Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Secondo Save the Children bisogna bandire le punizioni corporali

Area Famiglia


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Secondo Save the Children bisogna bandire 

le punizioni corporali

2010-02-05 00:00:00 - 1899-12-30 00:00:00

Secondo Save The Children, per essere dei buoni genitori occorre tanto dialogo. La Onlus, nella sua ricerca sulle abitudini educative dei genitori nostrani, avanza la proposta di effettuare una campagna di sensibilizzazione all´utilizzo del dialogo. Senza "violenza". Una proposta accolta con favore dagli italiani, che nel 66 per cento dei casi confessano di manifestare interesse nei confronti di un´ipotetica campagna di questo tipo. Il 59 per cento dei genitori di oggi, in media, si descrive meno severo rispetto ai propri. Per educare i figli, però, parlare spesso non basta. Dalla ricerca emerge infatti che quelle considerate più efficaci sono spesso le punizioni "morali": l´imposizione di una restrizione (nel 71% dei genitori), "sgridare i figli con decisione" (nel 32% dei genitori) e costringerli a svolgere delle attività non gradite" (21% degli intervistati). in base alla persistenza, seppur ridotta rispetto al passato, delle punizioni corporali in ambito familiare, la Onlus propone, a seguito della campagna di sensibilizzazione (che "operarà un cambiamento culturale") di "approdare a una riforma normativa". Una legge in materia di punizioni corporali, "che permetterebbe - spiega Valerio Neri, Direttore generale di Save the Children - all´Italia di fare un ulteriore passo avanti in materia di tutela dei minori". Al 13 per cento dei genitori questa legge non dispiacerebbe affatto e anzi la riterrebbe "fondamentale". Tirando le somme e considerando l´insieme della popolazione italiana, il 36 per cento dei genitori - riporta Save the Children - è pronto ad accogliere una legge del genere mentre il 26 per cento direbbe di no: temendo applicazioni discrezionali e ambigue e un´intromissione dello Stato nell´intimità familiare. Una proposta che fa già discutere. "Punizione corporale non significa niente - spiega Maria D´Alessio, preside della facoltà di Psicologia de La Sapienza di Roma. Quello che fa la differenza è il piano della colpa. Una punizione è una punizione a prescindere. Tutto dipende da quanto e come colpisce il piano emotivo. Uno schiaffo inserito nel giusto contesto non fa niente di male". Bando alla violenza, certo. Ma senza esagerare, spiega la professoressa. "Le punizioni devono semplicemente essere proporzionate alla competenza e crescita del bambino".  Insomma, uno schiaffo al momento giusto non fa poi così tanto male. "L´importante - conclude la docente - è evitare gli strascichi". Evitare che uno schiaffo sporadico faccia paura al piccolo.


Fonte: Redazione - Repubblica.it

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 2797 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


Coppie LGBT: insopprimibile voglia di ostentare la propria genitorialità (surrogata)

Gay: sì alla maternità surrogata per due papà. La Corte d'Appello di...

01/03/2017 - 12:02
Coppie LGBT: insopprimibile voglia di ostentare la propria genitorialità (surrogata)

Divorzio Pitt/Jolie: dopo il digiuno, alla fine scodinzoli pure davanti alle briciole

Divorzio Jolie-Pitt: Brad Pitt può vedere i figli senza supervisione. Belle notizie...

17/02/2017 - 19:35
Divorzio Pitt/Jolie: dopo il digiuno, alla fine scodinzoli pure davanti alle briciole

RAI: sulla violenza messaggi razzisti contro gli uomini sfruttando i bambini

La propaganda antimaschile non si ferma nemmeno davanti allo sfruttamento delle immagini di minori.

25/11/2016 - 09:32
RAI: sulla violenza messaggi razzisti contro gli uomini sfruttando i bambini

Bene le unioni civili, ma vietato anteporre diritti degli adulti a quelli dei bambini

ADIANTUM (Associazione di Aderenti Nazionali per la Tutela dei Diritti dei Minori) esprime profonda...

29/01/2016 - 17:01
Bene le unioni civili, ma vietato anteporre diritti degli adulti a quelli dei bambini

In Italia prima adozione a coppia di donne. La chiamano gay, ma si dice lesbica

Il tribunale per i minorenni di Roma, ben conosciuto anche per alcuni decreti ammazza-famiglia, concede...

29/08/2014 - 16.23
In Italia prima adozione a coppia di donne. La chiamano gay, ma si dice lesbica

Passa alla Camera il doppio cognome. Tra gli evviva, anche dubbi e interrogativi

La commissione giustizia della camera ha approvato il testo del progetto di legge sul doppio cognome....

12/07/2014 - 18.51
Passa alla Camera il doppio cognome. Tra gli evviva, anche dubbi e interrogativi


Le Notizie più Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Non ci sono ancora commenti


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2022 - Codice Fiscale: 97611760584