Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Corte di Appello di Bologna: tre bambini rischiano di essere allontanati a forza da casa

Cronache dai tribunali


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Corte di Appello di Bologna: tre bambini rischiano di essere allontanati a forza da casa

13/12/2010 - 15.32

E' un appello disperato quello di due genitori piacentini che, in seguito a una sentenza della Corte di Appello di Bologna, rischiano seriamente di non poter più vedere i loro tre figli piccoli. Infatti il tribunale dei minori aveva tolto loro provvisoriamente la patria potestà dopo alcuni problemi che la madre aveva avuto in un periodo difficile della sua vita. Quei problemi sono stati risolti grazie al supporto e all'aiuto degli psicologi, ma i giudici della corte di appello hanno ritenuto di confermare la sentenza del tribunale dei minori, nonostante - a detta dei diretti interessati - gli stessi tre bambini vogliano assolutamente restare con i loro genitori.

Questo effettivamente emerge chiaramente dagli atti di un'audizione protetta alla quale i piccoli sono stati sottoposti dagli stessi giudici. Ma i coniugi piacentini, assistiti dall'avvocato Rita Rossi di Bologna, specialista in diritto di famiglia, vogliono ora fare appello alla corte Europea dei diritti dell'uomo. Il bambino più piccolo si trova già presso un'affidataria, mentre le due bimbe più grandi, che per il momento vivono ancora con la mamma e il papà, rischiano di essere portate via con la forza da un momento all'altro dai servizi sociali del comune, che nella sentenza sono stati anche autorizzati a utilizzare la forza pubblica per questo scopo.

“I figli sono il compimento della vita di coppia e dell’amore tra uomo e donna. La decisione di sottrarre loro alla potestà genitoriale è sofferta e lacerante. Ci auguriamo che la famiglia di Maurizio G. possa tornare unita al più presto. Siamo vicini ai genitori e auspichiamo che il Comune abbia agito in limpidezza, chiarezza e trasparenza, con la sensibilità, la delicatezza e le cautele richieste dalla situazione”.

Così il consigliere regionale della Lega Nord Stefano Cavalli esprime la propria vicinanza alla coppia piacentina alla quale è stata tolta la potestà sui tre figli, che oggi rischia di non poter più riabbracciare.

“Senza volermi sovrapporre ai tribunali – commenta Cavalli –, da padre di un bambino esprimo la mia solidarietà ai genitori che da un momento all’altro potrebbero vedersi affidare i figli ai servizi sociali. Mi auguro con tutto il cuore che questa vicenda possa risolversi al più presto con un lieto fine”. 


Fonte: piacenza24.eu

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia Ŕ stata letta 2770 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


I disegni di legge sul Condiviso in vista del testo unificato: dopo il boicottaggio dei giudici, quello della politica

di ALESSIO CARDINALE - Di recente, l’on. Spadafora ha annunciato, attirandosi le ire dei genitori...

07/04/2019 - 07:58
I disegni di legge sul Condiviso in vista del testo unificato: dopo il boicottaggio dei giudici, quello della politica

Impedimento doloso alla cura filiale. Un proto-reato di cui il Parlamento deve farsi carico con urgenza

Nel corso degli ultimi dieci anni, il tema della protezione dei soggetti più deboli ha ricevuto nel...

15/09/2018 - 02:01
Impedimento doloso alla cura filiale. Un proto-reato di cui il Parlamento deve farsi carico con urgenza

8 Marzo ormai come il 25 Novembre: le giornate delle donne solo per alimentare un business

Illuminante il sito ANSA, dove ieri comparivano in homepage 23 (si, ventitre) notizie che hanno  a che fare con l’8 marzo, i...
09/03/2018 - 09:18
8 Marzo ormai come il 25 Novembre: le giornate delle donne solo per alimentare un business

Denunce per i c.d. reati di genere, la Procura di Bologna svela i dati: archiviate nella metÓ dei casi

Curioso autogol per la Commissione Parlamentare d’Inchiesta sul femminicidio e su ogni forma di...

25/02/2018 - 21:01
Denunce per i c.d. reati di genere, la Procura di Bologna svela i dati: archiviate nella metÓ dei casi

Giugno di sangue politicamente scorretto, regna il silenzio dei media - di Fabio Nestola

Tutte in vacanza le Cassandre? In questo torrido giugno sembra che tacciano i cori della denigrazione...

01/07/2017 - 13:59
Giugno di sangue politicamente scorretto, regna il silenzio dei media - di Fabio Nestola

Linee guida di Brindisi, Non Una Di Meno: Condiviso non sempre migliore soluzione. Antiviolenza ad ogni costo

Che l’affido condiviso non sia sempre la soluzione migliore lo dice la legge, non serve che si svegli...

31/05/2017 - 14:51
Linee guida di Brindisi, Non Una Di Meno: Condiviso non sempre migliore soluzione. Antiviolenza ad ogni costo


Le Notizie pi¨ Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


C'Ŕ 1 solo commento


20.42  di marted├Č 14/12/2010
scritto da  Eleonora di Tu sei mio figlio.
Perseverano,da nord a sud,da est,a ovest,qui in Italia il bene supremo dei minori ├Ę spesso e volentieri visto e applicato con l´allontanamento degli stessi dalle proprie famiglie e se sono fratelli e sorelle maggiormente attuato anche con la separazione in comunit├á o affidi diversi....ovviamente tutto questo per aiutarli a diminuire i "presunti"disagi e per tutelarli...altrimenti quale interesse ne avrebbero? Per quale motivo tanto eccesso di zelo? SE non per il BENE SUPREMO DEL MINORE?
Sapete a Torino un PM in modo molto cinico si ├Ę beato nell´affermare durante un convegno, che queste categorie di genitori che rivogliono i loro figli a tutti i costi, non sono altro che persone che dalla vita l´unica gratifica la trovano attraverso i figli....e non comprendono la loro incapacit├á e smania di compensazione dei loro vuoti attraverso i figli "vittime" delle loro gravi lacune.
NB: questo PM,non ha figli,certamente lui compensa le sue lacune gratificandosi nel provvedere a procedure tipo quella dei genitori di Bologna...chissà come avrebbe giudicato i genitori di Gesù quando lo cercarono per 3 giorni disperati....!!!!!!!!!

Comunque auguri e non mollate cari genitori piacentini,non siete soli e l´avvocato Rita Rossi ├Ę veramente una donna eccezionale professionalmente e umanamente.



1


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti Ŕ unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilitÓ civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2022 - Codice Fiscale: 97611760584