Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Leonardo rientra a scuola. Un lento ritorno alla vita, senza filo spinato sotto al letto

News e Comunicati Stampa


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Leonardo rientra a scuola. Un lento ritorno alla vita, senza filo spinato sotto al letto
Le fasi del prelievo coatto

04/11/2012 - 22.40

L'eco della vicenda di Cittadella non si è ancora spento, ma la macchina giudiziaria ha cominciato a produrre i suoi effetti. Leonardo, il bambino tenuto lontano dal padre nonostante la madre avesse perso la potestà genitoriale, sta affrontando un lento percorso che prevede il ritorno alla normalità.

Scuola, amici e l'affetto del padre. Alla madre è stato permesso di vederlo, e c'è chi giura che anche colei che ha posto le basi per quel provvedimento così secero - attuato con modalità discutibili, in una situazione difficilissima - stia gradualmente cambiando il suo modo di vedere le cose.

Spenta quasi del tutto l'eccessiva visibilità mediatica, dovuta all'azione di diversi attori che sono sotto la lente di ingrandimento della giustizia penale, dopo il trasferimento nella casa famiglia del 10 ottobre scorso il bambino adesso è pronto a ritornare a scuola, che ovviamente non sarà quella di Cittadella dove si svolse quel triste ma forse indispensabile allontanamento coatto.

Il padre - racconta il Mattino di Padova - ha diritto di accudire il proprio figlio in base a una sentenza della Corte d'Appello, la madre ha perso la patria potestà e nonostante questo continuava a tenerlo in affidamento. Oggi le cose sono migliorate. Chi segue il piccolo dice che è sereno, è rinato e finalmente può affrontare la vita in modo normale, tanto che sta vedendo entrambi i genitori e non uno soltanto. Nei giorni scorsi, infatti, c'è stato il primo incontro con la mamma, sempre all'interno della casa famiglia.

Prosegue ineluttabile anche l’iter del procedimento penale aperto nei confronti della zia materna e del nonno del bambino, che hanno osteggiato in tutti i modi il recupero del piccolino davanti alla scuola di Cittadella. Ora dovranno rispondere delle accuse di oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale. Pare che altri soggetti, oltre ai parenti, siano oggetto di indagine.


Fonte: Redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia č stata letta 2291 volte

I genitori di Leonardo
I genitori di Leonardo

Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


Il DDL 735 e il voltafaccia politico del M5S: 26 organizzazioni chiedono le dimissioni di Spadafora

Una nutrita schiera di associazioni e organizzazioni a tutela dei diritti civili della famiglia, a seguito...

07/04/2019 - 11:01
Il DDL 735 e il voltafaccia politico del M5S: 26 organizzazioni chiedono le dimissioni di Spadafora

DDL 735, confronto acceso nella maggioranza. Cosa bolle in pentola? E soprattutto, cosa chiede il M5S?

Il percorso del DDL Pillon in Parlamento si rivela meno facile di quanto non potesse sembrare. Anche...

15/09/2018 - 08:52
DDL 735, confronto acceso nella maggioranza. Cosa bolle in pentola? E soprattutto, cosa chiede il M5S?

Non solo Italia. In Spagna una deriva giudiziaria discrimina economicamente i mariti

Un breve articolo compare il 15 aprile sul portale Studio Cataldi, sempre molto utile per dottrina ed...

13/04/2017 - 11:08
Non solo Italia. In Spagna una deriva giudiziaria discrimina economicamente i mariti

Adiantum, Nestola in Tv su Rai2: «6 milioni di uomini vittime di violenza»

Ieri sera in prima serata su Rai 2 nella trasmissione "Nemo – nessuno escluso", il Dott....

14/04/2017 - 21:20
Adiantum, Nestola in Tv su Rai2: «6 milioni di uomini vittime di violenza»

19 Marzo, D´Auria: undici anni dal Condiviso ed ancora ostruzionismi. Cardinale: riflettiamo sul sistema

Francesco D’Auria, Segretario nazionale Adiantum, lancia un appello a tutti i genitori...

19/03/2017 - 12:20
19 Marzo, D´Auria: undici anni dal Condiviso ed ancora ostruzionismi. Cardinale: riflettiamo sul sistema

Scagliusi al Governo: modificare il trattato Aja sulle sottrazioni internazionali

Interpellanza al Presidente del Consiglio, da parte del deputato Emanuele Scagliusi (M5S) in materia di...

21/11/2016 - 15:55
Scagliusi al Governo: modificare il trattato Aja sulle sottrazioni internazionali


Le Notizie piů Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 2 commenti


07.20  di martedì 06/11/2012
scritto da  sul recupero rapido
Eleonora, prima di affidarsi ai negazionisti della PAS la madre era seguita da bravi esperti che avevano cercato di aiutarla ad evitare questo epilogo e di farle capire che il bambino doveva poter frequentare il suo papĂ .
Probabilmente l´effetto di tutto ciò è che l´alienazione non era grave, e quindi la magistratura ha salvato il bambino appena in tempo, e per questo il recupero è stato rapido

19.56  di lunedì 05/11/2012
scritto da  Eleonora di Tu sei mio figlio
Abbiate pazienza, mi viene un pò difficile leggere tra le righe" il bambino è sereno, è rinato e finalmente può tornare a una vita normale" di questa notizia che certamente da speranza a chi giustamente vuole che la giustizia sia applicata correttamente per evitare queste storie aberranti... Qualcuno ha mai provato a riavere il proprio o la propria figlia dopo tanto plagio?!? Perchè poi di questo si tratta, alienare contro è paragonabile a plagio...bè vi garantisco che i tempi per tornare alla vita normale o meglio ancora a vederli sereni non sono così brevi...a prescindere dal filo spinato, cerchiamo di non enfatizzare le notizie per darci ragione...qui non è questione di ragione ma di buon senso e il buon senso in tutta questa storia è stato innanzitutto dalla malagiustizia familiare imprigionato dal filo spinato di molti cervelloni....che agiscono sempre per la "suprema tutela dei minori" Mi sento di dire che questo bambino è un bambino RESILIENTE, questa è la sua difesa da tutta questa triste storia, dove vogliamo dare un lieto fine per mettere in pace le coscienze!Grazie...


1


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti č unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilitŕ civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2022 - Codice Fiscale: 97611760584