Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

La Carfagna eterna vittima del maschilismo...- di Fabio Nestola

In Primo Piano


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


La Carfagna eterna vittima del maschilismo...- di Fabio Nestola

07/12/2010 - 13.06

Qualche giorno fa, il ministro Maria Rosaria Carfagna ha dichiarato che «....sulla vicenda Bocchino, almeno per come se ne è parlato, direi che c'è stato un atteggiamento molto maschilista», atteggiamento «che è ancora molto presente nella nostra società come ha dimostrato la mia battaglia per la legalità sulla questione rifiuti a Napoli. Qualcuno in quel caso - ha spiegato il ministro - mi ha giudicato capricciosa, e se invece fossi stato un uomo avrebbero detto: "caspita, ha posto dei problemi seri, sediamoci intorno a un tavolo e discutiamo".

Ecco, ci risiamo: facciamo attenzione quando si esprimono giudizi !

Con un uomo si può fare (ed infatti viene fatto ogni giorno), anche in maniera aggressiva; con una donna l’unica possibilità è genuflettersi, altrimenti parte in automatico l’accusa più sanguinosa che la propaganda veterofemminista ha saputo costruire: MASCHILISTA

Non è possibile esprimere il disaccordo con una donna senza essere tacciati di maschilismo.

Non si viene mai definiti critici, sereni o prevenuti, anche politicamente schierati … si può essere solo maschilisti

Nel suo innocente qualunquismo la bella Mara dice che, se invece di essere “una donna di gradevole aspetto” fosse stata un uomo,  magari pure bruttino, la reazione generale sarebbe stata “caspita, ha posto dei problemi seri, sediamoci intorno a un tavolo e discutiamo....

Ma dove vive?

Quando mai, negli ultimi anni (non giorni o mesi, ma anni) la politica ha fatto mostra di confronti seri, pacati e costruttivi ?

I salotti televisivi sono ormai arene dei gladiatori, gli insulti reciproci sono pane quotidiano, in Aula scoppiano aggressioni sedate a fatica, i commessi di Camera e Senato devono intervenire fisicamente a separare i rissosi manco fossero celerini allo stadio, i ministri rispondono alla stampa mostrando il dito medio alzato, qualcuno usa la bandiera come carta igienica, a Montecitorio si sono perfino tirati la mortadella …

Questo è il trend di classe che i nostri politici hanno mostrato ai cittadini negli ultimi tempi. Ecco come, uomo contro uomo, si discute attorno ad un tavolo.

Lo fanno pacatamente Lupi e Bocchino, Fini e Berlusconi, Bossi e Granata, Di Pietro e Casini …

L’insulto, l’aggressione verbale, la battuta piccante e l’insinuazione di basso profilo sono la norma, non certo eccezioni da maschilisti riservate alle donne.

Poi la ciliegina sulla torta: parlando della rivale Mussolini la definisce “una poveraccia in cerca di visibilità, se non insulta non esiste”, oltre all’ormai celebre “vajassa”.

Pure l’attacco dell’on. Mussolini è maschilista, o si possono fare dei distinguo?

E la risposta, “poveraccia” etc., arriva perché la Mussolini è una donna?

E’ più maschilista la Mussolini che insulta la Carfagna, o la Carfagna che insulta la Mussolini?

Oppure non lo è nessuna, si insultano perché sono in rotta, non possiedono strumenti più alti ed il trend generale ormai è basso per tutti?

Esattamente come per gli uomini, le risse verbali nascono da abitudini biasimevoli e spessore politico quantomeno discutibile, non certo da pregiudizi di genere.

In ogni caso la rissa Carfagna-Mussolini cozza terribilmente con la teoria secondo la quale gli uomini dileggiano le donne, ma fra rappresentanti dello stesso sesso le cose si risolvano civilmente sedendosi attorno ad un tavolo.


Fonte: Redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 3698 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


26 associazioni di genitori separati chiedono al Governo Conte le dimissioni di Spadafora: il testo

La pazienza è finita. Questa, in sintesi, la presa di posizione di numerose...

07/04/2019 - 14:53
26 associazioni di genitori separati chiedono al Governo Conte le dimissioni di Spadafora: il testo

Dalla L. 54/2006 ai nuovi disegni di legge di modifica del Condiviso. Agire anche sul fronte penale

Di ALESSIO CARDINALE* - Sono trascorsi ormai più di dodici anni dalla entrata in vigore della legge n....

15/09/2018 - 00:53
Dalla L. 54/2006 ai nuovi disegni di legge di modifica del Condiviso. Agire anche sul fronte penale

Aumentano i casi di maestre che maltrattano gli alunni. Eppure nessun allarme, nessun caso mediatico

È quanto riportano le agenzie: dall’inizio dell’anno sono 16 le donne sospese dal...

12/03/2018 - 11:09
Aumentano i casi di maestre che maltrattano gli alunni. Eppure nessun allarme, nessun caso mediatico

Lo sciacallaggio mediatico del Manifesto e la crociata femminista della Romanin - di Fabio Nestola

A leggere certa roba viene il voltastomaco. 

Ormai, nel dilagante...

09/08/2017 - 07:09
Lo sciacallaggio mediatico del Manifesto e la crociata femminista della Romanin - di Fabio Nestola

AIAF si indigna per le linee guida di Brindisi, Orlando risponde: lavoriamo per il Condiviso

Oh, ecco com’è stata recepita dal Ministro la vibrante protesta AIAF.....Il MIUR riconosce che...

02/05/2017 - 13:34
AIAF si indigna per le linee guida di Brindisi, Orlando risponde: lavoriamo per il Condiviso

Linee sul Condiviso nei tribunali, si aggiunge Salerno. ISTAT ammette il flop: chi lo dice ad AIAF?

L’ISTAT pubblica un’analisi dei dati emergenti dalla giurisprudenza 2005/2015, ed ammette la...

11/04/2017 - 11:51
Linee sul Condiviso nei tribunali, si aggiunge Salerno. ISTAT ammette il flop: chi lo dice ad AIAF?


Le Notizie più Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 2 commenti


21.58  di martedì 14/12/2010
scritto da  pippo
complimenti fabio nestola, questo articolo dice esattamente come stanno le cose

14.26  di martedì 07/12/2010
scritto da  Sal
Bellissimo articolo,
dimostra in che stato imbarazzante è arrivata la nostra cosidetta "democrazia".



1


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2019 - Codice Fiscale: 97611760584