Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Sarah, forse un "gioco pericoloso" all´origine della morte

News e Comunicati Stampa


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Sarah, forse un

27/11/2010 - 15.45

Durante l'incidente probatorio Michele Misseri ha accusato la figlia Sabrina di aver ucciso Sarah Scazzi, ma contestualmente ha cercato di alleggerire la posizione delle ventiduenne parlando di un possibile gioco finito male. «Perchè quando io sono sceso giù - dice zio Michele - e ho visto che le scarpe sono andate più giù, senz'altro dico quella, quando è scivolata, l'ha tirata così e la cinta si è ...ma non era la prima volta che giocavano così, che io dicevo sempre che era pericoloso, ma non con la cinta però, con altre cose». «Che giochi pericolosi facevano?» chiede il gip Martino Rosati all'indagato. e lui risponde: «Sempre giochi a cavallo o ... a cavallo mò intendo dire che mettevano la corda e camminavano».

Zio Michele preoccupato: Cosima chiederà il divorzio. Prima avrebbe cercato di coprire la figlia Sabrina assumendosi tutte le responsabilità, poi ha riflettuto e ha cambiato versione. «Quando ha preso questa decisione di accusare sua figlia Sabrina dell'omicidio? Perchè ha maturato questa cosa in carcere? Che cosa è cambiato?», chiede il pm Mariano Buccoliero a Michele Misseri durante l'incidente probatorio. «Perchè dovevo fare tanti anni se una cosa io non l'ho fatta?» risponde l'agricoltore, detenuto nel carcere di Taranto dal 7 ottobre scorso per l'omicidio della nipote Sarah Scazzi. Misseri esclude che la moglie Cosima Serrano potesse essere a conoscenza dei fatti. Dopo l'arresto, chiede il gip Martino Rosati, «ha mai avuto preoccupazione per i suoi familiari?». «Eh, preoccupazione - dichiara Misseri - che ho detto mia moglie sicuramente farà il divorzio ed i miei figli non mi potranno vedere mai per tutta la vita».


Fonte: ilmessaggero.it

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 1307 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


Il DDL 735 e il voltafaccia politico del M5S: 26 organizzazioni chiedono le dimissioni di Spadafora

Una nutrita schiera di associazioni e organizzazioni a tutela dei diritti civili della famiglia, a seguito...

07/04/2019 - 11:01
Il DDL 735 e il voltafaccia politico del M5S: 26 organizzazioni chiedono le dimissioni di Spadafora

DDL 735, confronto acceso nella maggioranza. Cosa bolle in pentola? E soprattutto, cosa chiede il M5S?

Il percorso del DDL Pillon in Parlamento si rivela meno facile di quanto non potesse sembrare. Anche...

15/09/2018 - 08:52
DDL 735, confronto acceso nella maggioranza. Cosa bolle in pentola? E soprattutto, cosa chiede il M5S?

Non solo Italia. In Spagna una deriva giudiziaria discrimina economicamente i mariti

Un breve articolo compare il 15 aprile sul portale Studio Cataldi, sempre molto utile per dottrina ed...

13/04/2017 - 11:08
Non solo Italia. In Spagna una deriva giudiziaria discrimina economicamente i mariti

Adiantum, Nestola in Tv su Rai2: «6 milioni di uomini vittime di violenza»

Ieri sera in prima serata su Rai 2 nella trasmissione "Nemo – nessuno escluso", il Dott....

14/04/2017 - 21:20
Adiantum, Nestola in Tv su Rai2: «6 milioni di uomini vittime di violenza»

19 Marzo, D´Auria: undici anni dal Condiviso ed ancora ostruzionismi. Cardinale: riflettiamo sul sistema

Francesco D’Auria, Segretario nazionale Adiantum, lancia un appello a tutti i genitori...

19/03/2017 - 12:20
19 Marzo, D´Auria: undici anni dal Condiviso ed ancora ostruzionismi. Cardinale: riflettiamo sul sistema

Scagliusi al Governo: modificare il trattato Aja sulle sottrazioni internazionali

Interpellanza al Presidente del Consiglio, da parte del deputato Emanuele Scagliusi (M5S) in materia di...

21/11/2016 - 15:55
Scagliusi al Governo: modificare il trattato Aja sulle sottrazioni internazionali


Le Notizie più Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Non ci sono ancora commenti


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2019 - Codice Fiscale: 97611760584