Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Magistrati responsabili e punibili? Il CSM:"Una minaccia inaccettabile!"

Cronache dai tribunali


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Magistrati responsabili e punibili? Il CSM:
Il CSM rifiuta la responsabilità dei giudici

29/06/2011 - 12.22

Il Consiglio Superiore della magistratura sulla possibile responsabilità dei magistrati ha espresso un parere di un grigiore, un conformismo ed una opacità senza precedenti. Siamo abituati, da cittadini, alle espressioni di tutela del potere espresse dal potere stesso, ma evidenziare i propri limiti facendoli passare per virtù è una cosa nuova, che ancora dovevamo vedere.  

Dunque la cosiddetta "punbilità diretta" oltre a seminare il terrore tra i togati impiegati presso i vari tribunali italiani, che vantano le attribuzioni e le glorie destinate, giustamente, ad un potere dello Stato indipendente, ha anche evidenziato uno stato di fatto: il magistrato di per sè non sarebbe ritenuto normalmente in  grado di adottare le decisioni più conformi alla legge o comunque più vicine alla giustizia. Questo è quanto afferma il CSM stesso nel parere espresso ieri ed approvato a larghissima maggioranza (19 i voti favorevoli e 4 contrari).

 

Si legge, infatti, nel documento: " ... un rischio eccessivamente elevato di incorrere in responsabilità civile diretta o indiretta avrebbe un effetto distorsivo sull'operato dei magistrati, i quali potrebbero essere indotti ... ad adottare ...  la decisione che consente di ridurre o eliminare il rischio di incorrere in responsabilità, piuttosto che quella maggiormente conferme a giustizia" (i puntini sono omissis, per il testo completo si rinvia al documento, ndr). Un'offesa in tutto e per tutto al lavoro di tutti quei magistrati che onestamente compiono il proprio dovere nei palazzi di Giustizia in maniera indefessa e spesso ponendo a rischio la propria vita, non solo la propria carriera.

Un'onta permanente, in quanto ormai scritta, che adesso grava sull'operato dei giudici e il fatto che sia lo stesso CSM a dubitare sulla correttezza dei magistrati che, sempre secondo l'organo superiore della magistratura, qualora venisse introdotta la norma della punibilità (peraltro assunta in senso assoluto, sia diretta sia indiretta, ndr) , smetterebbero di comportrasi correttamente proprio a causa del terrore che tale norma potrebbe indurre in loro stessi è un segnale grave dell'instabilità odierna del sistema giudiziario e della necessità urgente di avviare certe riforme.

 

Noi siamo dell'idea che negare la necessità di una responsabilità dei magistrati sarebbe come dire che è meglio non istituire le multe per divieto di sosta al fine di non terrorizzare gli automobilisti al momento della scelta del parcheggio. Se io fossi magistrato mi sentirei svilito da quanto scritto in questo documento del CSM e penserei che fino ad oggi il mio lavoro è stato sottovalutato, visto come una pura conseguenza del mio status di intoccabile e di non-responsabile, e quindi qualificato come non integerrimo, non corretto. Se io fossi magistrato e fossi super partes non avrei paura delle mie responsabilità ed anzi sarei prontissimo a misurarmi con un sistema che accetta la mia fallibilità come uomo. E d'altra parte lo fanno persone ben più importanti che operano negli ospedali, nei teatri di emergenza, nelle situazioni critiche salvando vite, dove possono, e fermandosi dove non arrivano, ma sempre assumendosi le proprie responsabilità in prima persona.

E questo è, forse, quello che hanno pensato i 4 membri del CSM che hanno espresso parere contrario al documento ed hanno votato contro. Dunque una certa dose di coraggio, o quantomeno di capacità di non farsi "terrorizzare" da una legge necessaria per questo Paese, c'è anche all'interno dell'organo di autocontrollo dei giudici.

Ma per fortuna io non sono un magistrato.


Fonte: Mauro Alcamisi

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia Ŕ stata letta 2146 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


I disegni di legge sul Condiviso in vista del testo unificato: dopo il boicottaggio dei giudici, quello della politica

di ALESSIO CARDINALE - Di recente, l’on. Spadafora ha annunciato, attirandosi le ire dei genitori...

07/04/2019 - 07:58
I disegni di legge sul Condiviso in vista del testo unificato: dopo il boicottaggio dei giudici, quello della politica

Impedimento doloso alla cura filiale. Un proto-reato di cui il Parlamento deve farsi carico con urgenza

Nel corso degli ultimi dieci anni, il tema della protezione dei soggetti più deboli ha ricevuto nel...

15/09/2018 - 02:01
Impedimento doloso alla cura filiale. Un proto-reato di cui il Parlamento deve farsi carico con urgenza

8 Marzo ormai come il 25 Novembre: le giornate delle donne solo per alimentare un business

Illuminante il sito ANSA, dove ieri comparivano in homepage 23 (si, ventitre) notizie che hanno  a che fare con l’8 marzo, i...
09/03/2018 - 09:18
8 Marzo ormai come il 25 Novembre: le giornate delle donne solo per alimentare un business

Denunce per i c.d. reati di genere, la Procura di Bologna svela i dati: archiviate nella metÓ dei casi

Curioso autogol per la Commissione Parlamentare d’Inchiesta sul femminicidio e su ogni forma di...

25/02/2018 - 21:01
Denunce per i c.d. reati di genere, la Procura di Bologna svela i dati: archiviate nella metÓ dei casi

Giugno di sangue politicamente scorretto, regna il silenzio dei media - di Fabio Nestola

Tutte in vacanza le Cassandre? In questo torrido giugno sembra che tacciano i cori della denigrazione...

01/07/2017 - 13:59
Giugno di sangue politicamente scorretto, regna il silenzio dei media - di Fabio Nestola

Linee guida di Brindisi, Non Una Di Meno: Condiviso non sempre migliore soluzione. Antiviolenza ad ogni costo

Che l’affido condiviso non sia sempre la soluzione migliore lo dice la legge, non serve che si svegli...

31/05/2017 - 14:51
Linee guida di Brindisi, Non Una Di Meno: Condiviso non sempre migliore soluzione. Antiviolenza ad ogni costo


Le Notizie pi¨ Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Non ci sono ancora commenti


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti Ŕ unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilitÓ civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2022 - Codice Fiscale: 97611760584