Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Sarah, lo zio adesso ritratta: "non ho stuprato Sarah". Ombre sulle donne di casa Misseri

In Primo Piano


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Sarah, lo zio adesso ritratta:

19/10/2010 - 00.17

Per ora Sabrina resta in carcere. A pesare su di lei, nell'angusta cella della casa circondariale di Taranto dove è guardata a vista ventiquattro ore su ventiquattro, la terribile accusa di aver partecipato con il padre-accusatore, e con un ruolo decisivo, al sequestro e successivo strangolamento della cugina Sara. Quarta notte in cella, quindi, nonostante abbia dichiarato al gip Martino Rosati, durante l'udienza di convalida del fermo, la sua completa estraneità al delitto e la follia di un padre che l'ha coinvolta ingiustamente e immotivatamente in questa vicenda. Il giudice ha sì convalidato il fermo disposto venerdì scorso dalla procura ma si è riservato di decidere entro quarantotto ore se emettere ordinanza di custodia cautelare o disporre la scarcerazione di Sabrina. La giornata, peraltro, si è chiusa con un nuovo clamoroso annuncio fatto dal legale di Michele Misseri. Il mio assistito - ha anticipato Daniele Galoppa - non ha stuprato il cadavere di Sara e vuole ritrattare questa dichiarazione.

"Il povero Michele -aggiunge poi facendo la rappresentazione di un uomo completamente in balia delle donne - non contava nulla in casa sua, viveva "accerchiato in un gineceo" e "non gestiva neppure un centesimo". Due ore e mezzo di un serrato interrogatorio, nel corso del quale sono state contestate a Sabrina le circostanze della chiamata in correità da parte del padre, non hanno per ora sciolto gli enigmi. Se la riserva di decisione del gip possa assegnare qualche punto a favore delle speranze di proscioglimento e di libertà di Sabrina è azzardato dirlo. Anche perché potrebbe significare l'esatto contrario, cioé che il gip si è preso il massimo del tempo per motivare un provvedimento di estrema gravità nei confronti della cugina di Sara, come chiesto dalla procura. "Serena e determinata" è stata definita dai suoi legali la difesa di Sabrina. Su tutti i punti che le sono stati contestati - su tutte le incongruenze con la versione dell'amica Mariangela che il giorno della scomparsa di Sara l'aspettava sotto casa per andare al mare, e le varie accuse mossole dal papà- Sabrina ha opposto la sua verità. Identica a quella che ha sempre professato davanti a taccuini e tv, e che è stata ribadita fin nelle ultime ore da mamma Cosima e sorella Valentina, ma che purtroppo non è quella denunciata da Michele Misseri. "Le contraddizioni sugli orari sono apparenti - rileva il suo difensore Vito Russo - Sabrina ha fatto delle puntualizzazioni ed è pronta all'eventuale confronto con il padre". "Comunque - aggiunge - il fatto che il gip si è riservato di decidere, per noi è già un risultato importante".Contraddizioni che comunque la procura tende a far eme

rgere come dimostra l'attività investigativa che non ha soste. Per tre ore nel pomeriggio la mamma di Sabrina ha risposto come testimone alle domande del pm sui movimenti in casa di Sabrina in quel fatidico 26 agosto. Poi è stata la volta di un amico della giovane, Alessio Piselli, a raccontare cosa gli disse Sabrina il giorno della scomparsa di Sara. Sullo sfondo l'ennesima versione che Michele Misseri sarebbe pronto a fornire. Il suo legale lo ha nuovamente incontrato: l'ultima verità sarebbe che non c'é stato vilipendio del cadavere di Sara, ossia che è falsa la dichiarazione di uno stupro avvenuto sul corpo inerme della nipote.


Fonte: ANSA

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 1434 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


26 associazioni di genitori separati chiedono al Governo Conte le dimissioni di Spadafora: il testo

La pazienza è finita. Questa, in sintesi, la presa di posizione di numerose...

07/04/2019 - 14:53
26 associazioni di genitori separati chiedono al Governo Conte le dimissioni di Spadafora: il testo

Dalla L. 54/2006 ai nuovi disegni di legge di modifica del Condiviso. Agire anche sul fronte penale

Di ALESSIO CARDINALE* - Sono trascorsi ormai più di dodici anni dalla entrata in vigore della legge n....

15/09/2018 - 00:53
Dalla L. 54/2006 ai nuovi disegni di legge di modifica del Condiviso. Agire anche sul fronte penale

Aumentano i casi di maestre che maltrattano gli alunni. Eppure nessun allarme, nessun caso mediatico

È quanto riportano le agenzie: dall’inizio dell’anno sono 16 le donne sospese dal...

12/03/2018 - 11:09
Aumentano i casi di maestre che maltrattano gli alunni. Eppure nessun allarme, nessun caso mediatico

Lo sciacallaggio mediatico del Manifesto e la crociata femminista della Romanin - di Fabio Nestola

A leggere certa roba viene il voltastomaco. 

Ormai, nel dilagante...

09/08/2017 - 07:09
Lo sciacallaggio mediatico del Manifesto e la crociata femminista della Romanin - di Fabio Nestola

AIAF si indigna per le linee guida di Brindisi, Orlando risponde: lavoriamo per il Condiviso

Oh, ecco com’è stata recepita dal Ministro la vibrante protesta AIAF.....Il MIUR riconosce che...

02/05/2017 - 13:34
AIAF si indigna per le linee guida di Brindisi, Orlando risponde: lavoriamo per il Condiviso

Linee sul Condiviso nei tribunali, si aggiunge Salerno. ISTAT ammette il flop: chi lo dice ad AIAF?

L’ISTAT pubblica un’analisi dei dati emergenti dalla giurisprudenza 2005/2015, ed ammette la...

11/04/2017 - 11:51
Linee sul Condiviso nei tribunali, si aggiunge Salerno. ISTAT ammette il flop: chi lo dice ad AIAF?


Le Notizie più Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Non ci sono ancora commenti


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2019 - Codice Fiscale: 97611760584