Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Emendamenti-killer al DDL 957, che succede in casa PD e IDV? Un suicidio politico

News e Comunicati Stampa


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Emendamenti-killer al DDL 957, che succede in casa PD e IDV?  Un suicidio politico
Silvia Della Monica (PD)

18/07/2012 - 17.24

Il DDL 957 (c.d. Condiviso bis) non finisce di far discutere. E' già tempo di emendamenti, e da quelli depositati emerge un elemento chiaro: al momento i due poli che più osteggiano il Condiviso bis sono l'Italia dei Valori e il Partito Democratico.

In casa IDV, nei giorni scorsi, si sarebbe consumata una querelle interna sulle firme degli emendamenti presentati dai senatori Li Gotti e Bugnone. Il primo dei due, a quanto pare (anche a seguito del tam-tam di protesta nella Rete, con tanto di gruppi FB che sollecitavano a non votare IDV) avrebbe fatto dietro-front e ritirato la firma. Voci di corridoio - ancora da verificare - dicono che il senatore Li Gotti, in realtà, non avrebbe mai firmato gli emendamenti presentati poi dalla sola senatrice Bugnano. Tant'è, staremo a vedere.

Nel PD, in particolare, le proposte di modifica depositate a prima firma da Della Monica (PD) sono quelli più "distruttivi" e quindi pericolosi. Con grande sorpresa, sono stati firmati anche dal Radicale Perduca. Sulla faccenda - piuttosto imbarazzante per il partito che annovera accese sostenitrici del vero Condiviso come la Bernardini e la Poretti - è bene precisare che gli emendamenti che deposita il partito democratico vengono sottoscritti in automatico da tutti i senatori del pd che fanno parte della commissione giustizia del senato (Perduca compreso). Pertanto, si tratta di un atto dovuto. Ma mentre il parlamentare radicale ha già assicurato che al momento del voto ritirerà la sua firma da tutti gli emendamenti del PD, le intenzioni del democratico (...) Della Monica appaiono gravi e non fanno pensare a nulla di buono.

Alla luce dei fatti, sul ddl 957 nel PD la confusione regna sovrana. Due pezzi grossi del partito (ossia i magistrati Maritati e Carofiglio) hanno sottoscritto il disegno di legge Serra/Maglietta e nel contempo hanno sottoscritto gli emendamenti-killer di Della Monica!

Cosa è successo ? Forse la senatrice Della Monica ha fiutato il pericolo che sui suoi emendamenti il partito non la seguisse per intero, e il duo Serafini/Della Monica ha precettato tutti i senatori del PD a sottoscrivere le modifiche  anti-condiviso bis ?

Se così è stato - e soltanto in questo modo si spiegherebbe l'enorme contraddizione politica tra la firma di un DDL e il sostegno agli emendamenti che difatto lo ucciderebbero -, nel caso di Maritati e Carofiglio non ci sarebbe allora alcun disguido 

Una cosa è sicura: al momento del voto ne vedremo delle belle. Il Partito Democratico si potrebbe spaccare e una parte minoritaria ma importante dei democrats potrebbe votare contro gli emendamenti di Della Monica. 

Ma c'è un punto ancora più importante, per il quale il "suicidio politico" del PD non finirebbe qui. Il gruppo dei democratici avrebbe presentato un ordine del giorno nel quale chiede al Governo di incentivare/dar vita/istituire la mediazione familiare in ogni sua possibile forma e, nel contempo, ha presentato degli emendamenti volti a sopprimere la mediazione familiare contenuta nel ddl 957!

Davvero una "genialata", non c'è che dire... Sarebbe bello conoscere le persone che preparano loro i testi da depositare. Tra i peones e i loro portaborse, la differenza corre sul filo dell'ignoranza.


Fonte: Redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 5484 volte






Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


Il DDL 735 e il voltafaccia politico del M5S: 26 organizzazioni chiedono le dimissioni di Spadafora

Una nutrita schiera di associazioni e organizzazioni a tutela dei diritti civili della famiglia, a seguito...

07/04/2019 - 11:01
Il DDL 735 e il voltafaccia politico del M5S: 26 organizzazioni chiedono le dimissioni di Spadafora

DDL 735, confronto acceso nella maggioranza. Cosa bolle in pentola? E soprattutto, cosa chiede il M5S?

Il percorso del DDL Pillon in Parlamento si rivela meno facile di quanto non potesse sembrare. Anche...

15/09/2018 - 08:52
DDL 735, confronto acceso nella maggioranza. Cosa bolle in pentola? E soprattutto, cosa chiede il M5S?

Non solo Italia. In Spagna una deriva giudiziaria discrimina economicamente i mariti

Un breve articolo compare il 15 aprile sul portale Studio Cataldi, sempre molto utile per dottrina ed...

13/04/2017 - 11:08
Non solo Italia. In Spagna una deriva giudiziaria discrimina economicamente i mariti

Adiantum, Nestola in Tv su Rai2: «6 milioni di uomini vittime di violenza»

Ieri sera in prima serata su Rai 2 nella trasmissione "Nemo – nessuno escluso", il Dott....

14/04/2017 - 21:20
Adiantum, Nestola in Tv su Rai2: «6 milioni di uomini vittime di violenza»

19 Marzo, D´Auria: undici anni dal Condiviso ed ancora ostruzionismi. Cardinale: riflettiamo sul sistema

Francesco D’Auria, Segretario nazionale Adiantum, lancia un appello a tutti i genitori...

19/03/2017 - 12:20
19 Marzo, D´Auria: undici anni dal Condiviso ed ancora ostruzionismi. Cardinale: riflettiamo sul sistema

Scagliusi al Governo: modificare il trattato Aja sulle sottrazioni internazionali

Interpellanza al Presidente del Consiglio, da parte del deputato Emanuele Scagliusi (M5S) in materia di...

21/11/2016 - 15:55
Scagliusi al Governo: modificare il trattato Aja sulle sottrazioni internazionali


Le Notizie più Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 7 commenti


00.03  di lunedì 23/07/2012
scritto da  PRC
Abbiamo già assistito al suicidio del PRC di Bertinotti.
Nel 2006 furono gli unici a non votare a favore della pdl 66, poi divenuto L.54/2006, astenendovisi.
Nel 2008 sono scomparsi dai ruoli parlamentari, dopo che in campagna elettorale avevano cercato di raccattar consensi mettendo nel programma una legge revanscista contro la 54/06.
Certamente il PRC era gravato da enormi fardelli ideologici e sicuramente non era in grado di reggere l´ulteriore "piuma" della sponsorizzazione del femminismo più becero.
È stramazzato come il proverbiale ciuco.
La storia si ripete? In farsa.

14.42  di sabato 21/07/2012
scritto da  Federico
Suicidi PD (e IDV). Sembrava strano che in Italia si potessero fare le cose che tutto l´Occidente fa. Restituire ai figli (e soprattutto ai bimbi) il loro ruolo: quello di avere un padre ed una madre che li amano e di cui hanno bisogno. E´noto invece che, nell´attuale regime (così come attuato dai Tribunali), i figli sono degradati a mera merce di scambio (quanto all´assegno) e di ricatto (quanto al collocamento). Sembra difficile, in Italia, capire che se si recidono questi due tumori, come per incanto i figli -che non debbono pagare scelte o colpe degli adulti- torneranno ad avere due genitori che dovranno impegnarsi ed assumersi al massimo livello le loro responsabilità di genitori.
Non più la dolorosissima privazione di uno di essi (in genere il padre, ridotto a babysitter ed ufficiale pagatore) ed il sentirsi merce di scambio. Ma da noi prevale la logica di partito, nel senso deteriore di coltivazione del proprio orto elettorale. Una riforma trasversale (come il DL 957) non dovrebbe essere boicottata, sulla pelle dei bimbi, per tali biechi motivi. E se poi il proprio orticello la pensasse (COME LA PENSA) diversamente?

15.51  di venerdì 20/07/2012
scritto da  Raffaele
Ci rivedremo alle elezioni, sappiamo chi NON votare!

13.29  di giovedì 19/07/2012
scritto da  padre separato
L´ importante e´ avere nomi e cognomi di certi scempi!!!
Alle prossime elezioni(con la dovuta riforma elettorale),sapremo chi e cosa scrivere sulla tessera elettorale...p.s.: mi sembra che il pdl sia dato al 28% e il pd al 25%...buona continuazione on. Della Monica...nel far perdere l´ elezioni al suo partito

11.09  di giovedì 19/07/2012
scritto da  raffaele bottacchi
Sicuramente prima o poi mi metto nei guai, ma le cose vanno dette, la verità deve essere la base per costruire il nostro futuro,l´articolo in questione parla chiaro, parla di Ministri che sono mine vaganti, a Milan se diseva:

´la mano destra la sa no quel che fa la sinistra´.


1 - 2


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2022 - Codice Fiscale: 97611760584