Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

I figli erano stati portati in Marocco dal padre. Rientrati in Italia

News e Comunicati Stampa


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


I figli erano stati portati in Marocco dal padre. Rientrati in Italia

17/02/2011 - 21.29

La fine di un incubo. Anna Maria Fornara, la mamma di Nebbiuno, dopo mesi di lotta, speranza e coraggio, è potuta tornare a casa insieme ai suoi due bambini, David e Miriam, portati in Marocco dal padre Said Sukri nel mese di luglio dopo che l’uomo, 42 anni, taxista a Verbania, si era allontanato da Belgirate con i due bambini di 14 e 7 anni. Ora la mamma ha potuto riabbracciare i suoi figli.

Sabato una telefonata le ha aperto il cuore e la speranza: «Ho ricevuto la chiamata che mi diceva che i miei figli erano da una cognata. Domenica mattina sono partita immediatamente da Malpensa prendendo il primo volo per Casablanca. Sono arrivata che erano le undici, dopo circa un’ora li ho potutiti vedere. La mia gioia è stata immensa. Ho cercato di preparami prima, in modo da evitare manifestazioni eccessive quando li avrei rivisti. Fin dall’inizio con loro sono stata serena e tranquilla. E soprattutto in questo periodo per David e Miriam è importante anche riacquistare la serenità, anche se i bambini non hanno capito quello che è successo. Avranno bisogno di tranquillità. Lunedì intorno alle 18 ci siamo imbarcati a Casablanca per poi atterrare verso 23 all’aeroporto di Venezia dove ad attenderci c’era il mio avvocato, Gabriele Bertolio, che ci ha portato in macchina fino a Nebbiuno, e poi in nottata finalmente il rientro a casa».

Un’odissea lunga oltre sette mesi per questa mamma, che si era vista portare via i figli dall’ex marito. Anna Maria già nel mese di gennaio si era recata una seconda volta in Marocco perché sembrava che qualcosa si stesse muovendo, ma poi niente. «Fondamentale è stato il contributo fattivo e costante del consolato italiano di Casablanca -spiega la donna- Il 15 gennaio, dopo che ero stata in Marocco per tre mesi fino a dicembre, sono tornata per circa quattro giorni perché mi avevano detto “ci sono delle novità” ed ero convinta di tornare con loro, ma invece nulla. Quello è stato il periodo più difficile perché sembrava ci fossero tutti gli elementi per riuscire a risolvere la questione e invece sono dovuta tornare a casa senza David e Miriam. Poi la telefonata dell’altra sera ha riaperto le speranze».  

Ma «la paura in tutti questi mesi - dice Anna Maria - è stata forte, perché in tutti i casi come il mio non è mai successo che un genitore straniero ottenesse giustizia. In Marocco tre anni fa però è cambiata la legge: prima tutti i poteri erano in mano al padre. Ora questa legge di diritto di famiglia istituita un paio di anni e ancora in via sperimentale è più aperta anche verso le mamme».


Fonte: ilcorrieredinovara.com - Maria Nausica Bucci

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 2826 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


Il DDL 735 e il voltafaccia politico del M5S: 26 organizzazioni chiedono le dimissioni di Spadafora

Una nutrita schiera di associazioni e organizzazioni a tutela dei diritti civili della famiglia, a seguito...

07/04/2019 - 11:01
Il DDL 735 e il voltafaccia politico del M5S: 26 organizzazioni chiedono le dimissioni di Spadafora

DDL 735, confronto acceso nella maggioranza. Cosa bolle in pentola? E soprattutto, cosa chiede il M5S?

Il percorso del DDL Pillon in Parlamento si rivela meno facile di quanto non potesse sembrare. Anche...

15/09/2018 - 08:52
DDL 735, confronto acceso nella maggioranza. Cosa bolle in pentola? E soprattutto, cosa chiede il M5S?

Non solo Italia. In Spagna una deriva giudiziaria discrimina economicamente i mariti

Un breve articolo compare il 15 aprile sul portale Studio Cataldi, sempre molto utile per dottrina ed...

13/04/2017 - 11:08
Non solo Italia. In Spagna una deriva giudiziaria discrimina economicamente i mariti

Adiantum, Nestola in Tv su Rai2: «6 milioni di uomini vittime di violenza»

Ieri sera in prima serata su Rai 2 nella trasmissione "Nemo – nessuno escluso", il Dott....

14/04/2017 - 21:20
Adiantum, Nestola in Tv su Rai2: «6 milioni di uomini vittime di violenza»

19 Marzo, D´Auria: undici anni dal Condiviso ed ancora ostruzionismi. Cardinale: riflettiamo sul sistema

Francesco D’Auria, Segretario nazionale Adiantum, lancia un appello a tutti i genitori...

19/03/2017 - 12:20
19 Marzo, D´Auria: undici anni dal Condiviso ed ancora ostruzionismi. Cardinale: riflettiamo sul sistema

Scagliusi al Governo: modificare il trattato Aja sulle sottrazioni internazionali

Interpellanza al Presidente del Consiglio, da parte del deputato Emanuele Scagliusi (M5S) in materia di...

21/11/2016 - 15:55
Scagliusi al Governo: modificare il trattato Aja sulle sottrazioni internazionali


Le Notizie più Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Non ci sono ancora commenti


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2019 - Codice Fiscale: 97611760584