Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Pedofilia, si dimette vescovo irlandese. Nuove accuse dalla Germania

News e Comunicati Stampa


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Pedofilia, si dimette vescovo irlandese. Nuove 

accuse dalla Germania

24/03/2010 - 22.46

Lo scandalo pedofilia continua a scuotere la Chiesa in nord Europa. Benedetto XVI ha accettato la rinuncia al governo pastorale della diocesi di Cloyne in Irlanda presentate da monsignor John Magee, 74 anni, dal 1969 al 1987 potente ex segretario personale di tre Papi. Ne dà notizia la Sala Stampa della Santa Sede. Magee fu chiamato da Paolo VI ad assisterlo come segretario personale, posizione che mantenne con Giovanni Paolo I, e fu uno dei testimoni della sua improvvisa morte, e di Giovanni Paolo II. Wojtyla nominò successivamente Magee maestro delle cerimonie pontificie prima di rimandarlo in patria con l´incarico di vescovo dell´importante diocesi di Cloyne. Il caso degli abusi sessuali nella diocesi di Cloyne è stato uno dei primi e più clamorosi scandali a colpire la Chiesa cattolica irlandese. Nel giugno 2008, un rapporto del presidente del National Board for Child Protection irlandese, Ian Elliott, aveva condannato la gestione da parte di Magee e del suo delegato per la protezione dei bambini, Denis O´Callaghan, di due preti pedofili. Dopo la pubblicazione del rapporto e numerose richieste di dimissioni di monsignor Magee, papa Benedetto XVI aveva nominato un amministratore apostolico per la diocesi di Cloyne nel marzo 2009, su richiesta dello stesso Magee: l´arcivescovo di Cashel, monsignor Dermot Clifford, aveva assunto la gestione della diocesi mentre l´ex-segretario di Paolo VI era rimasto vescovo per dedicarsi, aveva spiegato, a cooperare con l´inchiesta a tempo pieno. Le dimissioni arrivano dopo la Lettera Pastorale di Benedetto XVI che qualifica come peccati sia gli abusi dei preti che le coperture offerte dai vescovi. Monsignor Magee è il secondo vescovo irlandese che si dimette a causa dello scandalo denunciato da due rapporti governativi (Ryan e Murphy) che ha spinto il Papa a inviare, di recente, una lettera ai cattolici irlandesi. Dei sei vescovi accusati dal rapporto Murphy di insabbiamento dei casi di abusi sessuali sui minori, si è già dimesso il vescovo di Limerick Donal Murray, mentre hanno rassegnato le dimissioni, ancora non accettate dal Papa, James Moriarty (vescovo di Kildare e Leighlin), Raymond Field e Eamonn Walsh (vescovi ausiliari di Dublino). Monsignor Martin Drennan, vescovo di Galway e Kilmacduagh, fa resistenza all´ipotesi dimissioni, mentre monsignor Dermot O´Mahony è già in pensione per raggiunti limiti di età. Intanto è emersa una nuova accusa a carico di Peter Hullermann, il prete pedofilo che papa Ratzinger, quando era arcivescovo, aveva accettato di far curare nella propria diocesi di Monaco di Baviera nel 1980 ma che poi era stato anche impiegato in attività pastorali per dichiarata colpa del suo vicario, Gerhard Gruber e poi trasferito dal successore dell´attuale pontefice. Lo ha reso noto oggi l´arcivescovado di Monaco di Baviera e Frisinga precisando che "il presunto abuso sarebbe avvenuto nel 1998, quando "il prete H." era amministratore parrocchiale a Garching/Alz, sempre in Baviera. "Il caso non è caduto in prescrizione e la presunta vittima era all´epoca minorenne", informa un comunicato, annunciando che l´informazione è stata trasmessa alla Procura e ricordando che il religioso è stato già sospeso.


Fonte: Redazione - Repubblica.it

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 1264 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


Il DDL 735 e il voltafaccia politico del M5S: 26 organizzazioni chiedono le dimissioni di Spadafora

Una nutrita schiera di associazioni e organizzazioni a tutela dei diritti civili della famiglia, a seguito...

07/04/2019 - 11:01
Il DDL 735 e il voltafaccia politico del M5S: 26 organizzazioni chiedono le dimissioni di Spadafora

DDL 735, confronto acceso nella maggioranza. Cosa bolle in pentola? E soprattutto, cosa chiede il M5S?

Il percorso del DDL Pillon in Parlamento si rivela meno facile di quanto non potesse sembrare. Anche...

15/09/2018 - 08:52
DDL 735, confronto acceso nella maggioranza. Cosa bolle in pentola? E soprattutto, cosa chiede il M5S?

Non solo Italia. In Spagna una deriva giudiziaria discrimina economicamente i mariti

Un breve articolo compare il 15 aprile sul portale Studio Cataldi, sempre molto utile per dottrina ed...

13/04/2017 - 11:08
Non solo Italia. In Spagna una deriva giudiziaria discrimina economicamente i mariti

Adiantum, Nestola in Tv su Rai2: «6 milioni di uomini vittime di violenza»

Ieri sera in prima serata su Rai 2 nella trasmissione "Nemo – nessuno escluso", il Dott....

14/04/2017 - 21:20
Adiantum, Nestola in Tv su Rai2: «6 milioni di uomini vittime di violenza»

19 Marzo, D´Auria: undici anni dal Condiviso ed ancora ostruzionismi. Cardinale: riflettiamo sul sistema

Francesco D’Auria, Segretario nazionale Adiantum, lancia un appello a tutti i genitori...

19/03/2017 - 12:20
19 Marzo, D´Auria: undici anni dal Condiviso ed ancora ostruzionismi. Cardinale: riflettiamo sul sistema

Scagliusi al Governo: modificare il trattato Aja sulle sottrazioni internazionali

Interpellanza al Presidente del Consiglio, da parte del deputato Emanuele Scagliusi (M5S) in materia di...

21/11/2016 - 15:55
Scagliusi al Governo: modificare il trattato Aja sulle sottrazioni internazionali


Le Notizie più Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Non ci sono ancora commenti


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2019 - Codice Fiscale: 97611760584