Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Antonio Guidi a Trento: un chilo di bambino ha un valore maggiore di un chilo di eroina

News e Comunicati Stampa


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Antonio Guidi a Trento: un chilo di bambino ha un valore maggiore di un chilo di eroina
Antonio Guidi

13/06/2012 - 00.21

Con le parole "vale più un chilo di bambino che un chilo di eroina" l’onorevole Antonio Guidi, specialista in neurologia e neuropsichiatria infantile e medico neurologo, ministro della famiglia e solidarietà sociale nel primo governo Berlusconi e sottosegretario alla salute nel secondo, ha dipinto sagacemente la situazione della giustizia minorile nel corso del convegno  dal tema Ridateci i nostri figli, organizzato e promosso da CCDU (Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani), PSF (Pronto Soccorso Famiglie) e ADIANTUM, e tenuto presso la Sala di Rappresentanza del Palazzo della Regione a Trento.

Il convegno è stato un enorme successo con oltre 300 presenze e aveva come sottotitolo “La crisi economica colpisce le famiglie ma non le case famiglia. Perché psichiatri, psicologi e assistenti sociali hanno il potere di portar via i nostri figli?”. Questa serata ha chiarito ai partecipanti e alla cittadinanza alcune importanti (e negative) "sfumature" sul problematiche del sistema e sulle possibili soluzioni. Il convegno è anche disponibile su YouTube per chi non ha potuto partecipare.

Nel convegno sono stati descritti i problemi e le difficoltà principali in ambito minorile come ad esempio i numeri impressionanti, con stime ufficiali di 32.000 bambini sottratti alle famiglie e 1,9 miliardi di euro per finanziare questo sistema. Purtroppo il Trentino non è la pecora nera in Italia solo perché battuto dalla Liguria per le percentuali di bambini sottratti, mentre il rapporto tra i bambini ospitati in strutture residenziali e quelli ospitati in famiglie affidatarie è di circa 3 bambini in casa famiglia contro 1 in famiglia affidataria, una percentuale bassissima e scandalosa se confrontata ai 10 milioni e mezzo di euro spesi per i nostri bambini. A tutto questo si aggiunge l’assordante assenza del presidente della 4a commissione Mattia Civico e dell’assessore alle politiche sociali Violetta Plotegher che sarebbero potuti venire ad ascoltare gli insigni relatori per assistere meglio le famiglie e i nostri bambini.

Purtroppo, a differenza del resto d’Italia, dove il dibattito sui cambiamenti è comunque presente nelle istituzioni, il "sistema trentino" si oppone a qualsiasi tentativo di riforma. La mozione di riforma dei servizi sociali del consigliere comunale Gabriella Maffioletti non è stata approvata. Lo stesso per le misure di sostegno ai genitori separati. Anche i documenti e DDL presentati da Bruno Firmani e Pino Morandini sono stati bocciati. Nella nostra regione, pochi giorni fa, un bambino di tre anni è stato sottratto alla famiglia mentre la mamma partoriva un’altra bambina, sebbene avesse una forte rete famigliare di sostegno. Piange disperato in una casa famiglia e nessuno lo ascolta. Ci sono decine e decine di segnalazioni di bambini sottratti che vorrebbero tornare in famiglia e non vengono ascoltati. E le recenti fughe di bambini dalla comunità di Bedollo e dal villaggio SOS sono solo la punta dell’iceberg. Ricordiamo che Casa Padre Angelo è stata appena ispezionata dai NAS, mentre il flagrante conflitto di interesse del dott. Antonio Mazza, presidente di una casa di accoglienza, che ha seduto in giudizio come giudice onorario in un procedimento che riguardava una mamma ospite della sua stessa comunità, è ora oggetto di interrogazioni comunali, provinciali e parlamentari.

Ma durante i lavori del convegno è stata data anche grande enfasi ai cambiamenti in atto. Primo tra tutti, quello che scaturisce dal Senato, che il 22 maggio 2012 ha approvato all'unanimità la richiesta di dichiarazione d'urgenza per l'esame congiunto in Commissione giustizia dei DDL vertenti su materie relative all'istituzione di sezioni specializzate per le controversie in materia di persone e di famiglia e di soppressione dei tribunali per i minorenni. Sono state raccolte centinaia di firme a sostegno di questa riforma che si aggiungono alle migliaia già raccolte e consegnate al Senato.

L'evento è stato moderato da Silvio De Fanti, Vice Presidente del Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani, mentre i relatori sono stati l’On. Antonio Guidi, Specialista in neurologia e neuropsichiatria infantile e medico neurologo, l’avv. Francesco Miraglia, Avvocato del foro di Modena e coautore del libro “Ridateci i nostri figli”, Antonella Flati, Presidente dell’Associazione Pronto Soccorso Famiglie e Gabriella Maffioletti, Consigliere del Comune di Trento e delegata Adiantum per il Trentino.

 

Paolo Roat


Fonte: Redazione - Paolo Roat

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 4818 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


Il DDL 735 e il voltafaccia politico del M5S: 26 organizzazioni chiedono le dimissioni di Spadafora

Una nutrita schiera di associazioni e organizzazioni a tutela dei diritti civili della famiglia, a seguito...

07/04/2019 - 11:01
Il DDL 735 e il voltafaccia politico del M5S: 26 organizzazioni chiedono le dimissioni di Spadafora

DDL 735, confronto acceso nella maggioranza. Cosa bolle in pentola? E soprattutto, cosa chiede il M5S?

Il percorso del DDL Pillon in Parlamento si rivela meno facile di quanto non potesse sembrare. Anche...

15/09/2018 - 08:52
DDL 735, confronto acceso nella maggioranza. Cosa bolle in pentola? E soprattutto, cosa chiede il M5S?

Non solo Italia. In Spagna una deriva giudiziaria discrimina economicamente i mariti

Un breve articolo compare il 15 aprile sul portale Studio Cataldi, sempre molto utile per dottrina ed...

13/04/2017 - 11:08
Non solo Italia. In Spagna una deriva giudiziaria discrimina economicamente i mariti

Adiantum, Nestola in Tv su Rai2: «6 milioni di uomini vittime di violenza»

Ieri sera in prima serata su Rai 2 nella trasmissione "Nemo – nessuno escluso", il Dott....

14/04/2017 - 21:20
Adiantum, Nestola in Tv su Rai2: «6 milioni di uomini vittime di violenza»

19 Marzo, D´Auria: undici anni dal Condiviso ed ancora ostruzionismi. Cardinale: riflettiamo sul sistema

Francesco D’Auria, Segretario nazionale Adiantum, lancia un appello a tutti i genitori...

19/03/2017 - 12:20
19 Marzo, D´Auria: undici anni dal Condiviso ed ancora ostruzionismi. Cardinale: riflettiamo sul sistema

Scagliusi al Governo: modificare il trattato Aja sulle sottrazioni internazionali

Interpellanza al Presidente del Consiglio, da parte del deputato Emanuele Scagliusi (M5S) in materia di...

21/11/2016 - 15:55
Scagliusi al Governo: modificare il trattato Aja sulle sottrazioni internazionali


Le Notizie più Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Non ci sono ancora commenti


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2022 - Codice Fiscale: 97611760584