Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Divorzio Breve, Rotoli: un passo avanti contro chi vorrebbe privilegiare il conflitto tra separati

News e Comunicati Stampa


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Divorzio Breve, Rotoli: un passo avanti contro chi vorrebbe privilegiare il conflitto tra separati
Sostenitori del divorzio breve in piazza

15/05/2014 - 22.28

La Commissione giustizia della Camera ha dato l'ok al disegno di legge sul cosiddetto "DIVORZIO BREVE” grazie a un accordo trasversale tra le forze politiche. Il disegno di legge, infatti, sarà in aula il prossimo 26 maggio. 

Il testo, approvato a larga maggioranza dai componenti della commissione, prevede che il matrimonio potrà essere sciolto definitivamente dopo 6 mesi dalla notifica della separazione consensuale o dopo 12 mesi da quella giudiziale, indipendentemente dalla presenza o meno di figli minori.  A differenza da quanto previsto dal testo originario, il decorrere del tempo non parte dal deposito degli atti, ma dalla notifica.

Oltre alla riduzione dei tempi, il testo licenziato per l'Aula contiene altri due importanti articoli:

- prevede che la comunione dei beni si scioglierà nel momento in cui il magistrato autorizza i coniugi a vivere separati;

- introduce una disciplina transitoria che garantisce l'immediata operatività della legge anche nel caso il procedimento di separazione risulti pendente all'entrata in vigore della nuove norme.

Il sì della commissione arriva a quarant'anni dal referendum del 12-13 maggio 1974 che determinò, dopo una lunga battaglia sostenuta dai radicali, la validità della legge Fortuna-Baslini entrata in vigore il 1° dicembre 1970.

L’ISTAT ha recentemente fotografato la situazione dei separati, che vede quasi il 60% delle coppie a un anno dalla prima sentenza vivere ancora sotto lo stesso tetto coniugale, mentre l’11% dei separati è costretto a tornare a vivere a casa dei genitori. All’estero attualmente la media  dei tempi per le separazioni è di 1,5 anni, in molti casi anche senza dover passare per il tribunale.

Secondo il Presidente di Adiantum Prof. Giacomo Rotoli, "finalmente si tratta di un passo avanti verso una linea che preveda la riduzione del contenzioso. Finchè il testo non sarà legge, infatti, anche i più pacifici separati ricaveranno dal sistema attuale solo un corso accelerato di conflittualità. Ci auguriamo che la nuova esperienza normativa possa essere risolutiva anche per le coppie con figli, per le quali in ogni caso urge introdurre lo strumento della Mediazione Familiare obbligatoria. L’entrata in vigore del disegno di legge ridurrà notevolmente il gap attuale dell’Italia rispetto a molti paesi europei grazie ai termini per la proponibilità della domanda di divorzio e la semplificazione del percorso giudiziale.”

  ADIANTUM - Associazione di Aderenti Nazionale per la Tutela dei Minori


Fonte: Redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 2933 volte

Giacomo Rotoli
Giacomo Rotoli

Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


Il DDL 735 e il voltafaccia politico del M5S: 26 organizzazioni chiedono le dimissioni di Spadafora

Una nutrita schiera di associazioni e organizzazioni a tutela dei diritti civili della famiglia, a seguito...

07/04/2019 - 11:01
Il DDL 735 e il voltafaccia politico del M5S: 26 organizzazioni chiedono le dimissioni di Spadafora

DDL 735, confronto acceso nella maggioranza. Cosa bolle in pentola? E soprattutto, cosa chiede il M5S?

Il percorso del DDL Pillon in Parlamento si rivela meno facile di quanto non potesse sembrare. Anche...

15/09/2018 - 08:52
DDL 735, confronto acceso nella maggioranza. Cosa bolle in pentola? E soprattutto, cosa chiede il M5S?

Non solo Italia. In Spagna una deriva giudiziaria discrimina economicamente i mariti

Un breve articolo compare il 15 aprile sul portale Studio Cataldi, sempre molto utile per dottrina ed...

13/04/2017 - 11:08
Non solo Italia. In Spagna una deriva giudiziaria discrimina economicamente i mariti

Adiantum, Nestola in Tv su Rai2: «6 milioni di uomini vittime di violenza»

Ieri sera in prima serata su Rai 2 nella trasmissione "Nemo – nessuno escluso", il Dott....

14/04/2017 - 21:20
Adiantum, Nestola in Tv su Rai2: «6 milioni di uomini vittime di violenza»

19 Marzo, D´Auria: undici anni dal Condiviso ed ancora ostruzionismi. Cardinale: riflettiamo sul sistema

Francesco D’Auria, Segretario nazionale Adiantum, lancia un appello a tutti i genitori...

19/03/2017 - 12:20
19 Marzo, D´Auria: undici anni dal Condiviso ed ancora ostruzionismi. Cardinale: riflettiamo sul sistema

Scagliusi al Governo: modificare il trattato Aja sulle sottrazioni internazionali

Interpellanza al Presidente del Consiglio, da parte del deputato Emanuele Scagliusi (M5S) in materia di...

21/11/2016 - 15:55
Scagliusi al Governo: modificare il trattato Aja sulle sottrazioni internazionali


Le Notizie più Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 3 commenti


11.54  di giovedì 07/08/2014
scritto da  Dario
DIVORZIO BREVE, MEDIAZIONE FAMILIARE.....Non voglio apparire presuntuoso ma sapete quello che succede realmente durante le fasi di una separazione? E´ solo una questione di soldi! I figli? Usati al 99,9% dalle madri per accaparrarsi vantaggi economici in termini monetari e patrimoniali. Sino a quando non si interverrà ad eliminari gli interessi economici nelle separazioni si sta solo facendo una sana e pura demagoggia. Non voglio entrare nel merito dell´83% delle denunce false(fonte AMI) nei confronti dei PAPA´ lasciando, alla fine, impunite tutte le pseudo madri ben instradate. Il tutto per essere un pò realisti......
Quanto vorrei avere torto!!!!
Grazie.

12.42  di venerdì 16/05/2014
scritto da  Marco Di Marco
Speriamo che questo disegno di legge diventi subito legge è un passo di civiltà, condivido il pensiero del nostro presidente il Prof. Giacomo Rotoli, in questo modo molti contenziosi inutili finiranno e diminuirà l´arricchimento sulla pelle dei minori

08.05  di venerdì 16/05/2014
scritto da  gerardo spira
Tanto tuonò che piovve! E´ il caso ora di impegnare Parlamentari per chiudere subito le questioni con i figli. Perché non estendere in questa fase la mediazione obbligatoria per disciplinare il rapporto genitori figli?


1


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2019 - Codice Fiscale: 97611760584