Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Uomo discriminato scrive al Ministero Pari Opportunita´. Dopo 4 mesi, nessuna risposta

In Primo Piano


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Uomo discriminato scrive al Ministero Pari Opportunita´. Dopo 4 mesi, nessuna risposta

14/11/2010 - 22.42

Persino il Presidente della Repubblica, o almeno il suo ufficio, risponde (sia pur dopo qualche settimana) alle lettere di coloro che chiedono, protestano, supplicano, espongono fatti e li documentano. In generale, è buona norma delle Istituzioni quella di rispondere ai cittadini, e i loro uffici di segreteria sono stati creati anche per questo. E anche se Napolitano si dichiara "non competente", comunque riscontra la tua missiva.

Ma al Ministero delle pari opportunità questa buona abitudine non vale molto, almeno se chi scrive è del sesso sbagliato.

G.P. ha avuto l'ardire di farlo nel lontano 26 Luglio quando, presa carta e penna - pardon, schermo e tastiera -, sfinito dalle tante assurdità della sua vicenda di separazione, ha scritto così: "Spett.le UNAR - Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni per le Pari Opportunità. Onorevole Ministro, desidero manifestare il mio profondo disappunto e indignazione per l'ingiustizia che regna in Italia nei confronti dei padri separati e dei figli di quest'ultimi, quello che io contesto sono i provvedimenti del tribunale e successivamente della Corte d'Appello di Bologna che definire aberrante è dir poco.

Questi in sintesi i fatti:

La consulenza tecnica d'ufficio, redatta dal perito dott. P., è chiaramente di parte e concordata con la CTP nominata da mia moglie, dott.ssa S.. L'Unico mio errore è stato quello di non aver eletto anch'io una consulente di parte, ma mi fidavo.

Premetto che, nonostante mio figlio (allora 15 enne) avesse espresso per iscritto la propria volontà di esser affidato a me, la cosa è stata completamente ignorata, anzi ha prodotto l'effetto contrario, quasi a voler supporre che il ragazzo fosse stato condizionato e/o plagiato dal padre.

Inoltre, sono stati occultati i redditi della mia ex moglie. Dopo che mio figlio decise di trasferirsi da me nel 2006, le condizioni lavorative della madre sono mutate, miracolosamente, da partime a tempo pieno. Ove ciò non bastasse, il giudice dott. P., ha trascritto sulla sentenza (pag.8 - vedi allegato) che le disponibilità della ex moglie sono limitate a una retribuzione annua di circa Euro 12.000, a contrario del sottoscritto che gode di uno stipendio mensile di circa Euro 18.000....(diciottomila !).

Chissà a quale CUD il giudice si sia ispirato, solo lui lo sà...Magari fosse così ! Sarei talmente ricco che non esiterei a regalare persino la casa alla madre di mio figlio. Peccato che alla cifra designata manchino oltre 16.000 Euro mensili...Ma evidentemente questa piccola differenza deve essere sfuggita.

A fine 2007, la giudice B. ha emesso una sentenza che, nonostante nostro figlio conviva stabilmente con me (per sua scelta), solleva la madre dall'esborso relativo alle spese straordinarie, che vengono poste interamente in capo a me, e dispone che la madre corrisponda a titolo di contributo per il mantenimento del figlio la somma mensile di 80 (ottanta) Euro mensili (peraltro mai rivalutati secondo gli indici ISTAT) fino al raggiungimento della sua autosufficienza economica. Mi sono informato bene: se mio figlio avesse scelto di vivere con la mamma, io avrei pagato un assegno di almeno 350 euro al mese.

Ma l'aspetto maggiormente discriminante consiste nell'assegnazione della casa alla ex moglie la quale, pur non avendo alcun titolo, continua a goderne gratuitamente, nonostante lei disponga persino di altro immobile pervenutole in eredità oltre 8 anni addietro, costringendo così padre e figlio a sobbarcarsi gli oneri dell'affitto. La decisione è stata motivata così: "....Infatti il figlio decideva liberamente di trasferirsi con il padre in altra abitazione dal padre presa in locazione,così dimostrando di avere ormai reciso il legame fatto di abitudini ed affetti che gli aveva sempre fatto preferire rimanere nella casa coniugale. Non ricorrono quindi i presupposti per assegnare il domicilio coniugale neppure al signor P., non essendovi alcun interesse della prole da tutelare".

Ormai ho letteralmente perso ogni  fiducia nella giustizia, dimostratosi  un vero muro di gomma capace di capovolgerti la vita in meno di venti minuti. A nulla conduce la mia battaglia che si protrae da quasi 8 anni, i miei sforzi ed energie, sacrifici e fiumi di denaro buttati al vento in cambio di rabbia e indignazione dinanzi alla discriminazione che sto subendo e di fronte al mancato rispetto della legalità. Mi chiedo dove stia il senso della giustizia, se vieni discriminato anche quando tuo figlio decide di voler vivere con te.

Chiedo riscontro a questa mia, sperando in un suo autorevole intervento. Firmato G.P".

Il riscontro non è ancora avvenuto, l'autorevole intervento neppure. Ma si sà, al Ministero Pari Opportunità è cominciata da tempo la campagna elettorale, e il voto degli uomini non è gradito.

 


Fonte: Redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia Ŕ stata letta 6610 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


26 associazioni di genitori separati chiedono al Governo Conte le dimissioni di Spadafora: il testo

La pazienza è finita. Questa, in sintesi, la presa di posizione di numerose...

07/04/2019 - 14:53
26 associazioni di genitori separati chiedono al Governo Conte le dimissioni di Spadafora: il testo

Dalla L. 54/2006 ai nuovi disegni di legge di modifica del Condiviso. Agire anche sul fronte penale

Di ALESSIO CARDINALE* - Sono trascorsi ormai più di dodici anni dalla entrata in vigore della legge n....

15/09/2018 - 00:53
Dalla L. 54/2006 ai nuovi disegni di legge di modifica del Condiviso. Agire anche sul fronte penale

Aumentano i casi di maestre che maltrattano gli alunni. Eppure nessun allarme, nessun caso mediatico

È quanto riportano le agenzie: dall’inizio dell’anno sono 16 le donne sospese dal...

12/03/2018 - 11:09
Aumentano i casi di maestre che maltrattano gli alunni. Eppure nessun allarme, nessun caso mediatico

Lo sciacallaggio mediatico del Manifesto e la crociata femminista della Romanin - di Fabio Nestola

A leggere certa roba viene il voltastomaco. 

Ormai, nel dilagante...

09/08/2017 - 07:09
Lo sciacallaggio mediatico del Manifesto e la crociata femminista della Romanin - di Fabio Nestola

AIAF si indigna per le linee guida di Brindisi, Orlando risponde: lavoriamo per il Condiviso

Oh, ecco com’è stata recepita dal Ministro la vibrante protesta AIAF.....Il MIUR riconosce che...

02/05/2017 - 13:34
AIAF si indigna per le linee guida di Brindisi, Orlando risponde: lavoriamo per il Condiviso

Linee sul Condiviso nei tribunali, si aggiunge Salerno. ISTAT ammette il flop: chi lo dice ad AIAF?

L’ISTAT pubblica un’analisi dei dati emergenti dalla giurisprudenza 2005/2015, ed ammette la...

11/04/2017 - 11:51
Linee sul Condiviso nei tribunali, si aggiunge Salerno. ISTAT ammette il flop: chi lo dice ad AIAF?


Le Notizie pi¨ Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 10 commenti


17.46  di marted├Č 16/11/2010
scritto da  Sal
SCUSATE, PER CHI E´ INTERESSATO, LA MANIFESTAZIONE DI ALESSIO E´ STATA SPOSTATA A GIOVEDI E VENERDI, RICORDO AL TRIBUNALE DEI MINORI DI MILANO, COMUNQUE DOMANI, IN GIORNATA, CI SARA´ LA CONFERMA.
I PERMESSI IN QUESTURA SONO STATI GIA´ FATTI, GRAZIE.

16.21  di marted├Č 16/11/2010
scritto da  Sal
E´ arrivato il momento di farci sentire, domani davanti al tribunale dei minori di Milano, c´├Ę un padre, Alessio, che manifesta per i suoi 3 figli portati via dai servizi sociali, venite pure anche per un saluto, grazie.

12.55  di luned├Č 15/11/2010
scritto da  Daniele
Presto, molto presto, si andrà a votare......! Ricordiamoci dei comportamenti dei nostri onorevoli rappresentanti.
Per quanto riguarda invece i custodi del diritto..... mi sa che non ce nulla da fare..... la prenderemo sempre l├Č!

12.41  di luned├Č 15/11/2010
scritto da  Antonio
Non vedo l´ora che cada questo governo, indifferente e menefreghista sui problemi della gente che li ha votati.

12.20  di luned├Č 15/11/2010
scritto da  l.l.
Se il Ministro non risponde.....sara´ occupato.......vista l´imminente caduta del Governo.


1 - 2


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti Ŕ unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilitÓ civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2019 - Codice Fiscale: 97611760584