Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Coffari non convince, Canale 5 gli da il colpo di grazia. Tradito dal suo stesso protagonismo

In Primo Piano


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Coffari non convince, Canale 5 gli da il colpo di grazia. Tradito dal suo stesso protagonismo
Andrea Coffari

21/10/2012 - 20.04

Bisogna avere coscienza dei propri limiti, sopratutto quando si è privi di argomenti e il vento soffia contrario. Purtroppo, chi ha sete di apparire difficilmente si accorge quando è arrivato il momento di defilarsi. E' quello che è accaduto all'avv. Coffari, elevatosi meritatamente a personaggio televisivo cui nessuno più crede.

Ospite della trasmissione di Canale 5 “Domenica Live”, che ha dedicato un approfondimento sui bambini contesi, ha tentato per l'ennesima volta di sciorinare le sue terorie negazionistiche sulla PAS, ma è stato bloccato da una delle ospiti in studio, che ha narrato dettagliatamente la storia della sorella, vittima di alienazione genitoriale, che ha perso il papà, mentre lei stessa è riuscita a resistere.

Come se ciò non bastasse, un'altra ospite (tale sig.ra Annalisa), ha raccontato di come dal 2008 non vede i figli, alienati contro di lei ad opera della nonna paterna, che ha fatto credere ai bambini che il cibo di mamma fosse velenoso, che la mamma puzzasse...

Per Coffari, l'esperienza di due mamme alienate sono come un fantasma che si materializza nella notte alla luce di una candela. Un duro colpo, per chi ha denunciato due volte il padre di abusi, e per ben due volte se l'è visto assolvere. E poi, le due donne sono ancora vive e vegete, per cui l'avvocato no-PAS non può abbandonarsi alla sua pratica preferita, e cioè quella di denigrare i morti (possibilmente suicidi), che non lo possono querelare.

A finire, ma non meno importante, la vicenda di Sergio T., falsamente accusato di pedofilia. Racconta di aver pregato padre Pio nel momento in cui la figlia di pochi anni deponeva contro di lui. La piccola trovò il coraggio di dire: “ho detto tutte bugie, mi ha detto mamma di dirle”. Una brutta storia, con un più brutto epilogo: la giustizia ha lasciato la bambina nelle mani della madre calunniatrice, e così da 12 anni padre e figlia non si vedono.

In fin dei conti, Coffari e il suo Movimento per l'Infanzia sono stati traditi dall'orgia televisiva in cui si sono tuffati, vittime anche loro del tritacarne mediatico che cucina i fatti in salsa audience. 

L'eco della vicenda di Cittadella sta per spegnersi, e gente come Coffari verrà presto dimenticata. A meno che qualcuno non cominci a chiedersi chi ci sta dietro.


Fonte: Redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia č stata letta 4270 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


26 associazioni di genitori separati chiedono al Governo Conte le dimissioni di Spadafora: il testo

La pazienza è finita. Questa, in sintesi, la presa di posizione di numerose...

07/04/2019 - 14:53
26 associazioni di genitori separati chiedono al Governo Conte le dimissioni di Spadafora: il testo

Dalla L. 54/2006 ai nuovi disegni di legge di modifica del Condiviso. Agire anche sul fronte penale

Di ALESSIO CARDINALE* - Sono trascorsi ormai più di dodici anni dalla entrata in vigore della legge n....

15/09/2018 - 00:53
Dalla L. 54/2006 ai nuovi disegni di legge di modifica del Condiviso. Agire anche sul fronte penale

Aumentano i casi di maestre che maltrattano gli alunni. Eppure nessun allarme, nessun caso mediatico

È quanto riportano le agenzie: dall’inizio dell’anno sono 16 le donne sospese dal...

12/03/2018 - 11:09
Aumentano i casi di maestre che maltrattano gli alunni. Eppure nessun allarme, nessun caso mediatico

Lo sciacallaggio mediatico del Manifesto e la crociata femminista della Romanin - di Fabio Nestola

A leggere certa roba viene il voltastomaco. 

Ormai, nel dilagante...

09/08/2017 - 07:09
Lo sciacallaggio mediatico del Manifesto e la crociata femminista della Romanin - di Fabio Nestola

AIAF si indigna per le linee guida di Brindisi, Orlando risponde: lavoriamo per il Condiviso

Oh, ecco com’è stata recepita dal Ministro la vibrante protesta AIAF.....Il MIUR riconosce che...

02/05/2017 - 13:34
AIAF si indigna per le linee guida di Brindisi, Orlando risponde: lavoriamo per il Condiviso

Linee sul Condiviso nei tribunali, si aggiunge Salerno. ISTAT ammette il flop: chi lo dice ad AIAF?

L’ISTAT pubblica un’analisi dei dati emergenti dalla giurisprudenza 2005/2015, ed ammette la...

11/04/2017 - 11:51
Linee sul Condiviso nei tribunali, si aggiunge Salerno. ISTAT ammette il flop: chi lo dice ad AIAF?


Le Notizie piů Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 3 commenti


17.52  di sabato 03/08/2013
scritto da  devis fortuna
Stupisce davvero la malafede di costui che approfitta della disperazione dei suoi tutelati, incapaci di affrontare la frustazione e la realtĂ  illudendoli con motivazioni inconsistenti e dannose rispetto all´obiettivo da raggiungere. la alienazione parentale esiste come sistema comportamentale patologico tanto quanto esiste il mobbing e lo stalking, categorie non presenti nel DSM ma considerate in psicologia giuridica e in psichiatria forense. Il problema in vicende di questo genere non è la pas o non pas, aspetti tecnici che devono solo servire quale tassello al giudice, peritus peritorum per emettere un giudizio corretto. Ed oramai quella che un tempo veniva descritta come modalitĂ  discomportamentale di qualche genitore, poi chiamata Pas ora è così riconosciuta dai magistrati che riconoscono ai genitori penalizzati sinanche il risarcimento per il danno biologico patito.

09.54  di lunedì 22/10/2012
scritto da  Gino
Mi è capitato, aihmè, di sorbirmi parte del qualunquismo mediatico sciorinato nella puntata e l´impressione con cui ne sono uscito non è così positiva come quella di chi ha redatto questo articolo. Il padre del bimbo di padova ne è uscito comunque con la consueta immagine di orco abusatore e a questo ha contribuito la beceraggine del padre che non vedeva la figlia da 12 anni che alla fine del suo racconto a domdanda " Lei farebbe quello che ha fatto il padre del bimbo di padova?" ha risposto testualmente " no perchè io voglio bene a mia figlia". Ancora una volta non sono state spiegate le dinamiche della separazione e quelle che in particolare portano alla emarginazione del padre. tutti i racconti a favore della tesi PAS sono stati proposti come casi singoli e non contestualizzati nella sistematicitĂ  che li caratterizza in caso di separazione cosiddetta conflittuale. Sarebbe stato gradito l´intervento del buon Vezzetti in quel contesto ma immagino avrebbe portato una ventata di realismo e di oggettivitĂ  non gradita all´audience.

00.30  di lunedì 22/10/2012
scritto da  il soccombente
Non guardo mai la tv, che da dopo il maestro Manzi reputo solo spazzatura, ma questa notizia mi conforta.
Chi di infamia ferisce...
Vado a dormire con gran contentezza.


1


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti č unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilitŕ civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2019 - Codice Fiscale: 97611760584