Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Vittima di una "eccezione non contemplata del fatto notorio" - di Augusto O.

Io penso che...


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Vittima di una

28/10/2010 - 11.48

Ciò che viene descritto dall'Avv. Ioppoli nella sua nota, è stato da me vissuto in prima persona: di fronte alle denunce di mia moglie, il giudice dispose incontri protetti, in attesa del procedimento penale. Risoltosi quest´ultimo con la richiesta di archiviazione da parte del pm (non siamo neanche arrivati a dibattimento) ed evidenziata chiaramente nelle poche fasi processuali la malafede di mia moglie, che ha ostinatamente negato e omesso ai giudici stessi alcuni fatti che avrebbero potuto essere a mio favore fin dall´inizio, la situazione si sta risolvendo in una "normale" separazione.

Normale significa che vedo mia figlia più o meno come quasi tutti i padri separati, pago un assegno mensile a mia moglie più o meno come tutti i padri separati, mi sono dovuto trovare una nuova abitazione come tutti i padri separati.

A mia moglie, nonostante le colpe enormi almeno morali dell´aver taciuto alla magistraura fatti importanti, non è stato eccepito nulla, neanche in CTU, anzi mia figlia è stata a lei affidata perchè il sottoscritto sarebbe "conflittuale" (a proposito: regalerò alla CTU uno Zingarelli, per la quale il letargo della mente ha forse fatto scordare il significato della parola "conflittuale").

Il sottoscritto invece, a cui prima è stato eccepito molto (allontanamento dalla figlia per circa sei mesi), ora ha capito che dovrà combattere la sua battaglia per un affido condiviso che, nella migliore delle ipotesi, sarà solo di facciata.

Questo è il panorama che mi si prospetta.

Lei giustamente invoca il legislatore, ma le dirò di non avere granchè fiducia in esso, in quanto ho capito che sono vigenti principi non scritti in magistratura che superano il legislatore, e che sono alla base della inapplicazione del diritto.

Parlando con un magistrato ho "scoperto" il principio dell´"id quor plerumque accadit": il giudizio del giudice talvolta, nella realtà, si basa non sui fatti di realtà, ma può formulare il giudizio in base alla presunta consapevolezza di ciò che accade nella maggior parte dei casi, una specie di fatto notorio. E´ notorio che in Africa vi siano malattie indemiche gravi, è notorio che i tassi di interesse siano ridotti, è nota la stagione turistica in una certa cittadina. Probabilmente le affermazioni di molte femministe hanno creato nella mente di molti un nuovo fatto notorio, che esprime la santità della madri e la colpevolezza dei padri, la capacità delle prime a sentire i bisogni dei figli e la superficialità dei secondi, tutto donne, calcio e motori.

Ricordo, a tal proposito, le immagini che "Donna Moderna" ha utilizzato per la campagna contro la violenza sulle donne. Si tratta di una foto che ritrae un bimbo e una bimba nudi con la dizione sotto il maschietto di carnefice e sotto la femminuccia di vittima. E la campagna è a firma del famoso fotografo Oliviero Toscani.

In base al principio del fatto notorio ora tutto il mio iter processuale brilla finalmente di luce propria, perchè ho capito, forse, di non essere vittima di una ingiustizia, bensì di una "eccezione non contemplata del fatto notorio".

Rilevo che dalle pagine di Adiantum emerge invece un altro fatto notorio, contrapposto a quello che ho descritto: ovvero che le madri si inventino di tutto nelle separazioni pur di esautorare i propri mariti, e i mariti ne subiscano per ANNI le conseguenze. Ciò non è ancora arrivato ad essere completamente assimilato dagli operatori, anche se è notorio che per 100 accuse di abusi avanzate da donne nelle separazioni coniugali corrispondono solo 3 condanne. Ci vuole la corte di cassazione per fare diventare questo dato notorio?

Penso che a questo sfacelo il legislatore non può porre rimedio, se non introducendo in costituzione la responsabilità del magistrato, che dovrebbe essere più attento ai fatti e non ai fatti notori.

Un ultimo commento: da fisico nucleare quale sono, non penso che il fatto notorio sia un principio scientifico, e i suoi contenuti possono cambiare nel tempo.

La sfida, dott Ioppoli, oltre che legislativa, è innanzitutto culturale e la battaglia che i padri separati stanno combattendo potrà essere vinta quando si imporrà un altro fatto notorio, ovvero che i nostri figli sono biologicamente chiamati a vivere pariteticamente con un padre e una madre.

Per evitare che si ciurli con la parola "pariteticamente", basta uno Zingarelli !
 


Fonte: Redazione

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia Ŕ stata letta 2152 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


La storia di Pasquale: dopo 8 anni non vedo e non sento i miei figli

E' passato un altro anno, e la mia situazione non cambia, ma peggiora,  e tutto questo...

07/04/2019 - 10:23
La storia di Pasquale: dopo 8 anni non vedo e non sento i miei figli

False accuse di abuso sessuale, effetti della calunnia. Come si distrugge una persona

La mia ex, di nazionalità straniera, che ho amato alla follia e dalla cui relazione è nata una...

09/03/2017 - 12:40
False accuse di abuso sessuale, effetti della calunnia. Come si distrugge una persona

Loris. Tutti gli uomini sono violenti.... tranne il marito della Panariello

Depositate le motivazioni della sentenza di condanna per Veronica Panarello (dalla Redazione...

14/02/2017 - 18:19
Loris. Tutti gli uomini sono violenti.... tranne il marito della Panariello

Quando indagine ISTAT fa rima con bufala. Ogni 25 novembre

"....Sono 3 milioni e 466mila in Italia le donne che hanno subito stalking da parte di qualcuno...

25/11/2016 - 11:06
Quando indagine ISTAT fa rima con bufala. Ogni 25 novembre

Le pari opportunitÓ sono impari, e questo non favorisce le pari opportunitÓ tra genitori - di Ed

Negli utlimi giorni ho fatto una ricerca accurata sulla questione delle "pari...

29/09/2016 - 14:57
Le pari opportunitÓ sono impari, e questo non favorisce le pari opportunitÓ tra genitori - di Ed

La difesa della violenza a sesso unico. Quello che succede oggi viene pianificato da tempo

In un recente articolo di Fabio Nestola ADIANTUM, in relazione all'attività di moral...

04/04/2016 - 11:45
La difesa della violenza a sesso unico. Quello che succede oggi viene pianificato da tempo


Le Notizie pi¨ Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 3 commenti


14.03  di venerd├Č 29/10/2010
scritto da  il soccombente
S├Č, l´"Id quod plerumque accidit" funziona proprio cos├Č: poich├Ę si sa, ├Ę un luogo comune, che gli uomini sfuggono agli impegni genitoriali, anche in questo caso specifico sar├á cos├Č e, nonostante "l´imputato" porti prove contrarie, il giudice presume che egli sia un assenteista e un fannullone, allora colloca i figli alla madre e addebita il costo al padre. In tutto ci├▓ le femministe ci sbraitano soltanto e non so quanto vengano ascoltate. L´origine di quella presunzione ├Ę molto pi├╣ antica e profonda: risale a prima della formazione della famiglia nucleare, quella che oggi ├Ę in crisi, a prima della famiglia patriarcale, che in Italia ha smesso di esistere dalla prima met├á del sec.XX, a prima del riconoscimento del ruolo maschile nella fecondazione (III-IV millennio a.C), quando si pensava che solo la femmina avesse il potere generativo. Con questo non voglio giustificare i giudici che non si aggiornano sui mutamenti sociali, n├ę assolvere le femministe che si divertono a fantasticare sul ritorno ad una societ├á matrilineare e, grazie alle biotecnologie, possibilmente senza maschi. Vorrei solo che anche noi padri, che lottiamo per affermare la bi-genitorialit├á, non ci perdessimo dietro mulini a vento e che lavorassimo insieme a quelle donne le quali hanno capito che ├Ę anche a loro vantaggio dividere equamente l´impegno per la cura dei figli.

13.39  di venerd├Č 29/10/2010
scritto da  Matteo
SUlla violenza delle donen si legga
http://violenza-donne.blogspot.com/2009/01/violenza-delle-donne-sulle-donne-il.html


19.14  di gioved├Č 28/10/2010
scritto da  Sergio
idem

stessa brutta storia per tutti!


1


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti Ŕ unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilitÓ civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2022 - Codice Fiscale: 97611760584