Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Ancora lettere dal mondo della PAS. Annalisa e Paolo: cara Alessandra Mussolini...

In Primo Piano


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Ancora lettere dal mondo della PAS. Annalisa e Paolo: cara Alessandra Mussolini...

25/01/2011 - 21.17

Continua la carrellata di lettere che, sull'onda dell'articolo dell'On. Mussolini, ci hanno scritto lettrici e lettori, genitori vittime della PAS insieme ai loro figli. E' uno spaccato preoccupante, che vede tante madri scendere in campo, e denunciare con coraggio il più assoluto abbandono in cui sono costrette a vivere il loro dramma familiare. Diverse le sollecitazioni (persino con espressa autorizzazione) a fare i nomi di magistrati, assistenti sociali, psicologi e CTU che, a dire di chi ci scrive, non avrebbero onorato la loro funzione. Noi eviteremo di riportare i nomi dei protagonisti, attivi e passivi, al fine di non esporre queste persone al rischio di veder peggiorare la loro situazione.

Per prima ci ha scritto Annalisa. "Cara Alessandra Mussolini, mi chiamo Annalisa, sono una ginecologa e madre di due figli che oggi hanno 15 e 9 anni. Voglio denunciare la mia situazione, creatasi in seguito ad una separazione giudiziale iniziata nel 2006. Inizialmente mi fu concesso un affido condiviso, ma a seguito di una dubbia CTU, i nostri bambini sono stati collocati presso il padre, il quale ha cominciato a rendere sempre più difficile il mio accesso ai bambini. Col passare del tempo, con studiata gradualità, ho cominciato a vederli con il contagocce, e a trovarmeli ostili. Nel 2009, dietro mie continue istanze, la psicologa incaricata dal tribunale di Siracusa diagnosticò una PAS in forma grave. Oggi, nonostante una sentenza della Corte di Appello di Catania che affida i figli a me, loro non vogliono più stare con la loro mamma, e ricordano maltrattamenti e violenze mai avvenuti, semplicemente perchè non potevo essere con loro (non li più visti per molti mesi) quando gli episodi da loro vagheggiati sarebbero dovuti avvenire. Forse ero lì, con loro, senza saperlo ? Oppure qualcuno li ha programmati per ricordare cose mai fatte, mai emerse durante le perizie e mai denunciate da nessuno. I servizi sociali, che spesso mi hanno remato contro, non sanno più cosa fare, e io sono sola. Completamente sola". 

Dall'Emilia ci scrive Paolo, che ci racconta di come si possa peredere una figlia ormai adulta. "Sono un professore di Matematica e Fisica, stimato dai miei studenti e dai loro genitori. Il tribunale dei minori di Genova mi ha riconosciuto l'affido condiviso, ma di fatto sono già 5 anni e mezzo che non ho contatti con mia figlia. Il motivo è semplicissimo e si chiama PAS, ma nessuno lo vuole ammettere, se ne parla quasi sottovoce. Avevo un rapporto splendido con la mia bambina, che oggi ha 16 anni, e l'unica soluzione che mi è stata prospettata è stata la mediazione familiare. Ma adesso che anche questa è fallita, perchè la madre si rifiuta di partecipare agli incontri, non so più nulla di lei. Tutto tace, e io non ho più voglia di spendere altri soldi e di subire altre frustrazioni. Sono sconfitto, abbiamo perso io e anche mia figlia. Ci siamo persi, per volere di qualcun altro".

Storie di PAS, storie di maltrattamenti. Scriveteci, per raccontare a chi, in questo momento, ci legge e non ci crede ancora.

 

LEGGI ANCHE: Il dibattito sulla PAS, ecco le lettere dalle vittime. Giada: gentile Onorevole Mussolini...


Fonte: Redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 3435 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


26 associazioni di genitori separati chiedono al Governo Conte le dimissioni di Spadafora: il testo

La pazienza è finita. Questa, in sintesi, la presa di posizione di numerose...

07/04/2019 - 14:53
26 associazioni di genitori separati chiedono al Governo Conte le dimissioni di Spadafora: il testo

Dalla L. 54/2006 ai nuovi disegni di legge di modifica del Condiviso. Agire anche sul fronte penale

Di ALESSIO CARDINALE* - Sono trascorsi ormai più di dodici anni dalla entrata in vigore della legge n....

15/09/2018 - 00:53
Dalla L. 54/2006 ai nuovi disegni di legge di modifica del Condiviso. Agire anche sul fronte penale

Aumentano i casi di maestre che maltrattano gli alunni. Eppure nessun allarme, nessun caso mediatico

È quanto riportano le agenzie: dall’inizio dell’anno sono 16 le donne sospese dal...

12/03/2018 - 11:09
Aumentano i casi di maestre che maltrattano gli alunni. Eppure nessun allarme, nessun caso mediatico

Lo sciacallaggio mediatico del Manifesto e la crociata femminista della Romanin - di Fabio Nestola

A leggere certa roba viene il voltastomaco. 

Ormai, nel dilagante...

09/08/2017 - 07:09
Lo sciacallaggio mediatico del Manifesto e la crociata femminista della Romanin - di Fabio Nestola

AIAF si indigna per le linee guida di Brindisi, Orlando risponde: lavoriamo per il Condiviso

Oh, ecco com’è stata recepita dal Ministro la vibrante protesta AIAF.....Il MIUR riconosce che...

02/05/2017 - 13:34
AIAF si indigna per le linee guida di Brindisi, Orlando risponde: lavoriamo per il Condiviso

Linee sul Condiviso nei tribunali, si aggiunge Salerno. ISTAT ammette il flop: chi lo dice ad AIAF?

L’ISTAT pubblica un’analisi dei dati emergenti dalla giurisprudenza 2005/2015, ed ammette la...

11/04/2017 - 11:51
Linee sul Condiviso nei tribunali, si aggiunge Salerno. ISTAT ammette il flop: chi lo dice ad AIAF?


Le Notizie più Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


C'è 1 solo commento


09.52  di mercoledì 26/01/2011
scritto da  Tiziana
Bene, anzi male. Suggerisco pero´ di inoltrare queste lettere alla diretta "interessata" ovvero all´on. Mussolini altrimenti, benche´ condivisibili, rimarranno in evidenza soltanto per coloro che visiteranno il nostro sito.
Un po´ come ci stiamo muovendo per "portare le prove" cartaceee del malcontento generale, riguardo la legge 54/2006, e non soltanto il disagio di un centinaio di padri disperati (cfr. AIAF). Tempestiamo pertanto la mail dell´on. Mussolini di queste testimonianze di genitori (padri e madri) vittime impotenti dell´allontanamento dei propri figli.


1


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2019 - Codice Fiscale: 97611760584