Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Corrisponde a maltrattamento pressare la psiche dei figli per vendicarsi del partner

Rassegna Giuridica


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Corrisponde a maltrattamento pressare la psiche dei figli per vendicarsi del partner

16/01/2011 - 20.48

Con un tempismo degno di nota, quasi in concomitanza con i lavori dell'AMI (Ass. Matrimonialisti Italiani) sulla PAS, La Cassazione Penale ha sciolto un nodo che fa buona giurisprudenza, Secondo la Suprema Corte, infatti, le pressioni psicologiche esercitate nei confronti dei figli minorenni per scopi vendicativi nei confronti del coniuge costituiscono reato, e in tali fattispecie si può essere condannati per il reato previsto dall'art. 572 del codice penale.

La decisione è della sesta sezione penale della Corte (sentenza n.250/2011) che ha così confermato una condanna per maltrattamenti inflitta ad una mamma che aveva cercato di mettere suo figlio contro il padre. La donna era stata già condannata dai giudici di merito e si era rivolta alla suprema Corte per sostenere che suoi comportamenti (che i consulenti avevanmo descritto come "portati a strumentalizzare i figli per scopi vendicativi nei confronti del coniuge") non potevano configurare il reato di maltrattamenti.

I giudici della Corte hanno respinto il ricorso evidenziando che come emerso peraltro dall'istruttoria "i maltrattamenti erano stati realizzati mediante una pluralita' e continuita' di condotte vessatorie fatte di ripetute minacce, ingiurie e umiliazioni sorrette da consapevole malafede, sicuramente integranti il delitto contestato e hanno accertato gli effetti devastanti prodotti da tali condotte sulla crescita del minore".


Fonte: Redazione - liberamente tratto da studiocataldi.it

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 3022 volte

Inserisci un commento Inserisci un commento


Non ci sono ancora commenti


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2019 - Codice Fiscale: 97611760584