Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Telefono Rosa e i dati forniti ´ad orologeria´ - di Rodolfo Brogna

Io penso che...


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Telefono Rosa e i dati forniti ´ad orologeria´ - di Rodolfo Brogna
Associazioni femministe e dati gonfiati

20/06/2011 - 14.35

Egregio Direttore, scrivo in merito all'articolo dal titolo "Abusi e Stalking denunce boom" ("Metro" del 17.06.2011). Con una tempistica eguale alla pubblicità commerciale, ricompaiono nei giornali le già sentite notizie “virgolettate” che denunciano violenze fisiche e di stalking contro le donne ad opera di congiunti e colleghi maschi, sciorinando percentuali incredibili di casi, quest’ ultima volta sul giornale METRO di venerdì scorso.

Le ultime notizie a riguardo le riportava cifrate l’associazione di “Telefono Rosa” che annuncia di costituirsi parte civile nei processi di presunte violenze contro le donne. A prescindere dal fatto che esiste anche un vasto silenzio maschile, impreparato a denunciare con risonanza le opposte violenze di stalking ed anche spesso fisiche, perpetrate dalle compagne, tutto questo altro vittimismo in rosa andrebbe invece meglio sottoposto alle prove dei fatti fino al termine di ogni processo. Mi sembra certo infatti che le numerose associazioni pro-donna in Italia, pur di rendersi visibili e farsi destinatarie di pubbliche sovvenzioni, gonfiano i casi di violenza e generalizzano, facendosi statuti di protezione corporativa al femminile e di educazione all’ideologia del pretesto pur di istigare una donna alla denuncia di improbabili violenze, per poi abbandonare la stessa denunciante al suo destino processuale, in cui solo per alcuni fatti risulta vera vittima, ma più spesso si scopre menzognera e calunniatrice.

In questi centri di lobbjsmo politico, si sono costituite consorterie di legulei riottosi che arrotondano magre parcelle o vi fanno praticantato insieme a “psico-sociologi tutto-sapienti” che si appagano di miserabile saccenteria per ricolmare la frustrazione di essere al di fuori dagli ambiti dove la scienza psicologica si ricerca con autorevole studio obiettivo.

Vorrei dire, senza termini di dubbio, che la sciatteria culturale dell’ occidente e la cogliona indifferenza della nostra imputata generalità maschile, lascia libero campo alle pseudo associazioni di tutela per la donna ed alle ossessionate femministe (ed alcuni femministi) acché si coltivino la cacca in testa in visione della violenza maschile contro le donne, elevandola in percentuali a doppio zero per un sentore paranoico in ogni occasione.

E’giusto tempo che si istituiscano anche paritarie Associazioni di sostegno per l’uomo, per far fronte a quelle femminili costringendole sul piano di più obiettivi confronti e di costruttivo dialogo.

 

Grosseto, 18 giugno 2011 Rodolfo BROGNA


Fonte: Redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 4099 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


La storia di Pasquale: dopo 8 anni non vedo e non sento i miei figli

E' passato un altro anno, e la mia situazione non cambia, ma peggiora,  e tutto questo...

07/04/2019 - 10:23
La storia di Pasquale: dopo 8 anni non vedo e non sento i miei figli

False accuse di abuso sessuale, effetti della calunnia. Come si distrugge una persona

La mia ex, di nazionalità straniera, che ho amato alla follia e dalla cui relazione è nata una...

09/03/2017 - 12:40
False accuse di abuso sessuale, effetti della calunnia. Come si distrugge una persona

Loris. Tutti gli uomini sono violenti.... tranne il marito della Panariello

Depositate le motivazioni della sentenza di condanna per Veronica Panarello (dalla Redazione...

14/02/2017 - 18:19
Loris. Tutti gli uomini sono violenti.... tranne il marito della Panariello

Quando indagine ISTAT fa rima con bufala. Ogni 25 novembre

"....Sono 3 milioni e 466mila in Italia le donne che hanno subito stalking da parte di qualcuno...

25/11/2016 - 11:06
Quando indagine ISTAT fa rima con bufala. Ogni 25 novembre

Le pari opportunità sono impari, e questo non favorisce le pari opportunità tra genitori - di Ed

Negli utlimi giorni ho fatto una ricerca accurata sulla questione delle "pari...

29/09/2016 - 14:57
Le pari opportunità sono impari, e questo non favorisce le pari opportunità tra genitori - di Ed

La difesa della violenza a sesso unico. Quello che succede oggi viene pianificato da tempo

In un recente articolo di Fabio Nestola ADIANTUM, in relazione all'attività di moral...

04/04/2016 - 11:45
La difesa della violenza a sesso unico. Quello che succede oggi viene pianificato da tempo


Le Notizie più Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 5 commenti


20.23  di lunedì 07/10/2013
scritto da  Antome
Apprezzo solo l´equilibrato commento di Bernardo da Reggio Calabria.
Gli altri sembrano militanti revanchisti, Rodolfo ha detto altrove che le convenzioni se ne fregano dell´individuo ed assegnano ad ognuno il proprio ruolo. Senza pensare che se i tempi sono cambiati un motivo ci sarà.

18.55  di domenica 17/07/2011
scritto da  Raffaele Bottacchi
Tutto finirà quando verranno davvero rispettate le Leggi. La 54/2006 male interpretata è senz´altro una delle origini dei conflitti fra ex conviventi che sicuramente generano alterazioni di toni e di educazione nei rapporti, se poi una delle parti strumentalizza tutto per i propri scopi è ben chiara la provenienza dei dati in questione. E´ anche vero che oggi nel perbenismo imperante bastano 2 messaggi per fare "stalking" con 6 mesi per la prescrizione, sono esenti ovviamente le mail! incredibile!!!. Personalmente mi chiedo allora come posso comunicare con la mia ex per questioni che riguardano il minore se questa mi lascia sempre accesa la segreteria telefonica e non risponde nemmeno ai messaggi, come si potrebbe definire il suo atteggiamento? "stalking al contrario?" esiste? E´ ovvio che il mio atteggiamento insistente potrebbe essere inteso come uno "stalking" da statistica ma io lo definisco "stalking per necessità" e per far rispettare i miei diritti ne vado anche fiero. La Carfagna avrebbe dovuto fare distinzione fra il vero stalking e quello che si adatta bene a comodo per le vicende famigliari. Ciao amici

17.41  di giovedì 23/06/2011
scritto da  CARMELO
Quando si parla troppo di un argomento, lo si trita e ritrita con i soliti clichè, allora è il momento di pensare che quell´argomento non è più una notizia, ma diventa un "mezzo di disinformazione di massa".
E´ ora di cambiare! Forza Rodolfo!!

20.50  di mercoledì 22/06/2011
scritto da  Bernardo da Reggio Calabria
Per favore, non comininciamo anche noi a sminuire l´evidenza. La violenza sulle donne esiste, così come esiste la dolosa strumentalizzazione ed amplificazione delle informazioni sulla detta violenza. Esistono pure le pseudo "pari opportunità" ed esiste pure un nuovo modello di "padre" che vuole e deve prendere parte alla vita ed all´educazione dei figli e non ridursi a mero ospite degli stessi una volta ogni due settimane (e tralascio il pregiudizio economico che impedisce agli stessi oltre che un´esistenza libera e dignitosa il legittimo esercizio genitoriale).
Esiste pure, anche se ha risvolti spesso molto meno eclatanti e modalità diverse, la violenza delle donne sugli uomini, ma di questi studi, che pure vi sono, anche se pochi, non se ne parla adeguatamente.
Occorre il giusto equilibrio nel valutare ogni situazione e comportamento dell´uomo e della donna, soprattutto in quanto genitori, senza propendere per l´una o l´altra parte "a priori" e riconoscere ad entrambe il diritto/dovere di prendere parte pienamente alla vita dei figli.
Ritengo che esiste ADIANTUM per questo motivo, perchè la "bilancia" è, allo stato, solo una stadera truccata da un immaginario deviato e da tanta tanta tanta incompetenza di chi opera nell´ambito familiare. Occorre far prevalere il rispetto del ruolo genitoriale e la dignità stessa dei genitori (attualmente in special modo del padre, in altri tempi era la madre la vittima sacrificale). Forza Fabrizio!

12.17  di mercoledì 22/06/2011
scritto da  Pino F.
E´ risaputo che tante donne ricorrono a falsità e menzogne per raggiungere i propri scopi (figli, casa coniugale e mantenimenti a vita ). Ciò che è grave, però, è che questo avviene "alla luce del sole" ed è allucinante il fatto che il tutto venga tollerato e persino incentivato. Questo persino quando c´ è una lapalissiana ed incontestabile evidenza dei fatti. Il problema è davvero grave, ma nessuno osa affrontarlo con serietà ed obiettività. Molti sono gli uomini che, non avendo cognizione di come vanno effettivamente le cose, si schierano per le cause "femministe". Trattasi di uomini che non possono immaginare quali pericoli stanno dietro l´ angolo e non pensano che anche loro, un bel giorno, possono improvvisamente ritrovarsi in un mare di guai senza neppure sapere come e perchè. Non bisogna meravigliarsene. Anche chi scrive, fino a sei anni fa difendeva a spada tratta la causa femminile perchè così indotto a pensare dai media, dalla stampa, dalla Tv, ecc.. Poi ha dovuto ricredersi e capire in prima persona quali danni possono fare certe persone "furbe ed in malafede". Il cosiddetto "sesso debole" è altamente tutelato e favorito e basta inventarsi una serie di falsità e di menzogne, con la guida e l´ ausilio di legali privi di scupoli e pronti ad avviare quante più cause possibili per far soldi, e rovinare il malcapitato di turno. Questa è la realtà ! Purtroppo, la giustizia in Italia fa acqua da tutte le parti e chi usa accusare, senza mai fornire la minima prova delle accuse fatte, puntualmente riesce a farla franca. Il fatto che le false accuse restano impunite e che le donne siano incentivate a farle ed a chiedere le separazioni di tipo giudiziale perchè così ottengono, quasi matematicamente, collocazione dei figli, casa coniugale e lauti mantenimnti, non può certo ritenersi giustizia e civiltà. I dati statistici che vengono forniti sono spesso inattendibile e frutto di vistosissime strumentalizzazioni. Questa è la nostra Itali !!! Gli uomini dovrebbero prendere atto che il matrimonio è un contratto capestro ad esclusivo vantaggio della donna e andrebbe evitato, almeno fino a quando non viene cambiata la legislazione vigente. La Chiesa e le Istituzioni parlano di famiglia, ma cosa fanno per tutelarla ??? La famiglia è composta da uomini e da donne, perchè favorire e tutelare eslusivamente le donne con la scusa di salvaguardare l´ interesse dei figli, i quali sono le vere VITTIME di certe situazioni ??? L´ operato del "Telefono Rosa" e di tantissime altre Associazioni femministe andrebbe sicuramente sottoposto a rigorosi controlli per evitare di arrecare danni a chi non li merita. Ma questo resta un sogno perchè ci sono troppi interessi che ruotano intorno alle separazioni ai divorzi, ecc. ecc. -


1


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2022 - Codice Fiscale: 97611760584