Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Minori e business, CCDU: emergenza sociale. Angelilli: supporti pedagogici, non farmaci

Le Associazioni raccontano


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Minori e business, CCDU: emergenza sociale. Angelilli: supporti pedagogici, non farmaci
Roberta Angelilli

26/05/2013 - 09.57

Brescia. La manifestazione del Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani ha visto oggi la partecipazione di centinaia di mamme, papà, attivisti, operatori e cittadini preoccupati della direzione in cui sta andando la tutela minorile in Italia. Secondo gli organizzatori della manifestazione, infatti, le recenti notizie di cronaca riguardanti l’unità di Neuropsichiatria Infantile del Polo Ospedaliero degli Spedali Civili di Brescia sono solo la punta dell’iceberg di un’emergenza minorile nascosta che interessa migliaia di bambini con un giro d’affari miliardario per tutti gli operatori (case farmaceutiche, psicologi, psichiatri e strutture residenziali per minori).

Mentre nelle strutture sanitarie del nostro Paese i reparti di psichiatria infantile nascono come funghi (anche per la dislessia...), in Italia si continua a non investire sull'attività di prevenzione del disagio minorile. La direzione intrapresa, a ben vedere, sembra quella del ricovero e dell’istituzionalizzazione, tendenza che aumenta esponenzialmente i costi dei servizi sanitari e assistenziali e, attraverso interventi invasivi conditi da terapie farmacologiche, finirebbe con il creare dei nuovi pazienti psichiatrici invece di prevenire la malattia.

Gli intervenuti alla manifestazione hanno chiesto a gran voce di sapere chi trae vantaggio da questa schiera di bambini istituzionalizzati. Nel documento del 2009 “Psicofarmaci e minori: tra abuso e disinformazione” pubblicato da Roberta Angelilli, attuale Vicepresidente del Parlamento Europeo, si affermava che in Italia i bambini che assumevano psicofarmaci erano tra i 30.000 e i 60.000. E recentemente Giuseppe Mele, presidente della Federazione Italiana Medici Pediatri, ha denunciato un aumento del consumo di psicofarmaci in età giovanile. Nel suo documento del 2009, l’onorevole Angelilli denunciava che “accade di frequente che un bambino o un ragazzo in difficoltà venga trattato con psicofarmaci solamente perché non vi sono le necessarie conoscenze pedagogico-educative per aiutarlo a superare le proprie difficoltà comportamentali”.

Sembra che la denuncia dell’onorevole non sia stata presa in considerazione, e molti oggi ritengono che questa tendenza sia sorretta da una lobby trasversale - case farmaceutiche, psichiatria, strutture residenziali per minori in primis - che avrebbe tutto l'interesse a mantenere lo status quo.

Sempre secondo l’onorevole Angelilli, “nella maggior parte dei casi, la soluzione per bambini o ragazzi in difficoltà, consiste nell’offrire al minore un supporto pedagogico-educativo adeguato, sia da parte dei genitori e della famiglia, che del sistema scolastico.” Riteniamo anche noi che questo sia un approccio corretto e rispettoso dei diritti umani. Se non lo faremo e permetteremo a certe lobby interessate più al guadagno che alla salute di mettere le mani sui nostri figli, in futuro dovremo guardarli negli occhi e ammettere di non averli protetti".


Fonte: Redazione - comunicato stampa CCDU (Silvio De Fanti)

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia Ŕ stata letta 1982 volte

Silvio De Fanti e Paolo Roat del CCDU
Silvio De Fanti e Paolo Roat del CCDU

Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


Gesif Onlus, a Trieste un nuovo centro di sostegno per i genitori separati

Anche a Trieste sarà attivo un punto di riferimento per i genitori separati, nato per tutelare i figli minori coinvolti nelle...
14/03/2017 - 09:54
Gesif Onlus, a Trieste un nuovo centro di sostegno per i genitori separati

Adiantum, il prof. Villanova nominato nuovo responsabile scientifico

Nell’assemblea del 20 gennaio tenuta a Roma presso la sala Luigi Di Liegro di Palazzo Valentini, Adiantum – Associazione di...
29/01/2017 - 11:57
Adiantum, il prof. Villanova nominato nuovo responsabile scientifico

Un successo gli Adiantum Community Awards 2016 di Bergamo

Lo scorso 7 dicembre, al Liceo Mascheroni di Bergamo, si è tenuta la seconda edizione degli anuali “Adiantum Community...
30/11/2016 - 11:48
Un successo gli Adiantum Community Awards 2016 di Bergamo

Ardea, sabato 15 apre lo sportello di consulenza familiare Adiantum

Sabato 15 ottobre alle ore 17, Adiantum – Associazione di Aderenti Nazionale per la Tutela dei Minori –...
11/10/2016 - 17:12
Ardea, sabato 15 apre lo sportello di consulenza familiare Adiantum

ADIANTUM cresce ancora nel Lazio: nuova delegazione ad Ostia e nuova sede ad Ardea

In crescita ADIANTUM nel Lazio. Il coordinatore nazionale Massimiliano Gobbi, infatti, ha annunciato l'apertura della delegazione...
05/10/2016 - 15:48
ADIANTUM cresce ancora nel Lazio: nuova delegazione ad Ostia e nuova sede ad Ardea

Sottrazioni di minore in Slovacchia: cambio di nome. Il 29/9 il tema al Quirinale

L'associazione per la tutela dei diritti dei bambini italiani sottratti illegalmente in Slovacchia cambia denominazione e obiettivi...
29/09/2016 - 12:10
Sottrazioni di minore in Slovacchia: cambio di nome. Il 29/9 il tema al Quirinale


Le Notizie pi¨ Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


C'Ŕ 1 solo commento


07.37  di luned├Č 03/06/2013
scritto da  gerardo spira
Brava ! ha colto nel segno. I minori sono diventati cavie di studio per gli affari di tutti quelli che vi ruotano intorno.La magistratura? governata da incapaci, indolenti o frustrati magistrati corre dietro alle insane teorie per carriera e una lauta pensione. Purtroppo in Italia il valore della famiglia,quello della persona e del minore non sono pi├╣ beni supremi, ma argomenti di discussioni e artifici culturali finalizzati all´arricchimento e benessere personale.Avanza e si fa strada il liberismo economico con tutte le sue ramificazione,mentre perde colpi la politica dell´uomo al centro degli interessi collettivi. Ognuno si difende come pu├▓,quelli che non vi riescono periscono, in nome della giustizia italiana.


1


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti Ŕ unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilitÓ civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2019 - Codice Fiscale: 97611760584