Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Sottrazione a San Benedetto Del Tronto, in Slovacchia la madre irreperibile anche per il legale

News e Comunicati Stampa


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Sottrazione a San Benedetto Del Tronto, in Slovacchia la madre irreperibile anche per il legale
Marco Di Marco

12/09/2012 - 08.29

Vladimira non risponde neanche al suo legale Cristina Gagliardi. L’avvocato di Ascoli Piceno che da sempre assiste la moglie di Marco Di Marco. Il giovane papà che ieri ha lanciato un appello ai nostri microfoni. Il fisioterapista di Porto D’Ascoli non ha nascoato il suo dolore perché la madre di suo figlio Erik da circa un mese e a sua insaputa sarebbe tornata in Slovacchia portando con sé il piccolo, frutto del loro matrimonio, naufragato un anno fa. Solo grazie all’aiuto del consolato internazionale Di Marco è riuscito a sapere che il piccolo si trova in Slovacchia con Vladimira a casa dei nonni materni.

La Gagliardi telefonicamente ci ha spiegato che la signora non le risponde già da un po’ e che quindi intende a breve rinunciare all’incarico. “Ho provato a chiamarla diverse volte ma non risponde neanche a me. Se avessi saputo dove era la mia assistita lo avrei detto senza alcun dubbio. Sto pensando comunque di rinunciare all’incarico,” afferma Cristina Gagliardi.

L’avvocato di Vladimira ha poi manifestato disapprovazione per il gesto compiuto dalla sua assistita che specie nell’ultimo periodo era esasperata dalla situazione. Nel frattempo Di Marco ha intenzione di muoversi su più fronti per poter riabbracciare il prima possibile suo figlio Erik,prima di tutto ponendo la vicenda all’attenzione dei media nazionali per far si che questa storia non venga dimenticata. “ Ho provato a chiamare anche i miei suoceri ma mi buttano giù il telefono e Vladimira non risponde più neanche alle e-mail,” dice Marco Di Marco.

Anche il suo legale Dina Losco si chiede come abbia fatto Vladimira a scappare in Slovacchia nonostante la donna avesse il divieto di portare il bimbo all’estero. L’auspicio è che le procedure per ottenere il rimpatrio del bambino non si dilatino troppo, un prolungato soggiorno del piccolo Erik in Slovacchia potrebbe portare a un radicamento del bimbo nel nuovo stato estero. Una possibilità che papà Marco vuole scongiurare.


 

ARTICOLO PRECEDENTE

Dopo un anno di battaglie legali con la moglie Vladimira, Marco Di Marco, noto fisioterapista di Porto d’Ascoli, ha visto avversarsi il suo peggior incubo: non sapere dove si trova suo figlio. La donna da circa un mese è tornata in Slovacchia con il piccolo Erik, il figlio di due anni dei coniugi separati da poco più di un anno. Valdimira è tornata nel suo paese di origine nonostante il piccolo Erik fosse affidato in maniera congiunta ad entrambi i genitori.

Ed ora il padre del bambino non ha più alcuna notizia del figlio perché la madre non risponde al telefono e alle e-mail continuando a negare ogni tipo di comunicazione con l’ex marito. Solo grazie al consolato Italiano a Bratislava ha appreso che Erik si trova con la madre in Slovacchia a casa dai nonni materni. “Abbiamo attivato le procedure internazionali per ottenere il rimpatrio del minore – chiarisce la legale di Di Marco, Dina Losco - , auspicando che la Repubblica Slovacca abbia la stessa sollecitudine che le nostre autorità hanno nei casi in cui i bambini stranieri vengono condotti in Italia. Questo per evitare che le procedure possano dilatarsi nei termini non perentori e si possa creare un radicamento nella vita del bambino in un nuovo stato estero. Bambino che però, per due anni, ha vissuto in Italia, per cui, a tutti gli effetti, la sua residenza abituale dev’essere considerata l’Italia”.

Poi l’appello di Marco alla moglie Vladimira, un padre preoccupato che vorrebbe solo riabbracciare il figlio: “Ormai sono distrutto, disperato perché non vedo mio figlio ormai da un mese. Mi è stato sottratto in maniera illecita. Ci tengo molto a nostro figlio, quindi faccio un appello a mia moglie, affinchè riporti Erik il più presto in Italia, perché Erik ha anche bisogno di un padre; non è giusto che mi sia stato tolto. Sono preoccupatissimo, sto vivendo un incubo”.

Un appello accorato e il triste prosieguo di una vicenda matrimoniale burrascosa fatta di querele e discussioni. Nel luglio dello scorso anno fu, infatti, la madre a rivolgersi alla nostra emittente perché convinta che il marito le avesse portato via il figlio. Marco di Marco, invece, tornò dopo pochi giorni da una vacanza con il piccolo a Napoli. Da lì i rapporti rimasero sempre più tesi fatti tesi e ora si spera per il bene di Erik che la vicenda possa risolversi senza troppi strascichi legali, come invece accaduto per l’altro bimbo conteso, il piccolo Mario di Valle Castellana.


Fonte: http://www.tvpitalia.it

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 3473 volte


Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


Il DDL 735 e il voltafaccia politico del M5S: 26 organizzazioni chiedono le dimissioni di Spadafora

Una nutrita schiera di associazioni e organizzazioni a tutela dei diritti civili della famiglia, a seguito...

07/04/2019 - 11:01
Il DDL 735 e il voltafaccia politico del M5S: 26 organizzazioni chiedono le dimissioni di Spadafora

DDL 735, confronto acceso nella maggioranza. Cosa bolle in pentola? E soprattutto, cosa chiede il M5S?

Il percorso del DDL Pillon in Parlamento si rivela meno facile di quanto non potesse sembrare. Anche...

15/09/2018 - 08:52
DDL 735, confronto acceso nella maggioranza. Cosa bolle in pentola? E soprattutto, cosa chiede il M5S?

Non solo Italia. In Spagna una deriva giudiziaria discrimina economicamente i mariti

Un breve articolo compare il 15 aprile sul portale Studio Cataldi, sempre molto utile per dottrina ed...

13/04/2017 - 11:08
Non solo Italia. In Spagna una deriva giudiziaria discrimina economicamente i mariti

Adiantum, Nestola in Tv su Rai2: «6 milioni di uomini vittime di violenza»

Ieri sera in prima serata su Rai 2 nella trasmissione "Nemo – nessuno escluso", il Dott....

14/04/2017 - 21:20
Adiantum, Nestola in Tv su Rai2: «6 milioni di uomini vittime di violenza»

19 Marzo, D´Auria: undici anni dal Condiviso ed ancora ostruzionismi. Cardinale: riflettiamo sul sistema

Francesco D’Auria, Segretario nazionale Adiantum, lancia un appello a tutti i genitori...

19/03/2017 - 12:20
19 Marzo, D´Auria: undici anni dal Condiviso ed ancora ostruzionismi. Cardinale: riflettiamo sul sistema

Scagliusi al Governo: modificare il trattato Aja sulle sottrazioni internazionali

Interpellanza al Presidente del Consiglio, da parte del deputato Emanuele Scagliusi (M5S) in materia di...

21/11/2016 - 15:55
Scagliusi al Governo: modificare il trattato Aja sulle sottrazioni internazionali


Le Notizie più Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 2 commenti


22.43  di mercoledì 05/12/2012
scritto da  izua
Noi abbiamo visto come Marco Di Marco faceva piangere il piccolo sulla strada e strappava il bimbo dalle braccia di madre, lo conosciamo,.....propabilmente la verita sara altrove? E semplice buttare tutto sporco solo e lei, e lei che dice?

22.31  di mercoledì 05/12/2012
scritto da  luljzi

marco Di Marco e una molto falsa e freda persona, dipendente dai suou genitori, non teneva a propria famiglia, a figlio, moglie, futuro insieme,ha sottrato il figlio alla madre piu volte questo non si scrive,e altre cose, e farsi la pubblicita, voleva essere senza responsabilita, adesso scrive solo le buggie!!!


1


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2019 - Codice Fiscale: 97611760584