Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Lettera sul caso Marinella Colombo: VERGOGNA, ADIANTUM ! Informatevi meglio, prima di scrivere

In Primo Piano


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Lettera sul caso Marinella Colombo: VERGOGNA, ADIANTUM ! Informatevi meglio, prima di scrivere

13/11/2010 - 19.59

Riceviamo e pubblichiamo una lettera sulla vicenda dei figli di Marinella Colombo e di Tobias Ritter. "Innanzitutto mi presento: Mi chiamo Massimo Casalegno, ho 49 anni, sono cittadino tedesco (!), ho una laurea italiana del Politecnico di Torino e una laurea tedesca dell'Università di Hagen, parlo (ovviamente) tedesco a livello di madrelingua (in effetti meglio che l'italiano) e, essendo stato imprenditore in Germania per 20 anni, conosco più che bene la maniera (razzista) di operare dei tribunali tedeschi. Questa premessa deve servire ad evitare che chi legge pensi che io sia un ciarlatano ignorante che esprime delle opinioni fantasiose.

Quello che scrivo in seguito corrisponde alla verità al 100% e mi metto a disposizione di chiunque mi dimostri di non collaborare con le autorità tedesche contro Marinella Colombo, seguito email a free.ju.world@gmail.com, le prove di tutto ciò che espongo.

Innanzitutto che sia chiarito, come esposto più che bene nel sito del CEED, www.ceed-europa.eu , che lo Jugendamt non è una organizzazione che difende il bene dei minori, bensí il bene degli interessi economico-politici della nazione tedesca in questioni famigliari.

In secondo luogo, sia chiarito che i tribunali tedeschi non operano per nulla in una maniera che corrisponda agli standard di uno stato di diritto. Come, per esempio, esposto chiaramente nel sito www.beschwerdezentrum.org e www.systemkritik.de, oltre che, ovviamente, nel sito del CEED, i tribunali tedeschi manipolano sistematicamente le prove, le testimonianze e le traduzioni per favoreggiare in maniera eclatante la parte tedesca contro la parte straniera (o tedesca di origine straniera).

Il caso di Marinella l'ho esaminato io fino al minor dettaglo. Ho letto, verso metà del 2008, i due ordinatori pieni di documenti che provavano come Marinella era stata assaltata e coperta di procedure assurde basate du accuse menzognere e insinuazioni di un'arroganza tale da poter essere comparate unicamente a quelle dello stato nazista, unicamente per "provare" artificialmente che Marinella non sarebbe stata "adatta" ad acudire ai suoi figli. Ciò nonostante, Marinella era riuscita con una intelligenza diplomatica incredibile, a conservare il diritto di guardia sui suoi figli.

Alla fine di tale lettura, avvenuta in un luogo segreto fuori dalla Germania, dissi a Marinella che non aveva speranza. La morsa del razzismo dei tribunali tedeschi, dello Jugendamt e della politica tedesca, che impone a giudici e Jugendamt di mantenere tutti i bambini su suolo tedesco a tutti i costi, anche a costo di manipolazioni illegali, si stava stringendo attorno di lei.

Le consigliai di fuggire con i figli fuori della Unione Europea, prima che fosse troppo tardi. Marinella insistette che voleva fuggire, ma in Italia, e che era "sicura" che il suo caro paese natale non l'avrebbe mai tradita. Conoscendo l'Italia, le dissi di nascondersi lei stessa ed i figli in un luogo segreto fino a quando non avesse forzato il governo tedesco a ritirare le accuse ed i verdetti menzognosi ed ad accettare che le fossero ripristinati i diritti iniziali (guardia esclusiva con diritto di visita da parte del padre dei bambini).

Non entro nel seguito della storia, che è descritta MOLTO BENE nel sito del CEED, www.ceed-europa.eu ed invito tutti a leggere attentamente tutti i documenti ed i video pubblicati. Tutte le prove delle memzogne, delle manipolazioni e delle falsificazioni eseguite dalla autorità tedesche sono dispunibili su detto sito.

Marinella non mi ascoltò e fece uscire i bambini dal nascondiglio prima della conclusione definitiva della vertenza, e, coma da aspettarsi, le autorità italiane, opprtiniste e senza né scrupoli né etica, non hanno esitato ad obbedire come dei cagnolini paurosi al padrone tedesco, espatriando i bambini Colombo-Ritter in Germania nonostante tutte le prove presentate da Marinella e dal CEED.

Non nascondo che, dopo tale avvenimento, ho interrotto ogni contatto con Marinella per non avermi ascoltato. Avevo lavorato parecchio per aiutarla e lei aveva fatto saltare tutto con la sua confidenza quasi infantile nei politici e nei tribunali italiani (nonostante che anche un tramviere in Italia sappia quanto sia "affidabile" il governo italiano). Ed ho anche criticato pubblicamente la stupidità della decisione di Marinella di far uscire i suoi figli dal nascondiglio.

Non è quindi Marinella che ha rapito i flgli al padre, un padre che, prima che intervenisse lo Jugendamt, non li voleva nemmeno, i suoi figli, ma che li voleva far affidara ad una famiglia tedesca scelta dallo Jugendamt. Al contrario, è lo Jugendamt che ha convinto il padre dei figli (ex-marito di Marinella) a domandare il diritto di guardia. Tra l'altro, l'ex-marito di Marinella è amico di un funzionario dello Jugendamt.

Perché? Primo, perché lo Jugendamt ha l'incarico politico di mantenere il massimo numero possibile di bambini su suolo tedesco e farli crescere tedeschi monolingue. Secondo, perché Marinella è finanziariamente benestante e quindi una preda ideale per lo Jugendamt, che, dopo aver rubato i bambini ai genitori stranieri o tedeschi di origine straniera, tempesta gli stessi con cause per "recuperare i costi", cioè per remunerare se stesso ed i genitori affidatari tedeschi per la loro "opera buona" di germanizzazione totale dei bambini.

Brava Marinella, finalmente hai capito ! Non fare uscire i tuoi figli dal loro nascondiglio sicuro fino a quando i tribunali italiani e tedeschi non diano, ambedue, una conferma del tuo diritto di guardia esclusivo.

Inoltre, Marinella, non permettere mai che i tuoi figli tocchino anche solo per un secondo suolo tedesco prima che siano maggiorenni. Se il tuo ex-marito, una volta ripristinato il tuo diritto di guardia sui bambini, vuole visitarli, che venga lui in Italia e li visiti in tua presenza e senza che li perdi di vista anche solo un secondo.

ADIANTUM, vergogna per l'articolo tendenzioso, basato su carenti informazioni, che supporta il governo tedesco, un governo disonesto, razzista e ladro, un governo che non ha cambiato la tinta di fondo della sua politica dal 1938 fino ad oggi !

 

Distinti Saluti, Dr.Ing. Dipl.-Kfm.(Univ.) Massimo A.M. Casalegno"

 

Risponde la Redazione di ADIANTUM. Non ci vergogniamo affatto, e sulla vicenda siamo molto più informati di quanto lei possa pensare. Lei, piuttosto, legga meglio i nostri articoli (sopratutto le conclusioni).

Caro Casalegno (Dr. Ing. Dipl.-Kfm etc etc), siamo in democrazia e, facendo attenzione a non violare la legge, scriviamo ciò che pensiamo, anche se i nostri contenuti dovessero risultare "controcorrente" o "scomodi". Sul caso di Marinella Colombo (che preghiamo di salutarci), rimaniamo della stessa opinione: avrebbe fatto meglio (per tutti, per lei e per i suoi bambini) ad agire nella legalità.

Un saluto

Alessio Cardinale


Fonte: Redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia č stata letta 5566 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


26 associazioni di genitori separati chiedono al Governo Conte le dimissioni di Spadafora: il testo

La pazienza è finita. Questa, in sintesi, la presa di posizione di numerose...

07/04/2019 - 14:53
26 associazioni di genitori separati chiedono al Governo Conte le dimissioni di Spadafora: il testo

Dalla L. 54/2006 ai nuovi disegni di legge di modifica del Condiviso. Agire anche sul fronte penale

Di ALESSIO CARDINALE* - Sono trascorsi ormai più di dodici anni dalla entrata in vigore della legge n....

15/09/2018 - 00:53
Dalla L. 54/2006 ai nuovi disegni di legge di modifica del Condiviso. Agire anche sul fronte penale

Aumentano i casi di maestre che maltrattano gli alunni. Eppure nessun allarme, nessun caso mediatico

È quanto riportano le agenzie: dall’inizio dell’anno sono 16 le donne sospese dal...

12/03/2018 - 11:09
Aumentano i casi di maestre che maltrattano gli alunni. Eppure nessun allarme, nessun caso mediatico

Lo sciacallaggio mediatico del Manifesto e la crociata femminista della Romanin - di Fabio Nestola

A leggere certa roba viene il voltastomaco. 

Ormai, nel dilagante...

09/08/2017 - 07:09
Lo sciacallaggio mediatico del Manifesto e la crociata femminista della Romanin - di Fabio Nestola

AIAF si indigna per le linee guida di Brindisi, Orlando risponde: lavoriamo per il Condiviso

Oh, ecco com’è stata recepita dal Ministro la vibrante protesta AIAF.....Il MIUR riconosce che...

02/05/2017 - 13:34
AIAF si indigna per le linee guida di Brindisi, Orlando risponde: lavoriamo per il Condiviso

Linee sul Condiviso nei tribunali, si aggiunge Salerno. ISTAT ammette il flop: chi lo dice ad AIAF?

L’ISTAT pubblica un’analisi dei dati emergenti dalla giurisprudenza 2005/2015, ed ammette la...

11/04/2017 - 11:51
Linee sul Condiviso nei tribunali, si aggiunge Salerno. ISTAT ammette il flop: chi lo dice ad AIAF?


Le Notizie piů Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 15 commenti


23.08  di mercoledì 19/01/2011
scritto da  NoiLiKuMagician

Non è l´Italia ad aver tradito le aspettative di Marinella. L´Italia ha tradito le aspettative contenute negli accordi bilaterali ed Europei in perito di mandato di cattura. Il signor Joerg Tobias Ritter è una persona notoriamente corretta, dolcissima e Sensibile che non corrisponde neanche minimamente alla descrizione ampiamente e subdolamente Pubblicizzata. E´ possibile che abbia disintegrato i neuroni cerebrali con Droghe Pesanti utilizzate continuativamente o che l´ Alzeimer abbia fatto un´altra vittima. Ma pure in questo caso mi risulta pressochè impossibile credere che "schifi" i suoi bimbi e si rifiuti di pagarne gli alimenti. Tobias non aveva e credo che al momento attuale non abbia problemi economici tali da giustificare una sua mancata partecipazione alle spese. Tobias non fa dichiarazioni dei redditi false per fingersi insolvente;1° perchè in (D) non si utilizza il sistema di autodichiarazione, secondo perchè il FinanzAmt gli romperebbe le terga, 3° perchè la dimensione della sua Azienda non è cosi´ infinitesimale da sfuggire con codesta semplicità a un attento controllo. Tobias è incazzato, anzi inbufalito per tutto il Bailame sollevato dalla EX che lo disturba e lo irrita. Termino, non preoccupatevi! Sarei pure io inca. se come Tobias mi ritrovassi in una situazione similare. Do ragione a Plurilaureato per quanto riguarda la ssistemazione EXTRA Europea dei due Ostaggi. Consiglio al Plurilaureato di rendere volontariamente anche i documenti attestanti la sua Italianità. Con la sabbia che si ritrova nel cervello, è meglio che si scelga un luogo ameno pacifico e tollerante come il meraviglioso Caribe dove ritemprarsi curare le cellule cerebrali in corto. Complimenti a VOI che siete praticamente l´unico Sito che ha avuto il coraggio e la necessaria "Pazzia" di Affrontare questa vicenda partendo dall´antitesi del senso comune. BRAVI! BRAVI! ALTRO CHE VERGOGNARSI. SI VERGOGNI CHI CELA IN MODO FELPATO E "BASTARDAMENTE" FAZIOSO LA VERITA´


22.12  di mercoledì 19/01/2011
scritto da  NoiLiKuMagician

Se fosse per me i Crukki (in senso buono, solo per rafforzare la comprensione ai miei Compatrioti con Deficenza di Comprensione. Tanti Purtroppo! ) dovrebbero congedare il Signore di cui sopra con Disonore e requisirgli immediatamente qualsiasi documento gli permetta di fregiarsi di appartenere in qualità di cittadino dotato di tutti i diritti ad una Superba Democrazia. Pure per me lo JAmt non agisce in modo integerrimo. Pure io, come lui sono ( pur rimanendo una semplice Persona Fisica = Umile servo della Gleba e non un DocT. Proff. e Luminari compresi!!!! ) per il 50% (D), ma non sputo su parte del mio stesso DNA dal quale mi sforzo di carpire la parte positiva e di criticare la parte negativa. Cosi´ come faccio per Par-Condicio con la restante ( non l´ho messo per secondo volutamente! )parte PENINSULARE. Stop. Troppo fango su questa vicenda, troppe falsità, Troppo Dolore per i 2 Colombo Ritter!


13.02  di sabato 20/11/2010
scritto da  Massimo Rosini
@Roberto Spagnolo: che senso ha obbligare qualcuno che non ama i propri figli ad occuparsene? Sarebbe controproducente per tutti, no? Molto meglio una sanzione economica devastante.

18.07  di mercoledì 17/11/2010
scritto da  Diego Alloni
Non conosco i SS non italiani, se non la Social Security statunitense. Mi sembra che i SS, almeno in paesi importanti dell´Occidente, siano molto simili nello svolgere un ruolo di "polizia sociale", che sicuramente deborda da ogni legge regolatoria i SS e le funzioni che svolgono. E´ dunque un tema tipico CE e la latitanza e l´ignavia dei parlamentari europei sono le principali responsabili del proseguio di questa illegalitĂ  così diffusa.
Per quanto riguarda la signora Colombo, che come PapĂ SeparatiLombardia abbiamo personalmente conosciuto e con lei manifestato, il suo deficit è stato non riuscire a trovare una composizione della separazione in funzione del benessere dei figli. Questa è una storia che ha un lungo trascorso di errori genitoriali, che il sig. Casalegno tralascia. Se esclude gli antecedenti, il sig. Casalegno ha ragione nel rivendicare la coerenza fino in fondo ad una scelta di clandestinitĂ , che può essere anche eticamente accettabile nella contrapposizione di un adulto ad un sistema SS illegale. Il problema è che qui si contrappongono al sistema i minori, che non hanno alcuna possibilitĂ  di riuscita e che, per di piĂą, vengono sradicati dapprima da una famiglia e poi dall´ambiente dove sono cresciuti.
Non si possono fare pagare ad altri (ai minori, in questo caso) le proprie guerre, pur teoricamente condivisibili.
Sul concetto di legalitĂ , nell´ambito di minori strappati alle famiglie naturali (perchè di ciò si sta parlando, non di altri ambiti), bisognerebbe avere i dati tedeschi. I dati italiani ci dicono (per es, in Piemonte) che l´85% dei minori viene privato della libertĂ  personale con l´affido eterofamiliare o in comunitĂ 
sulla base di osservazioni soggettive dei SS e proviene dall´affido esclusivo o prevalente a madri separate (perchè il padre non esiste ed è stato "legalmente" eliminato prima). Di fronte a ciò, la scelta di espatriare in Francia (che praticamente non riconosce mai le scelte dei tribunali italiani) è sacrosanta, non fosse altro per evitare di mettere "in carcere" minori per presunte colpe dei genitori.



10.38  di martedì 16/11/2010
scritto da  Pierpaolo Poldrugo

L´ingegnere e commercialista Massimo Casalegno si è talmente impegnato nella vita in studi ingegneristici e commerciali da aver perso di vista nozioni basilari di diritto e pure etiche. Non entro nel merito delle ragioni .......IL COMMENTO CONTINUA NELLA RUBRICA "Politicamente parlando"



1 - 2 - 3


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti č unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilitŕ civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2019 - Codice Fiscale: 97611760584