Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Roma 18 Marzo, conferenza stampa al Parlamento Europeo: essere padri in un mondo globale

In Primo Piano


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Roma 18 Marzo, conferenza stampa al Parlamento Europeo: essere padri in un mondo globale
Flati e Rotoli dopo la conferenza

17/03/2015 - 12.13

A Roma, presso il Parlamento Europeo (ore 10.00 -13.00, via IV Novembre, Sala dei Mosaici) si è svolta una riflessione sulla paternità organizzata da ADIANTUM e altre associazioni attive sul tema della famiglia. In un mondo ormai sempre più globalizzato e interconnesso, l'evento (condito da un flash-mob) si è rivelato molto efficace, sopratutto perchè concepito in occasione della festa del papà del 19 marzo.

La relazione tra padri e figli oggi vive un momento di difficoltà dovuto a molti fattori, non ultimo la volatilità dei rapporti familiari che portano sempre più famiglie a separarsi e ricombinarsi spesso sacrificando proprio il rapporto col padre che per motivi culturali e spesso per una arbitraria interpretazione delle leggi appare l'elemento “debole” della relazione.

La "perdita del padre in vita" avviene a discapito dei figli che, così, si trovano a vivere in una società senza padri e, a loro volta, diventano più deboli ed esposti a maggiori rischi di devianza e abbandono.

Come dichiarato da Roberta Angelilli, già Mediatore del Parlamento europeo per i casi di sottrazione internazionale di minori e Direzione Nazionale NCD – diritti dei minori “In Italia, secondo gli ultimi dati disponibili, sono circa 345 i casi di sottrazione internazionale di minore da parte di un genitore, un fenomeno in crescita nel nostro Paese e in Europa. Si stima infatti - ha proseguito - che in Europa ci siano 16 milioni di coppie binazionali. In particolare ogni anno si celebrano circa 310mila matrimoni, che nel 50% dei casi si concludono con una separazione o un divorzio: in questi casi a subire le conseguenze sono soprattutto i minori contesi tra i due genitori, ma anche tra due diversi Stati e due sistemi giuridici differenti. Inoltre nel 70% dei casi sono i papà a subire discriminazioni dal punto di vista burocratico e processuale”. “Le norme vigenti - ha poi proseguito Roberta Angelilli - sono diventate obsolete e inadeguate ad affrontare in maniera efficace il fenomeno, come risulta anche dai dati della consultazione pubblica consegnati alla Commissione europea. Delle oltre 3000 denunce inviate alla Commissione, una parte consistente proviene da Italia, Spagna e Ungheria. La maggior parte di coloro che hanno partecipato alla consultazione ritiene che le normative vigenti debbano essere riviste: il 52% ritiene che le norme non assicurino l’immediato rientro del minore, e il 48% sottolinea l’inadeguata cooperazione tra le Autorità centrali”. “Alla luce di questi risultati, la Commissione europea insieme alle Autorità nazionali degli Stati membri ha iniziato una revisione dei Regolamenti, soprattutto per rendere più efficace la procedura di rimpatrio dei minori”, ha concluso Angelilli.

L’iniziativa è stata sostenuta anche dal Presidente della Commissione Affari esteri della Camera, Fabrizio Cicchitto, che insieme ai deputati di Area Popolare, Alli, Pizzolante, Bianchi, Pagano, Piso e Sammarco ha presentato un’interrogazione ai Ministri competenti sul problema delle sottrazioni internazionali di minori.

A partecipare al flash mob ADIANTUM (Ass. di Aderenti Nazionali per la tutela dei minori), Pronto soccorso famiglie, A.No.P.S. (Associazione Nonne Nonni Penalizzati dalle Separazioni Onlus), Fe.N.Bi (Federazione nazionale Bigenitorialità), A.N.F.I. (Associazione Nazionale Familiaristi Italiani) e alcune associazioni del territorio (Cdq Nuova California e Minerva Onlus).

La paternità, in definitiva (è ciò che si ricava dalla conferenza stampa) va quindi ripensata e ri-attuata anche in vista delle trasformazioni sociali in corso in un ruolo meno rigido, ma più vicino ai bisogni, ai sentimenti, alla distribuzione di valori dei quali i figli devono giovarsi indipendentemente dall'esito delle altre relazioni familiari.

Sono intervervenuti alla conferenza stampa l'on. Giovanni La Via, l'on.le Roberta Angelilli, il Prof. Giacomo Rotoli (presidente ADIANTUM; Antonella Algia Flati (vicepresidente ADIANTUM), la dr.ssa Irma Capece Minutolo (Ambasciatrice ADIANTUM, presidente commissione Infanzia e Adolescenza del Parlamento Virtuale), il Dr. Fabio Nestola (presidente Fe.N.Bi. e consigliere ADIANTUM), il Prof. Matteo Villanova (neuropsichiatra, Università di Roma 3), l'avv. Carlo Ioppoli (presidente ANFI), Maria Bisegna, presidente associazione A.No.P.S e Massimiliano Gobbi (consigliere ADIANTUM e delagato per la città di Roma).

 


Fonte: Redazione - Massimiliano Gobbi

Vedi Allegato



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 2819 volte


Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


26 associazioni di genitori separati chiedono al Governo Conte le dimissioni di Spadafora: il testo

La pazienza è finita. Questa, in sintesi, la presa di posizione di numerose...

07/04/2019 - 14:53
26 associazioni di genitori separati chiedono al Governo Conte le dimissioni di Spadafora: il testo

Dalla L. 54/2006 ai nuovi disegni di legge di modifica del Condiviso. Agire anche sul fronte penale

Di ALESSIO CARDINALE* - Sono trascorsi ormai più di dodici anni dalla entrata in vigore della legge n....

15/09/2018 - 00:53
Dalla L. 54/2006 ai nuovi disegni di legge di modifica del Condiviso. Agire anche sul fronte penale

Aumentano i casi di maestre che maltrattano gli alunni. Eppure nessun allarme, nessun caso mediatico

È quanto riportano le agenzie: dall’inizio dell’anno sono 16 le donne sospese dal...

12/03/2018 - 11:09
Aumentano i casi di maestre che maltrattano gli alunni. Eppure nessun allarme, nessun caso mediatico

Lo sciacallaggio mediatico del Manifesto e la crociata femminista della Romanin - di Fabio Nestola

A leggere certa roba viene il voltastomaco. 

Ormai, nel dilagante...

09/08/2017 - 07:09
Lo sciacallaggio mediatico del Manifesto e la crociata femminista della Romanin - di Fabio Nestola

AIAF si indigna per le linee guida di Brindisi, Orlando risponde: lavoriamo per il Condiviso

Oh, ecco com’è stata recepita dal Ministro la vibrante protesta AIAF.....Il MIUR riconosce che...

02/05/2017 - 13:34
AIAF si indigna per le linee guida di Brindisi, Orlando risponde: lavoriamo per il Condiviso

Linee sul Condiviso nei tribunali, si aggiunge Salerno. ISTAT ammette il flop: chi lo dice ad AIAF?

L’ISTAT pubblica un’analisi dei dati emergenti dalla giurisprudenza 2005/2015, ed ammette la...

11/04/2017 - 11:51
Linee sul Condiviso nei tribunali, si aggiunge Salerno. ISTAT ammette il flop: chi lo dice ad AIAF?


Le Notizie più Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 3 commenti


15.00  di venerdì 27/03/2015
scritto da  bouhnini najib
Da 2006 no ho visto i miei figlie dove i deritti di la paternità il service sociale di Reggio Emilia a destrutti tanti famiglie 3806479558

02.30  di venerdì 27/03/2015
scritto da  bouhnini najib
Dove la paternità chiama mi e te vede il mattrattamente contro la famiglia3806479558

02.28  di venerdì 27/03/2015
scritto da  bouhnini najib
Da 2006 no ho visto i miei figlie il service sociale di Reggio Emilia Viglio solo fare un adottabilità e basta dobpve la legge in Italia dove l umanità ?????!?


1


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2019 - Codice Fiscale: 97611760584