Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Radicali, presentata interrogazione sulla vicenda di Fabrizio Adornato

In Primo Piano


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Radicali, presentata interrogazione sulla vicenda di Fabrizio Adornato
Adornato con i suoi sostenitori

21/07/2011 - 10.29

I radicali italiani, a firma degli onorevoli Perduca e Poretti, hanno presentato una interrogazione parlamentare sul caso del maresciallo Fabrizio Adornato, che ha condotto un estenuante sciopero della fame contro la malagiustizia familiare che lo ha colpito e, ad oggi, non è ancora stato ricevuto dal Presidente Napolitano. Il Capo dello Stato riceve giornalmente le visite di cittadini, scolaresche, funzionari del settore pubblico, amministratori degli enti locali e di categorie professionali, e più in generale esponenti della Società Civile che vengono ammessi al suo cospetto.

Ma il maresciallo Adornato, che nel Presidente ha il suo comandante in capo, non riesce ancora a farsi ricevere. Da Napolitano, in tutti questi anni, un colpevole silenzio nei confronti delle famiglie separate.

Questo il testo dell'interrogazione:

PERDUCA, PORETTI - Al Ministro della giustizia - Premesso che: 

l'8 febbraio 2006, il Parlamento ha approvato a larghissima maggioranza la legge n. 54 (cosiddetto affido condiviso), contenente disposizioni in materia di separazione dei genitori e affidamento dei figli;

il principale enunciato di questa norma, in linea con la cultura dominante, in tema di famiglie separate, vigente nei Paesi dell'Unione europea, afferma che «Anche in caso di separazione personale dei genitori il figlio minore ha il diritto di mantenere un rapporto equilibrato e continuativo con ciascuno di essi, di ricevere cura, educazione e istruzione da entrambi e di conservare rapporti significativi con gli ascendenti e con i parenti di ciascun ramo genitoriale»;

il signor F. Adornato, Maresciallo capo e vice Comandante della stazione Carabinieri di Ronco Scrivia (Genova), genitore separato di una bambina di cui avrebbe l'affidamento condiviso, per via di decisioni discutibili adottate dai tribunali non riesce più a condurre una vita normale e altissimo è il rischio di non potersi più relazionare adeguatamente con la propria figlia;

per quanto risulta agli interroganti, negli anni, i magistrati hanno emesso sentenze ad esclusiva tutela della figura materna, dando prova di accanimento giudiziario, perseguendo interessi personali e commettendo chiare omissioni in fase processuale;

così, dal 2001 lo stipendio del maresciallo Adornato è stato decurtato di una cifra pari a circa 500 euro, e dal mese di febbraio 2011 la decurtazione, per effetto di un pignoramento agito dall'ex moglie e incondizionatamente accolto dai giudici, è salita ad euro 820 mensili;

con i rimanenti 700 euro il maresciallo Adornato, a dispregio della documentazione da cui ben si evince la sua situazione reddituale, dovrebbe pagare l'affitto del nuovo immobile, la rata dell'autoveicolo, il vitto suo e della bambina, le utenze di luce, gas ed acqua, nonché condurre una pur minima vita sociale;

l'impossibilità di rispettare gli impegni economici, evidentemente superiori al reddito disponibile, non consentirà al maresciallo Adornato di continuare a condurre un'abitazione e seguire la crescita della figlia in un ambiente familiare adeguato;

il maresciallo Adornato ha sporto denuncia nei confronti di tre pubblici ministeri e di tre vice procuratori onorari della Procura di Genova per omissione di atti d'ufficio ed interesse privato in atti d'ufficio;

di tali esposti/querele, nonostante sia trascorso molto tempo, non v'è ancora alcun riscontro da parte della magistratura competente;

tale stato di cose, inoltre, ha costretto il maresciallo Adornato ad un estenuante sciopero della fame che lo ha portato ad un grave stato di debilitazione fisica, e solo l'intervento di amici e persone che gli vogliono bene ha scongiurato peggiori conseguenze;

vicende come quella del maresciallo Adornato rappresentano, ad avviso degli interroganti, un danno per la collettività intera, per i figli e per tutti i familiari. Migliaia di cittadini italiani oggi versano nelle medesime condizioni del signor Adornato, non trovando alcuna tutela all'interno di prassi giudiziarie che perseguono, in tal modo, l'interesse di un solo genere, discriminando l'altro;

la Repubblica italiana si basa sul principio dello Stato di diritto e del rispetto della legge,

si chiede di sapere quali iniziative nell'ambito delle sue competenze il Governo intenda assumere alla luce di quanto descritto, e in particolare quali iniziative urgenti intenda adottare al fine di garantire la piena applicazione della legge n. 54 del 2006.


Fonte: Redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia Ŕ stata letta 2559 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


26 associazioni di genitori separati chiedono al Governo Conte le dimissioni di Spadafora: il testo

La pazienza è finita. Questa, in sintesi, la presa di posizione di numerose...

07/04/2019 - 14:53
26 associazioni di genitori separati chiedono al Governo Conte le dimissioni di Spadafora: il testo

Dalla L. 54/2006 ai nuovi disegni di legge di modifica del Condiviso. Agire anche sul fronte penale

Di ALESSIO CARDINALE* - Sono trascorsi ormai più di dodici anni dalla entrata in vigore della legge n....

15/09/2018 - 00:53
Dalla L. 54/2006 ai nuovi disegni di legge di modifica del Condiviso. Agire anche sul fronte penale

Aumentano i casi di maestre che maltrattano gli alunni. Eppure nessun allarme, nessun caso mediatico

È quanto riportano le agenzie: dall’inizio dell’anno sono 16 le donne sospese dal...

12/03/2018 - 11:09
Aumentano i casi di maestre che maltrattano gli alunni. Eppure nessun allarme, nessun caso mediatico

Lo sciacallaggio mediatico del Manifesto e la crociata femminista della Romanin - di Fabio Nestola

A leggere certa roba viene il voltastomaco. 

Ormai, nel dilagante...

09/08/2017 - 07:09
Lo sciacallaggio mediatico del Manifesto e la crociata femminista della Romanin - di Fabio Nestola

AIAF si indigna per le linee guida di Brindisi, Orlando risponde: lavoriamo per il Condiviso

Oh, ecco com’è stata recepita dal Ministro la vibrante protesta AIAF.....Il MIUR riconosce che...

02/05/2017 - 13:34
AIAF si indigna per le linee guida di Brindisi, Orlando risponde: lavoriamo per il Condiviso

Linee sul Condiviso nei tribunali, si aggiunge Salerno. ISTAT ammette il flop: chi lo dice ad AIAF?

L’ISTAT pubblica un’analisi dei dati emergenti dalla giurisprudenza 2005/2015, ed ammette la...

11/04/2017 - 11:51
Linee sul Condiviso nei tribunali, si aggiunge Salerno. ISTAT ammette il flop: chi lo dice ad AIAF?


Le Notizie pi¨ Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 4 commenti


19.50  di venerd├Č 21/10/2011
scritto da  Maurizio
Sono un ufficiale dell´Aereonautica in pensione (per poter stare vicino a mia figlia) nelle tue stesse condizioni e con la tua stessa indignazione.
Tieni duro, tua figlia ti ripagherà di tutto, speriamo presto.

17.13  di mercoled├Č 12/10/2011
scritto da  luigi
ti prego fabrizio non mollare tieni duro

10.05  di venerd├Č 22/07/2011
scritto da  Michele C.
Che vergogna, leggere di come la magistratura operi palesi ingiustizie contro i figli dell´Italia! Che vergogna leggere di come le madri siano palesemente maligne verso i padri!



14.37  di gioved├Č 21/07/2011
scritto da  Stefano
Un abbraccio forte al caro Fabrizio, che come tutti noi viene continamente anientato, giordo dopo giorno, dalle separazione.
Prima o poi finirà queste agonie, soprusi, che siamo costretti a subire.


1


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti Ŕ unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilitÓ civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2019 - Codice Fiscale: 97611760584