Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

I padri separati non sono degli incapaci (come si vorrebbe farli sembrare) - di Pino Falvelli

Io penso che...


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


I padri  separati  non sono degli  incapaci (come si vorrebbe farli sembrare) - di Pino Falvelli

06/07/2011 - 09.57

Va bene la libertà di stampa,  ma a tutto c’ è un limite !  L’ art. apparso a pag. 23 del quotidiano “La Repubblica” del  04.07.2011, a firma di Chiara Saraceno,  è quantomeno stigmatizzabile perché  può essere ritenuto vistosamente di parte ed addirittura offensivo per tutta la categoria dei poveri  papà separati ( questa è sicuramente l’ opinione dello scrivente ! ).  

I padri non solo  sono  penalizzati rispetto alle donne che,  grazie al sistema vigente, puntualmente riescono ad ottenere  figli, casa coniugale e consistenti mantenimenti ( una vera e propria rendita vitalizia  ai danni del malcapitato di turno ), ma sono pure costretti a  subire descrizioni come quelle di cui all’ art. in argomento e che non merita ulteriori commenti.

Credo proprio che la Redazione della Repubblica debba delle pubbliche “ scuse” ai  tantissimi papà separati che vengono ridotti in  miseria  ed in “stato di schiavitu’ “ in quanto costretti a dover lavorare per il resto dei loro giorni per assicurare  “la rendita”  alle ex , le quali , a volte, non intendono neppure lavorare, pur avendone tutte le possibilità, per non perdere i  “privilegi” loro assegnati . Le moltissime donne per bene e che, magari, si battono per una vera giustizia e parità tra i sessi e per fare realmente gli interessi dei minori ( e ce ne sono tante, come è pur vero che ci sono uomini mascalzoni che si sottraggono ai propri doveri)  perdonino lo sfogo, ma  quando è troppo  è troppo !

Non bisogna certo generalizzare. E’ inutile continuare a fare  accademie e demagogie. Bisogna finirla di privilegiare un sesso  e di penalizzare altamente l’ altro  trincerandosi dietro la scusa di  dover tutelare i figli. Basta con i mantenimenti  e con l’ assegnazione della casa coniugale .  Occorre una urgente riforma della legislazione  vigente che imponga  l’ assegnazione della casa  a chi è il legittimo proprietario ( se è di entrambi i coniugi separandi  va divisa o venduta  ed il ricavato  ripartito equamente ) e che  abolisca ogni forma di mantenimento. Entrambi i genitori dovrebbero essere “obbligati  al mantenimento diretto dei propri figli” senza alcuna possibilità di potersi sottrarre.

La  legge dovrebbe  stabilire delle  adeguate sanzioni per i trasgressori. Inoltre,  andrebbero quantificati e stabiliti  anche degli importi minimi  sulla base del reddito di ciascun genitore, togliendo, in tal modo, qualsiasi forma di discrezionalità  a riguardo da parte dell’ Organo chiamato a giudicare. Non  è concepibile che  ci  siano delle  differenze  abnormi  nella quantificazione del mantenimento (attualmente per un figlio  si  possono riscontrare differenze che vanno da  qualche centinaio di euro fino alle migliaia di euro  senza alcun giustificato motivo  è ciò  non può essere accettabile perché tutti i bambini  dovrebbero essere trattati allo stesso modo; sarebbe opportuno stabilire delle percentuali di reddito di ciascun coniuge ).

E’ giunto il momento di eliminare tutti gli interessi economici e patrimoniali che ruotano intorno alle separazioni perché sono proprio questi che  favoriscono le conflittualità  e che  costituiscono il vero incentivo a chiedere le separazioni di tipo giudiziale. La quasi certezza di ottenere casa coniugale e consistenti mantenimenti, spesso,  è ciò che spinge  molte donne furbe ed in malafede ad  avviare le separazioni. Se davvero si vogliono eliminare  le gravissime forme di ingiustizia e di inciviltà  che ci sono, occorre prendere atto  che occorre modificare il “sistema” vigente. Soltanto così si faranno realmente gli interessi dei figli che non verranno più contesi  e soltanto in questo modo si potranno salvare moltissime famiglie ed  anime innocenti dal dramma sociale delle separazioni.

Sono tantissimi i padri costretti a dormire  in posti di fortuna  ed a rivolgersi alla  Caritas  per avere un pasto. Centinaia di loro  ogni anno si tolgono la vita  in preda alla disperazione ed alla miseria. Neppure tutte le criminalità organizzate messe insieme fanno tante vittime ( e non è certo l’ incapacità di accettare le separazioni e/o la depressione  a spingerli a gesti estremi  ! ).

Questa non può certo essere definita civiltà  e giustizia .-

 

Pino  FALVELLI


Fonte: Redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia Ŕ stata letta 4254 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


La storia di Pasquale: dopo 8 anni non vedo e non sento i miei figli

E' passato un altro anno, e la mia situazione non cambia, ma peggiora,  e tutto questo...

07/04/2019 - 10:23
La storia di Pasquale: dopo 8 anni non vedo e non sento i miei figli

False accuse di abuso sessuale, effetti della calunnia. Come si distrugge una persona

La mia ex, di nazionalità straniera, che ho amato alla follia e dalla cui relazione è nata una...

09/03/2017 - 12:40
False accuse di abuso sessuale, effetti della calunnia. Come si distrugge una persona

Loris. Tutti gli uomini sono violenti.... tranne il marito della Panariello

Depositate le motivazioni della sentenza di condanna per Veronica Panarello (dalla Redazione...

14/02/2017 - 18:19
Loris. Tutti gli uomini sono violenti.... tranne il marito della Panariello

Quando indagine ISTAT fa rima con bufala. Ogni 25 novembre

"....Sono 3 milioni e 466mila in Italia le donne che hanno subito stalking da parte di qualcuno...

25/11/2016 - 11:06
Quando indagine ISTAT fa rima con bufala. Ogni 25 novembre

Le pari opportunitÓ sono impari, e questo non favorisce le pari opportunitÓ tra genitori - di Ed

Negli utlimi giorni ho fatto una ricerca accurata sulla questione delle "pari...

29/09/2016 - 14:57
Le pari opportunitÓ sono impari, e questo non favorisce le pari opportunitÓ tra genitori - di Ed

La difesa della violenza a sesso unico. Quello che succede oggi viene pianificato da tempo

In un recente articolo di Fabio Nestola ADIANTUM, in relazione all'attività di moral...

04/04/2016 - 11:45
La difesa della violenza a sesso unico. Quello che succede oggi viene pianificato da tempo


Le Notizie pi¨ Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 13 commenti


14.42  di domenica 31/07/2011
scritto da  davide
...all´inizio saremo in pochi, ma con un po´ di pubblicit├á e passa parola divveremo molti...io sono fiducioso...

01.15  di domenica 24/07/2011
scritto da  Pino FALVELLI
Per raggiungere l´ obiettivo occorre coesione ed impegno da parte di noi tutti. In pochi non riusciremo mai a fare gran ch├Ę (solo con l´ ausilio e l´ impegno di tutti si faranno anche i fatti ).

01.05  di gioved├Č 21/07/2011
scritto da  davide
sono d´accordo con Pino Falvelli, secondo me si pu├▓ gi├á partire col progetto del Movimento. Ma a casa mia le chiacchiere stanno a zero....a buon intenditor, poche parole....

08.43  di sabato 16/07/2011
scritto da  Padre separato
Regaliamo alla giornalista SARACENO un bel VOCABOLARIO ad hoc con il significato di una sola parola:" DIGNITA´!!!! In Italia il matrimonio ├Ę sempre pi├╣ un contratto con il quale le donne si sistemano a VITA! E´ come dire:"non trovo lavoro? Semplice! Ora mi sposo!!!

00.30  di mercoled├Č 13/07/2011
scritto da  Pino FALVELLI
Caro Piero Mortelliti, quanto sostieni nel tuo commento ( consentimi di darti del tu ) ├Ę sacrosanta realt├á. Ti ringrazio per ci├▓ che dici in merito al mio scritto. Ma mi chiedo: perch├Ę non tentare di unirci e fondare un nuovo "Movimento", completamente indipendente da tutti gli attuali partiti politici in modo da portare nostri rappresentanti in Parlamento ? Nessuno meglio di chi ha vissuto in prima persona certe problematiche pu├▓ rappresentarle agli altri. Perch├Ę non proporre un nuovo referendum popolare per abrogare la legge Vassalli ed imporre la responsabilit├á diretta dei giudici, ma anche di taluni avvocati "senza scrupoli" che fomentano gli animi dei separandi per avviare quante pi├╣ cause possibili per fare soldi ? I separati sono milioni ed insieme ai nonni, anch´ essi penalizzati nelle separazioni, costituisco una forza da far paura a tutti. Occorre solo coesione e coraggio e se servono fondi basterebbe autotassarsi ( considerato il nr. dei separati non dovrebbe trattarsi di grosse cifre ).-


1 - 2 - 3


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti Ŕ unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilitÓ civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2022 - Codice Fiscale: 97611760584