Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Non creiamo stereotipi di genere, uomini e donne insieme contro la violenza - di Massimiliano

Io penso che...


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Non creiamo stereotipi di genere, uomini e donne insieme contro la violenza - di Massimiliano

15/06/2012 - 14.02

Non basta dire che sono più gli uomini ad uccidere le donne, anche perchè per uccidere un uomo non serve la pistola o un coltello, inutile sporcarsi le mani con armi che tra le altre cose risultano illegali! Meglio usare altre armi "legalizzate"...sono armi che hanno tanti nomi e modelli...si chiamano figli.

Una donna violenta (quindi non parlo di tutte le donne) non deve andare in un´armeria ma andare da un avvocato che le dice di andare in Tribunale, dove male che gli va otterrà la collocazione prevalente del figlio, la casa ed un mantenimento, armi potentissime con le quali vendicarsi dell´ex, uccidendolo piano piano magari dissanguandolo, denigrandolo come marito, come padre. Forse queste non le sembrano abbastanza odiose e gravi? Queste donne non lo fanno perchè si sentono ferite dall´ex marito o ex compagno? I comportamenti di queste donne non dovrebbero essere altrettanto deprecabili?

Peccato che a parte i casi eclatanti di violenza e persecuzione dell´uomo sulla donna, per gli altri casi non è facile distinguere il carnefice dalla vittima, e farlo richiederebbe un tempo e mezzi d´indagine che una certa giustizia non attende. Anche in questi casi purtroppo si può giungere a condanne stereotipate. Anche tanti padri e maschi denunciano la discriminazione in sede giudiziale e non solo. Un esempio, se una donna chiama la polizia, il maschio viene già visto male, alla donna basta una crisi di pianto e mostrare uno stato di agitazione per indurre a pensare di aver subito l´aggressione.

Vogliamo parlare dei referti di pronto soccorso? Molti sono verissimi, ma tanti sono creati ad arte con prognosi non verificabili con esami oggettivi, che non sono periziabili perchè hanno pochi giorni di prognosi, la denuncia viene fatta guarda caso dopo 3 mesi esatti dalla presunta aggressione. Quindi a guarigione attenuta e senza che una perizia medico-legale possa verificare i danni.

Se una donna ti aggredisce anche per prima e tu ti difendi come pensi che andrà a finire? Che lei dirà di essersi difesa e se anche il maschio dicesse la stessa cosa (e magari in questo caso è vero) chi verrà creduto di più? E questo proprio per quegli stereotipi di cui lei stessa è cosciente. La Spinelli sa che oltre l´80% delle denunce post separative sono create ad arte per poi invocare che il maschio venga allontanato definitivamente dalla vita sua e del figlio? Lo sa cosa basta per fare ciò? Dire che il bambino ha le parti intime arrossate o che racconta di aver dormito con il padre....allora intanto si allontana dal padre poi passano gli anni per verificare se è vero poi nel caso di assoluzione altro periodo di riavvicinamento a piccole dosi..due vite distrutte.....se non le ha sentite queste storie può cercarle nella rete. La Spinelli sa cosa accade al genitore che ha denunciato queste calunnie? Niente..anzi, alla calunniatrice si riconosce la buona fede perchè voleva proteggere il figlio!

Quando queste false accuse vengono scoperte a quante donne viene tolto l´affidamento? A nessuna. In quale articolo della legge 54/2006 e negli attuali si prefigurerebbe un danno per le donne e per i bambini, e dove si parlerebbe male delle donne o si attribuirebbe la facoltà dell´uomo a maltrattarle? Mi pare che si parli di applicare un principio di affidamento condiviso e di bigenitorialità, che fino ad ora manca totalmente! O la Spinelli vorrebbe dire che le sentenze attuali realizzano la bigenitorialità? Cercare scuse per limitare i tempi di permanenza con l´altro genitore non dovrebbero essere puniti severamente? Pensa che accada tutto ciò?

Discutere sta bene, dire che non si fa abbastanza contro le tante forme di violenza, che colpiscono anche le donne, ma qui non si può fare una battaglia di classe. La difesa di genere, da entrambe le parti, è buona solo a creare lo stereotipo del maschio cattivo e della donna malevola. Ecco perchè la violenza deve essere combattuta non da associazioni di categoria ma insieme, uomini e donne. Mettendoci al tavolo per capire come vanno scoperti i veri furbi (uomini e donne) e tutelati i veri deboli (uomini e donne).


Fonte: Redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 4065 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


La storia di Pasquale: dopo 8 anni non vedo e non sento i miei figli

E' passato un altro anno, e la mia situazione non cambia, ma peggiora,  e tutto questo...

07/04/2019 - 10:23
La storia di Pasquale: dopo 8 anni non vedo e non sento i miei figli

False accuse di abuso sessuale, effetti della calunnia. Come si distrugge una persona

La mia ex, di nazionalità straniera, che ho amato alla follia e dalla cui relazione è nata una...

09/03/2017 - 12:40
False accuse di abuso sessuale, effetti della calunnia. Come si distrugge una persona

Loris. Tutti gli uomini sono violenti.... tranne il marito della Panariello

Depositate le motivazioni della sentenza di condanna per Veronica Panarello (dalla Redazione...

14/02/2017 - 18:19
Loris. Tutti gli uomini sono violenti.... tranne il marito della Panariello

Quando indagine ISTAT fa rima con bufala. Ogni 25 novembre

"....Sono 3 milioni e 466mila in Italia le donne che hanno subito stalking da parte di qualcuno...

25/11/2016 - 11:06
Quando indagine ISTAT fa rima con bufala. Ogni 25 novembre

Le pari opportunità sono impari, e questo non favorisce le pari opportunità tra genitori - di Ed

Negli utlimi giorni ho fatto una ricerca accurata sulla questione delle "pari...

29/09/2016 - 14:57
Le pari opportunità sono impari, e questo non favorisce le pari opportunità tra genitori - di Ed

La difesa della violenza a sesso unico. Quello che succede oggi viene pianificato da tempo

In un recente articolo di Fabio Nestola ADIANTUM, in relazione all'attività di moral...

04/04/2016 - 11:45
La difesa della violenza a sesso unico. Quello che succede oggi viene pianificato da tempo


Le Notizie più Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 3 commenti


19.03  di venerdì 21/09/2012
scritto da  carlo
sono daccordissimo con questo articolo(complimenti alla SPINELLI)

08.00  di martedì 19/06/2012
scritto da  Stefano Aderente class action
Tutto verissimo, purtroppo, l´articolo rispecchia la realtà ed è dura conviverci. Tutto contro il padre pur di essere allontanato dal figlio: alti assegni di mantenimento, false denunce e privazione genitoriale. Altro che uomini violenti, sicuramente esesperati e ridotti al silenzio con un Triunale Minori e ordinario portatore di conflitti e disparità. Dietro all´interesse del minore si nascondono interessi economici difesi dalla casta degli avvocati e altri professionisti.
Basta!! Vogliamo risposte concrete.

11.32  di domenica 17/06/2012
scritto da  raffaele bottacchi
Articolo meraviglioso, ma intanto le statistiche parlano di padri stupidi che subiscono tutto quello che sappiamo ed in silenzio. Al tavolo a perdere tempo sarà meglio che vada qualcun altro a me serve il CAMBIAMENTO IMMEDIATO.



1


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2019 - Codice Fiscale: 97611760584