonte: Redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 3951 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


26 associazioni di genitori separati chiedono al Governo Conte le dimissioni di Spadafora: il testo

La pazienza è finita. Questa, in sintesi, la presa di posizione di numerose...

07/04/2019 - 14:53
26 associazioni di genitori separati chiedono al Governo Conte le dimissioni di Spadafora: il testo

Dalla L. 54/2006 ai nuovi disegni di legge di modifica del Condiviso. Agire anche sul fronte penale

Di ALESSIO CARDINALE* - Sono trascorsi ormai più di dodici anni dalla entrata in vigore della legge n....

15/09/2018 - 00:53
Dalla L. 54/2006 ai nuovi disegni di legge di modifica del Condiviso. Agire anche sul fronte penale

Aumentano i casi di maestre che maltrattano gli alunni. Eppure nessun allarme, nessun caso mediatico

È quanto riportano le agenzie: dall’inizio dell’anno sono 16 le donne sospese dal...

12/03/2018 - 11:09
Aumentano i casi di maestre che maltrattano gli alunni. Eppure nessun allarme, nessun caso mediatico

Lo sciacallaggio mediatico del Manifesto e la crociata femminista della Romanin - di Fabio Nestola

A leggere certa roba viene il voltastomaco. 

Ormai, nel dilagante...

09/08/2017 - 07:09
Lo sciacallaggio mediatico del Manifesto e la crociata femminista della Romanin - di Fabio Nestola

AIAF si indigna per le linee guida di Brindisi, Orlando risponde: lavoriamo per il Condiviso

Oh, ecco com’è stata recepita dal Ministro la vibrante protesta AIAF.....Il MIUR riconosce che...

02/05/2017 - 13:34
AIAF si indigna per le linee guida di Brindisi, Orlando risponde: lavoriamo per il Condiviso

Linee sul Condiviso nei tribunali, si aggiunge Salerno. ISTAT ammette il flop: chi lo dice ad AIAF?

L’ISTAT pubblica un’analisi dei dati emergenti dalla giurisprudenza 2005/2015, ed ammette la...

11/04/2017 - 11:51
Linee sul Condiviso nei tribunali, si aggiunge Salerno. ISTAT ammette il flop: chi lo dice ad AIAF?


Le Notizie più Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


C'è 1 solo commento


17:22  di lunedì 07/11/2016
scritto da  vins
Come mai di fronte a quel clamoroso schiaffo alla Costituzione Italiana e al buon senso,non si è udita la voce (magari indignata)delle Associazioni Italiane degli Avvocati?
Questo porta acqua al mulino di chi malignamente va sostenendo l´esistenza dell´equazione:
Ingiustizia = Conflittualità = Ricorsi =
MANNA PER TUTTI GLI ADDETTI AI LAVORI.


1


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2019 - Codice Fiscale: 97611760584