Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Decreto (s)filiazione: macelleria sociale sotto la vigilanza di un insigne giurista

INFOLEGAL


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Decreto (s)filiazione: macelleria sociale sotto la vigilanza di un insigne giurista
Marcello Adriano Mazzola

17/01/2014 - 14.00

Saggio di Marcello Adriano Mazzola* - Il d.lvo 28 dicembre 2013, n. 154 pubblicato in Gazzetta Ufficiale 8 gennaio 2014, n. 5, recante "modifica della normativa vigente al fine di eliminare ogni residua discriminazione rimasta nel nostro ordinamento fra i figli nati nel e fuori dal matrimonio, così garantendo la completa eguaglianza giuridica degli stessi" insegue un principio sacrosanto, e troppo a lungo violato in Italia: l’uguaglianza tra i figli nati dentro e fuori dal matrimonio.

Se nonché diviene l’occasione per violare la legge delega, così espugnando il Parlamento della sua precipua funzione legislativa, col modificare in peius nella forma e nella sostanza la l. n. 54/2006 sull’affidamento condiviso. Legge quest’ultima che, a sua volta occorre rammentarlo, è stata tradita nei suoi principi fondamentali da una prassi largamente diffusa, impunemente arrogante e conservatrice, ove non retrogada culturalmente. Infatti è oramai notorio come la prassi imposta dalla giurisprudenza abbia sostituito in 8 anni il principio del “condiviso” col “falso condiviso”, così restaurando surrettiziamente (ma neanche tanto, in molti casi quasi apertamente) il dominio incontrastato di un genitore (la madre) sull’altro (il padre), quest’ultimo relegato ad un ruolo marginale, sulla arcaica e ancestrale supposizione che la madre sia la figura centrale nella famiglia, avendo dato ella fisicamente la vita al figlio e avendolo allattato e accudito i primi anni, mentre il padre lo si vuole suppletivo, alla stregua di un inseminatore o poco più......(IN ALLEGATO IL TESTO COMPLETO DEL SAGGIO)

 

* Avvocato - Delegato Ufficio Legale ADIANTUM


Fonte: Redazione - Marcello Adriano Mazzola

Vedi Allegato



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 3072 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


Cassazione, giravolta sul tenore di vita in caso di divorzio

Da quando è in vigore la legge più boicottata dai giudici della storia della Repubblicana (la...

15/07/2018 - 17:29
Cassazione, giravolta sul tenore di vita in caso di divorzio

Cassazione: no al tenore di vita. Un primo passo, ma in Italia prevale la Legge

di CRISTINA DAL MASO - È di pochi giorni fa la sentenza della Suprema Corte di Cassazione che ha...

28/05/2017 - 18:06
Cassazione: no al tenore di vita. Un primo passo, ma in Italia prevale la Legge

L´interesse del minore secondo le elastiche interpretazioni del tribunale di Torino

Diritto di famiglia, tribunale di Torino: è possibile imporre al minore di frequentare...

31/03/2017 - 13:40
L´interesse del minore secondo le elastiche interpretazioni del tribunale di Torino

Crisi della coppia genitoriale e amputazione della figura paterna

Sono sempre più frequenti i casi di tragedie familiari che hanno come protagonisti, in negativo, i...

17/02/2016 - 12:53
Crisi della coppia genitoriale e amputazione della figura paterna

In una giustizia decrepita, qualcuno fa soldi sul conflitto permanente

Se una mattina decidi di scorrere le pagine di un notiziario giudiziario sulle decisioni dei tribunali per i...

10/12/2015 - 11:11
In una giustizia decrepita, qualcuno fa soldi sul conflitto permanente

Il Falso Condiviso in Italia: quante condanne ancora dalla Corte Europea?

di MARCELLO ADRIANO MAZZOLA* - Quante condanne dovrà ancora subire l’Italia perché...

25/11/2015 - 11:51
Il Falso Condiviso in Italia: quante condanne ancora dalla Corte Europea?


Le Notizie più Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


C'è 1 solo commento


11.41  di lunedì 20/01/2014
scritto da  Vincenzo Granata
Avvocato, complimenti per uomo e professionista libero, con saggio completo e relazione accurata, di una realtà monogenitoriale, da parte di un giudicante che non rispetta l´art 9 del codice deontologico ANM del 13.11.2010, con i colleghi in tutta Italia, che non applicano l´imparzialità e la correttezza di un giusto procedimento, ma si blindano dietro l´indipendenza dell´art 8, contro la legge 54/2006 e falso condiviso applicato . Tempi paritetici negati per i figli, come impone l´Europa, casa coniugale e assegno babbomat sempre per un genitore, tutto ciò fino al 31 dicembre 2013. Per il 2014, prendiamo atto, che per responsabilità´ genitoriale e residenza abituale compreso assegno rimane sempre un genitore il beneficiario, contro quel genitore marginale che non deve vedere e realizzare, per cura educazione istruzione e salute il proprio figlio, in base - quel giudicante prevalente, che oggi applica l´affido esclusivo d.lvo 28.12.2013 G.U. 8.01.2014. Macelleria sociale, per i minori futuro del nostro domani ! Vincenzo Granata


1


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2019 - Codice Fiscale: 97611760584