Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Gemelle scomparse: spunta l´ipotesi dell´avvelenamento

News e Comunicati Stampa


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Gemelle scomparse: spunta l´ipotesi dell´avvelenamento

10/02/2011 - 20.44

Un ulteriore aspetto inquietante, confermato dagli inquirenti, emerge dall'analisi del computer di proprietà di Matthias Schepps, il padre suicida delle due gemelline scomparse. Secondo quanto appreso, oltre ai siti sulle compagnie di navigazione tra Marsiglia e Propriano, in Corsica, l'uomo avrebbe visitato alcuni siti dove si trovano consigli e materiali per l'avvelenamento. Tutto questo può solo essere una inquietante coincidenza che però gli inquirenti prendono in considerazione.

Tra le ipotesi avanzate dal Parquet di Marsiglia, oltre ad una morte per annegamento (il padre potrebbe aver gettato le due bambine dal traghetto Scandola in navigazione notturna verso Propriano), l'uomo potrebbe aver ucciso le bambine, forse proprio avvelenandole, e chiuso i cadaveri nel bagagliaio della macchina sbarcata poi in Corsica. Per questo personale della polizia giudiziaria di Marsiglia e di Ajaccio hanno effettuato alcuni scavi in terreni limitrofi al porto di Propriano dove vengono condotte ricerche anche con l'ausilio delle unità cinofile.

IL PADRE RIENTRATO DA SOLO A TOLONE - Il padre delle gemelle svizzere somparse, dopo aver fatto la traversata da Marsiglia alla Corsica con le bambine il 31 gennaio, e' tornato da solo sul continente, raggiungendo Tolone, nel sud della Francia, il 1 gennaio. Lo si apprende da fonti dell'inchiesta marsigliese.

IL PADRE VISTO A BASTIA DA SOLO - Matthias Schepp sarebbe stato visto al porto di Bastia mentre si imbarcava su un traghetto per Tolone. Secondo la testimonianza, l'uomo era da solo, senza le due gemelline. La testimonianza avvalora anche l'ipotesi che l'uomo abbia inviato in Svizzera un pacco postato in un piccolo ufficio in provincia di Marsiglia. Nessuno ancora conosce il contenuto del pacco ma subito dopo l'affrancatura la targa della macchina di Schepp sarebbe stata fotografata alla barriera di Ventimiglia in entrata in Italia.

FORSE INDIVIDUATO TRAGHETTO CORSICA-ITALIA  - E' stato forse individuato dagli investigatori il traghetto che dalla Corsica ha condotto in Italia Matthias Schepps, l'uomo di 43 anni che si è suicidato il 3 febbraio scorso lanciandosi sotto un treno nella stazione di Cerignola (Foggia) senza lasciare notizie delle due figlie, le gemelline di sei anni Alessia e Livia che aveva con sé. La notizia è stata data dal fratello della mamma delle bambine, Valerio Lucidi, nel corso di una intervista in diretta andata in onda durante la trasmissione 'Pomeriggio sul 2' su Rai 2. Valerio Lucidi, mentre veniva intervistato, ha ricevuto una telefonata della polizia sul cellulare e si è allontanato. Quando è tornato dal giornalista ha riferito che "forse è stato trovato il traghetto di uscita dalla Corsica".

SI CERCA UN REGISTRATORE - Si cerca un registratore che aveva sempre con se' Matthias Schepp, l'uomo di 43 anni che il 3 febbraio scorso si e' tolto la vita lanciandosi sotto un treno in corsa nella stazione di Cerignola.

Il registratore potrebbe contenere un messaggio lasciato dall'uomo che chiarisca la sorte delle figlie, le gemelle svizzere di sei anni Alessia e Livia, che Matthias Schepp aveva con se' nell' ultimo weekend di gennaio e che poi non ha piu' riaccompagnato a scuola, cosi' come aveva concordato con la moglie dalla quale si stava separando, Irina Lucidi, di 44 anni.

Gli investigatori impegnati nelle ricerche delle gemelle in tre paesi, Svizzera, Italia e Francia, ipotizzano anche, da tracce lasciate nel suo computer, che l'uomo avesse premeditato da tempo la sua fuga.


Fonte: ANSA

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 2314 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


Il DDL 735 e il voltafaccia politico del M5S: 26 organizzazioni chiedono le dimissioni di Spadafora

Una nutrita schiera di associazioni e organizzazioni a tutela dei diritti civili della famiglia, a seguito...

07/04/2019 - 11:01
Il DDL 735 e il voltafaccia politico del M5S: 26 organizzazioni chiedono le dimissioni di Spadafora

DDL 735, confronto acceso nella maggioranza. Cosa bolle in pentola? E soprattutto, cosa chiede il M5S?

Il percorso del DDL Pillon in Parlamento si rivela meno facile di quanto non potesse sembrare. Anche...

15/09/2018 - 08:52
DDL 735, confronto acceso nella maggioranza. Cosa bolle in pentola? E soprattutto, cosa chiede il M5S?

Non solo Italia. In Spagna una deriva giudiziaria discrimina economicamente i mariti

Un breve articolo compare il 15 aprile sul portale Studio Cataldi, sempre molto utile per dottrina ed...

13/04/2017 - 11:08
Non solo Italia. In Spagna una deriva giudiziaria discrimina economicamente i mariti

Adiantum, Nestola in Tv su Rai2: «6 milioni di uomini vittime di violenza»

Ieri sera in prima serata su Rai 2 nella trasmissione "Nemo – nessuno escluso", il Dott....

14/04/2017 - 21:20
Adiantum, Nestola in Tv su Rai2: «6 milioni di uomini vittime di violenza»

19 Marzo, D´Auria: undici anni dal Condiviso ed ancora ostruzionismi. Cardinale: riflettiamo sul sistema

Francesco D’Auria, Segretario nazionale Adiantum, lancia un appello a tutti i genitori...

19/03/2017 - 12:20
19 Marzo, D´Auria: undici anni dal Condiviso ed ancora ostruzionismi. Cardinale: riflettiamo sul sistema

Scagliusi al Governo: modificare il trattato Aja sulle sottrazioni internazionali

Interpellanza al Presidente del Consiglio, da parte del deputato Emanuele Scagliusi (M5S) in materia di...

21/11/2016 - 15:55
Scagliusi al Governo: modificare il trattato Aja sulle sottrazioni internazionali


Le Notizie più Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Non ci sono ancora commenti


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2019 - Codice Fiscale: 97611760584