Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Uomini e donne, si sta tornando al Medio Evo (a parti invertite...) - di P. Falvelli

Io penso che...


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Uomini e donne, si sta tornando al Medio Evo (a parti invertite...) - di P. Falvelli

01/02/2011 - 11.56

Domenica 30 gennaio 2011 c’è stata una nuova trasmissione televisiva che ha messo in luce il dramma sociale delle separazioni matrimoniali. A “Domenica Cinque”, andata in onda su una delle reti Mediaset,  si è discusso l’ argomento “Se l’ inferno è la famiglia” ed, ancora una volta, sono emersi pregiudizi contro i Padri Separati.

Qualche  illustre Onorevole  ospite, infatti, non si è fatto sfuggire l’occasione di schierarsi apertamente a favore delle donne,  lasciandosi andare ad  affermazioni vistosamente di parte. Fortunatamente la stragrande maggioranza dei restanti ospiti non ha esitato a ribattere adeguatamente e la bravura del conduttore ha contribuito a riportare la discussione nei giusti limiti. Preoccupa però il fatto che qualcuno continua a voler fare “vittimismo sfrenato”  in favore delle donne, come se quest’ultime fossero le uniche ed esclusive destinatarie  della violenza domestica.

Salvo errore di comprensione, in trasmissione è stato affermato che  sulla base di dati statistici, l’ 80%  delle violenze sono perpetrate dagli uomini ai danni delle donne. Ciò è sicuramente molto grave ed irreale. E’ ancora più preoccupante se, poi, certe affermazioni vengono fatte da esponenti politici che, pur di sostenere le proprie tesi, affermano che per certe cose si stia tornando al Medio-Evo. Evidentemente, chi fa simili affermazioni non è molto aggiornato ed ha una visione distorta della realtà dei fatti. Infatti, negli ultimi tempi, moltissimi padri vengono puntualmente privati dell’ affetto dei propri figli ed estorti  della casa coniugale e di gran parte del proprio stipendio  per assicurare  una “VERA E PROPRIA RENDITA VITALIZIA E PARASSITARIA”  alle  ex consorti; persino quando quest’ ultime  hanno redditi propri e/o avrebbero tutte le possibilità di poter lavorare ma non intendono farlo per non perdere i propri privilegi derivanti dalle separazioni. E tutto ciò per imposizione di certi giudici che, spesso,  emettono i propri provvedimenti  vistosamente di  parte con superficialità e  senza porre  la necessaria  attenzione, rovinando e riducendo gli uomini in miseria.

Forse quando ai papà viene impedito di stare con i propri bambini non è violenza ?  Forse quando vengono obbligati a lasciare la propria casa non è violenza ? Forse quando si vedono estorcere fino ai 3/4 del proprio stipendio  non  è  pure un atto violento ? E’ normale tutto questo  ? 

Tali uomini sono quindi impossibilitati a ricostruirsi un futuro e ad avere un rapporto equilibrato e continuativo con i propri figli  e la disperazione li porta, persino, a compiere gesti estremi che non vanno certo  giustificati, ma che non si possono neppure ritenere frutto dell’ incapacità ad accettare la separazione  o, peggio ancora, frutto della gelosia o della depressione, come spesso accade.

E’ troppo comodo  chiudere i tanti casi  di cronaca con la semplice  GELOSIA E DEPRESSIONE ! Le separazioni in Italia fanno centinaia di morti ogni anno e sono più di quanti ne fanno le varie criminalità organizzate messe insieme. E’, senza alcun dubbio, un fenomeno preoccupante del quale le Istituzioni dovrebbero prendere atto e correre ai ripari al più presto con un’ adeguata riforma della legislazione vigente in materia di separazioni/divorzi. Il  “sistema” non è certo adeguato alle esigenze della società !

Purtroppo, quando  qualche politico fa determinate affermazioni frutto del “femminismo” più sfrenato, la gente comune  perde qualsiasi speranza che le cose possano essere migliorate in tempi brevi ( In altre parole cadono le braccia e viene spontaneo domandarsi:  Ma da chi siamo rappresentati nel nostro Parlamento ? Possibile che dobbiamo pagarli ? ).

Chi scrive, invece,  è del parere che è pur vero che si stia ritornando al Medio-Evo, ma a parti invertite. Senza ovviamente voler generalizzare ( le tantissime donne per bene non si sentano chiamate in causa ! ), oggi sono moltissimi  gli uomini che vengono  resi schiavi dal sistema vigente perché costretti a  dover  lavorare per il resto dei propri giorni per garantire la rendita vitalizia e parassitaria a determinate  donne  che si fanno “scudo” dei propri figli pur di conseguire i propri loschi obiettivi. E’ sicuramente questa la vera violenza !

In tutto questo la MALAGIUSTIZIA  e taluni avvocati “senza scrupoli”  hanno precise responsabilità che andrebbero adeguatamente perseguite. Chi fa certe affermazioni ne prenda atto e si regoli di conseguenza . Si adoperi  in Parlamento per raggiungere  una vera parità tra i sessi e per la vera tutela dei minori. I figli  che vengono privati del proprio papà  vengono violentati ogni giorno.  Lo scrivente, proprio malgrado,  si è ritrovato a dover vivere  un’ allucinante ed incredibile storia di separazione giudiziale che vorrebbe porre all’ attenzione dell’ Onorevole  in questione per sapere cosa ne direbbe al riguardo e quali giustificazioni riuscirebbe  a dare a tutto quanto accaduto. Ed  il caso dello scrivente, purtroppo,  non è certo raro.  Auspica, pertanto, che  l’ Onorevole  che  difende a spada tratta certe donne  si documenti al riguardo e ne tragga le dovute  conclusioni  ritenute  opportune per attenuare le problematiche  che affliggono  chi si trova a dover vivere  il dramma delle separazioni.-


Fonte: Redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia Ŕ stata letta 3864 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


La storia di Pasquale: dopo 8 anni non vedo e non sento i miei figli

E' passato un altro anno, e la mia situazione non cambia, ma peggiora,  e tutto questo...

07/04/2019 - 10:23
La storia di Pasquale: dopo 8 anni non vedo e non sento i miei figli

False accuse di abuso sessuale, effetti della calunnia. Come si distrugge una persona

La mia ex, di nazionalità straniera, che ho amato alla follia e dalla cui relazione è nata una...

09/03/2017 - 12:40
False accuse di abuso sessuale, effetti della calunnia. Come si distrugge una persona

Loris. Tutti gli uomini sono violenti.... tranne il marito della Panariello

Depositate le motivazioni della sentenza di condanna per Veronica Panarello (dalla Redazione...

14/02/2017 - 18:19
Loris. Tutti gli uomini sono violenti.... tranne il marito della Panariello

Quando indagine ISTAT fa rima con bufala. Ogni 25 novembre

"....Sono 3 milioni e 466mila in Italia le donne che hanno subito stalking da parte di qualcuno...

25/11/2016 - 11:06
Quando indagine ISTAT fa rima con bufala. Ogni 25 novembre

Le pari opportunitÓ sono impari, e questo non favorisce le pari opportunitÓ tra genitori - di Ed

Negli utlimi giorni ho fatto una ricerca accurata sulla questione delle "pari...

29/09/2016 - 14:57
Le pari opportunitÓ sono impari, e questo non favorisce le pari opportunitÓ tra genitori - di Ed

La difesa della violenza a sesso unico. Quello che succede oggi viene pianificato da tempo

In un recente articolo di Fabio Nestola ADIANTUM, in relazione all'attività di moral...

04/04/2016 - 11:45
La difesa della violenza a sesso unico. Quello che succede oggi viene pianificato da tempo


Le Notizie pi¨ Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 6 commenti


22.13  di gioved├Č 10/02/2011
scritto da  Movimento per una "NUOVA FAMIGLIA E SOCIETA´ "
Gli uomini e le donne devono "coalizzarsi" contro la MALAGIUSTIZIA e l´ assurdo "sistema" che, per squallidi ed evidenti motivi economici e patrimoniali, "strumentalizza" i poveri figli. Vanno riformato subito il diritto di famiglia che favorisce un sesso a discapito dell´ altro. I legali e le Istituzioni devono rispondere per il proprio operato sulla base delle proprie responsabilit├á. Basta con le solite trasmissioni "filo-femministe" nelle quali PARTECIPANO SEMPRE LE STESSE PERSONE, le quali generalizzano e fanno di tutti gli uomini dei veri e propri "mostri". La TV svolge un servizio pubblico e non dovrebbe permettere certe cose. Le violenze vanno combattute in ogni caso, sia se riguardano gli uomini sia se riguardano le donne. La trasmissione Matrix del 08.02.2011 ha parlato eslusivamente delle violenze degli uomini verso le donne e ci├▓ non ├Ę giusto ( non una parola delle violenze messe in atto dalle donne nei confronti degli uomini !) . La maggior stragrande maggioranza degli uomini italiani NON SONO VIOLENTI e si sentono offesi da certe affermazioni. Gradirebbero, quindi, una ultriore trasmissione nella quale parlare delle violenze fatte dalle donne agli uomini.E-mail: affido.condiviso@tiscali.it

14.08  di domenica 06/02/2011
scritto da  maria luisa
maria luisa

22.06  di venerd├Č 04/02/2011
scritto da  Lidia
Bravissimo sig. Pino F. Quello ch affermi ├Ę sacrosanta realt├á.

00.01  di mercoled├Č 02/02/2011
scritto da  Beppe
Per chi non avesse capito,chi ha difeso le donne in trasmissione ├Ę l´ On. Congia dei DS.

19.23  di marted├Č 01/02/2011
scritto da   P. Della Volpe

Oggi giorno, purtroppo, il tema che lei ha toccatto risulta essere decisamente di attualità.
Sarebbe ora che coloro i quali sono deputati per professione a regolamentare i rapporti civili nella societ├á che ci ingloba e spesso ci soffoca, si mettessero seriamente a lavoro per far s├Č che certe vicende, gi├á di per s├ę spiacevoli, rovinino la vita di cos├Č tante persone.
Mi viene da pensare che tutto venga lasciato alla deriva solo per gli enormi interessi economici che nascono dall´indotto di queste tristi storie.
Continui ad andare avanti per questa strada Sig. Falvelli, c´├Ę tanto bisogno di gente come lei.
E come lei stesso dice, ├Ę l´unico modo che abbiamo per portare alle luci della ribalta la questione.
La ringrazio e la saluto cordialmente.



1 - 2


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti Ŕ unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilitÓ civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2022 - Codice Fiscale: 97611760584