Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Tribunale minori di Catanzaro: i nonni hanno diritto ad amare e ospitare i propri nipotini

In Primo Piano


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Tribunale minori di Catanzaro: i nonni hanno diritto ad amare e ospitare i propri nipotini
Nonni e nipoti, un rapporto difficile se i figli si separano

19/02/2011 - 23.41

Una mamma (vedova o separata) non può impedire ai suoi figli non ancora maggiorenni di recarsi a casa della nonna paterna. È una sentenza destinata a fissare i paletti e a spezzare l'architrave del diritto di famiglia. Il decreto è stato pronunciato dal Tribunale dei minori di Catanzaro (presidente: Luciano Trovato; relatore: Ippolita Luzzo) dopo una lunga camera di consiglio e restituisce dignità a una nonna di Cosenza, già provata dalla prematura morte del figlio sopravvenuta nel 2009.

E col papà dei bambini deceduto, la nonna s'era visto negato dalla nuora il diritto di incontrare i due piccolini rimasti orfani. La disgrazia aveva, infatti, dilatato le distanze tra le due famiglie esasperando le tensioni tra nuora e suocera. E dinanzi all'impenetrabile muraglia eretta dalla nuora, a protezione dei suoi figli, l'anziana donna ha dovuto far ricorso alla carta bollata per mantenere vivo il legame affettivo con i suoi nipotini. Al caso s'è interessato l'avvocato matrimonialista Simona Carbone. Il legale, applicandosi ad alcuni articoli del codice civile sul rapporto tra genitori e figli, è riuscito a rompere gli schemi classici della dottrina giuridica e a far riconoscere alla sua assistita il diritto a non dover rinunciare ad amare il sangue del suo sangue.

Eppure, la prima richiesta della nonna era stata bocciata dagli stessi giudici dei minori il 21 aprile dello scorso anno perchè la mamma dei bambini si era impegnata a consentire ai piccoli di coltivare il rapporto con la nonna secondo liberi accordi. Tutto risolto? Macchè. Tra le due donne è rimasto il gelo e i bambini non avrebbero potuto recarsi dalla nonna. Colpa della mamma che non avrebbe voluto quell'incontro.

Così, la suocera, ancora una volta attraverso il suo legale, ha dovuto fare ricorso all'autorità giudiziaria. Stavolta con successo. Il Tribunale, nel suo decreto, rimarca la sussistenza del diritto dei minori di frequentare la nonna paterna e, soprattutto, autorizza l'anziana a trattenere i nipotini a casa sua secondo giorni e orari precisi. Un parere rivoluzionario nel recinto del diritto familiare in quanto i giudici hanno riconosciuto anche ai nonni una facoltà che, in passato, spettava esclusivamente al coniuge separato che aveva ottenuto il regime di affido condiviso.


Fonte: gazzettadelsud.it

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia č stata letta 7996 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


26 associazioni di genitori separati chiedono al Governo Conte le dimissioni di Spadafora: il testo

La pazienza č finita. Questa, in sintesi, la presa di posizione di numerose associazioni...

07/04/2019 - 14:53
26 associazioni di genitori separati chiedono al Governo Conte le dimissioni di Spadafora: il testo

Dalla L. 54/2006 ai nuovi disegni di legge di modifica del Condiviso. Agire anche sul fronte penale

Di ALESSIO CARDINALE* - Sono trascorsi ormai più di dodici anni dalla entrata in vigore della legge n....

15/09/2018 - 00:53
Dalla L. 54/2006 ai nuovi disegni di legge di modifica del Condiviso. Agire anche sul fronte penale

Aumentano i casi di maestre che maltrattano gli alunni. Eppure nessun allarme, nessun caso mediatico

È quanto riportano le agenzie: dall’inizio dell’anno sono 16 le donne sospese dal...

12/03/2018 - 11:09
Aumentano i casi di maestre che maltrattano gli alunni. Eppure nessun allarme, nessun caso mediatico

Lo sciacallaggio mediatico del Manifesto e la crociata femminista della Romanin - di Fabio Nestola

A leggere certa roba viene il voltastomaco. 

Ormai, nel dilagante...

09/08/2017 - 07:09
Lo sciacallaggio mediatico del Manifesto e la crociata femminista della Romanin - di Fabio Nestola

AIAF si indigna per le linee guida di Brindisi, Orlando risponde: lavoriamo per il Condiviso

Oh, ecco com’è stata recepita dal Ministro la vibrante protesta AIAF.....Il MIUR riconosce che...

02/05/2017 - 13:34
AIAF si indigna per le linee guida di Brindisi, Orlando risponde: lavoriamo per il Condiviso

Linee sul Condiviso nei tribunali, si aggiunge Salerno. ISTAT ammette il flop: chi lo dice ad AIAF?

L’ISTAT pubblica un’analisi dei dati emergenti dalla giurisprudenza 2005/2015, ed ammette la...

11/04/2017 - 11:51
Linee sul Condiviso nei tribunali, si aggiunge Salerno. ISTAT ammette il flop: chi lo dice ad AIAF?


Le Notizie piů Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 3 commenti


10.02  di lunedì 21/02/2011
scritto da  Stefano
Madri vergognose. Esercitano attraverso i loro figli il potere e controllo togliendo l´amore anche delle persone care.

20.58  di domenica 20/02/2011
scritto da  marialuisa
Finalmente! Una sentenza che dĂ  valore ai nonni a cui anche la Repubblica rende giusto riconoscimento avendo a loro dedicato una festivitĂ  civile e pubblica.
Contro l´affermazione di un Frate Minore che disse:I NONNI NON CONTANO,dopo aver ascoltato le mie accuse alla Setta neocatecumenale.
Vorrei far presente alcune gravi situazioni della mia famiglia in relazione al Movimento(SETTA)Neocatecumenale in seno alla Parrocchia...vicino casa.Mia figlia durante il triennio,quindi ancora minorenne,ha cominciato a frequentare la ComunitĂ  Neocatecumenale.Questa frequentazione ha influito molto negativamente sulla sua vita e sui rapporti con la famiglia.
Solo con il ricorso al Tribunale ho potuto conoscere mia nipote di quattordici mesi(nata nel 2006) e rivedere dopo altrettanto tempo il mio primo nipote(nato nel 2003) ,ma sempre con varie difficoltĂ  ed isterismi di mia figlia.Tra l´altro non sono stata invitata al Battesimo della mia nipotina nata nel 2oo5,perchè contraria al movimento setta neocatecumenale, cancro sociale che si sta espandendo a macchia d´olio.
Attualmente stò combattendo con l´incapacitĂ  delle assistenti sociali ed il Tribunale dei Minori.



08.58  di domenica 20/02/2011
scritto da  Antonello1
...A protezione dei suoi figli??? E da cos aavrebbe dovuto proteggerli? Dall´amore della nonna paterna? Forse qualcuno dovrebbe proteggerli dallo squilibrio mentale della mamma... Costringere una nonna ad adire per le vie legali per vedere i propri nipoti ci fa intuire cosa potrebbe insegnare loro la mamma ai piccoli; Traspare il concetto di "cosa mia" che pervade la madre rispetto ai figli. I piccoli non sono persone ma cose delal madre di cui può disporne come vuole. E se servono per fare del male a qualcuno come la mamma del defunto marito...si utilizzano.


1


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti č unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilitŕ civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2022 - Codice Fiscale: 97611760584