Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

La proposta dai radicali per aiutare i genitori raccoglie ampi consensi bipartisan

News e Comunicati Stampa


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


La proposta dai radicali per aiutare i genitori raccoglie ampi consensi bipartisan

11/11/2010 - 21.13

La fine del matrimonio è un lusso che pochi possono permettersi. Dopo aver pagato il mantenimento dei figli (e, in alcuni casi, anche della ex), molti padri si ritrovano con poche centinaia di euro in tasca per sopravvivere. Troppo poche per affittare una nuova casa dove ospitare i figli per il week end e cercare di mantenere quel legame già messo a dura prova dalla separazione.

Così, appena usciti dalla casa coniugale, i padri si ritrovano a dover rientrare nella casa dei genitori, magari dormendo nella vecchia cameretta. O peggio, devono ricorrere ai dormitori pubblici e alle mense della Caritas dove il numero dei separati sta aumentando in modo esponenziale. Ad aiutare i coniugi non affidatari in difficoltà (quasi sempre i padri) arriva ora una proposta di legge regionale presentata dai Radicali. Una norma che sta raccogliendo sostegno bipartisan e che, se approvata, offrirà maggiore tutela ai coniugi separati o divorziati che, non essendo affidatari dell’abitazione familiare, si vedono costretti a trovare, con grande difficoltà, soluzioni abitative alternative.

Secondo l’Istat, il Lazio è seconda solo alla Lombardia come numero di separazioni, 9764, con una media di 40,8 separazioni ogni 100 matrimoni. Sul fronte dei divorzi la situazione non cambia, la nostra regione si conferma al secondo posto con 5173 divorzi, 21,8 ogni 100 matrimoni. Sono circa 15.000 i figli coinvolti, di cui 11.000 minori. Numeri del 2007 che oggi devono essere rivisti al rialzo. La proposta di legge prevede un “giusto aiuto” al coniuge che deve cercare una nuova casa: il genitore in difficoltà, infatti, finisce per non poter svolgere il proprio ruolo di genitore. Anche far da mangiare, aiutare il figlio nei compiti o dormire insieme possono essere preclusi a chi non ha un appartamento.

La casa è, indubbiamente, il primo grande ostacolo che si trova ad affrontare chi vuole (o deve) ricominciare un’altra vita. Secondo l’Istat, la maggioranza delle coppie separate o divorziate appartiene al ceto medio basso (operai, insegnanti, impiegati). Stipendi troppo bassi per garantire il mantenimento di due case. “La mancanza di un luogo dove incontrare il padre rappresenta un problema anche e soprattutto per il bambino” spiega la psicologa e psicoterapeuta Valeria Giamundo che da anni lavora con quelli che definisce “minori vittime di separazione” e sta sperimentando, con successo, la terapia di gruppo anche per bimbi di 8 e 9 anni. “Più i figli sono piccoli più è alto il bisogno di un contesto stabile – aggiunge – Per questo eviterei gli incontri negli hotel e promuovo l’idea dei residence dei papà dove si formano spontaneamente gruppi di auto-aiuto per adulti. I padri sono ancora troppo poco tutelati e messi ai margini” conclude.


Fonte: corriere.it

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 1443 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


Il DDL 735 e il voltafaccia politico del M5S: 26 organizzazioni chiedono le dimissioni di Spadafora

Una nutrita schiera di associazioni e organizzazioni a tutela dei diritti civili della famiglia, a seguito...

07/04/2019 - 11:01
Il DDL 735 e il voltafaccia politico del M5S: 26 organizzazioni chiedono le dimissioni di Spadafora

DDL 735, confronto acceso nella maggioranza. Cosa bolle in pentola? E soprattutto, cosa chiede il M5S?

Il percorso del DDL Pillon in Parlamento si rivela meno facile di quanto non potesse sembrare. Anche...

15/09/2018 - 08:52
DDL 735, confronto acceso nella maggioranza. Cosa bolle in pentola? E soprattutto, cosa chiede il M5S?

Non solo Italia. In Spagna una deriva giudiziaria discrimina economicamente i mariti

Un breve articolo compare il 15 aprile sul portale Studio Cataldi, sempre molto utile per dottrina ed...

13/04/2017 - 11:08
Non solo Italia. In Spagna una deriva giudiziaria discrimina economicamente i mariti

Adiantum, Nestola in Tv su Rai2: «6 milioni di uomini vittime di violenza»

Ieri sera in prima serata su Rai 2 nella trasmissione "Nemo – nessuno escluso", il Dott....

14/04/2017 - 21:20
Adiantum, Nestola in Tv su Rai2: «6 milioni di uomini vittime di violenza»

19 Marzo, D´Auria: undici anni dal Condiviso ed ancora ostruzionismi. Cardinale: riflettiamo sul sistema

Francesco D’Auria, Segretario nazionale Adiantum, lancia un appello a tutti i genitori...

19/03/2017 - 12:20
19 Marzo, D´Auria: undici anni dal Condiviso ed ancora ostruzionismi. Cardinale: riflettiamo sul sistema

Scagliusi al Governo: modificare il trattato Aja sulle sottrazioni internazionali

Interpellanza al Presidente del Consiglio, da parte del deputato Emanuele Scagliusi (M5S) in materia di...

21/11/2016 - 15:55
Scagliusi al Governo: modificare il trattato Aja sulle sottrazioni internazionali


Le Notizie più Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Non ci sono ancora commenti


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2022 - Codice Fiscale: 97611760584