Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Palermo: neonato muore in sala parto in clinica

News e Comunicati Stampa


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Palermo: neonato muore in sala parto in clinica

26/09/2010 - 22.25

Un'altra tragedia in sala parto in Sicilia sfocia in un'inchiesta giudiziaria. Una coppia di coniugi, entrambi di 29 anni, ha denunciato ai carabinieri i sanitari della clinica Candela di Palermo in seguito alla morte del loro primo figlio, appena nato. Secondo il marito della puerpera, che ha assistito al parto, il bimbo sarebbe nato morto per la "negligenza di medici e infermieri della clinica".

Una tesi respinta dalla direzione sanitaria della Casa di cura, che "pur rispettando il dolore dei familiari, ritiene di escludere che possa ravvisarsi una responsabilità medico professionale". La donna era stata ricoverata ieri mattina, intorno alle 7, dopo che le si erano rotte le acque. "Intorno a mezzanotte - racconta la sorella della donna - ha cominciato ad avere contrazioni molti forti; in clinica era presente solo il medico di guardia. Alle 2 è arrivata la ginecologa che l'ha seguita durante la gravidanza. Mia sorella ha chiesto che le venisse fatto il cesareo, ma le è stato risposto che senza una giusta causa si doveva procedere con il parto naturale". Solo alle prime ore del mattino di oggi, secondo la sorella, la paziente è stata trasferita in sala parto. "Mio cognato - sostiene la donna - ha notato che nessun infermiere era presente in pianta stabile nella sala parto, medici e sanitari entravano e uscivano in continuazione". La Procura di Palermo ha aperto un'inchiesta, coordinata da pm Maria Forti, che ha disposto l'autopsia del bimbo, che sarà trasferito nell'Istituto di medicina legale del Policlinico. Per i familiari della donna, che chiedono di conoscere i motivi della morte del neonato, la gravidanza è stata regolare e il bambino era sano.

La Direzione sanitaria della clinica Candela, dopo avere sottolineato di "avere autonomamente richiesto accertamenti medici sul decesso", prima ancora della presentazione della denuncia, rileva che "medici e infermieri erano presenti in sala parto" . Secondo la Casa di cura, inoltre, "non c'era alcun presupposto per eseguire il parto cesareo, come espressamente previsto nelle linee guida dell'Istituto Superiore di Sanita". La Casa di Cura ricorda infine di avere manifestato "la più ampia disponibilità affinché venga garantito l'espletamento degli accertamenti" e si dice pronta a fornire tutti "gli elementi utili che potranno chiarire quanto avvenuto, confermando la correttezza delle procedure seguite".


Fonte: ANSA

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 3038 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


Il DDL 735 e il voltafaccia politico del M5S: 26 organizzazioni chiedono le dimissioni di Spadafora

Una nutrita schiera di associazioni e organizzazioni a tutela dei diritti civili della famiglia, a seguito...

07/04/2019 - 11:01
Il DDL 735 e il voltafaccia politico del M5S: 26 organizzazioni chiedono le dimissioni di Spadafora

DDL 735, confronto acceso nella maggioranza. Cosa bolle in pentola? E soprattutto, cosa chiede il M5S?

Il percorso del DDL Pillon in Parlamento si rivela meno facile di quanto non potesse sembrare. Anche...

15/09/2018 - 08:52
DDL 735, confronto acceso nella maggioranza. Cosa bolle in pentola? E soprattutto, cosa chiede il M5S?

Non solo Italia. In Spagna una deriva giudiziaria discrimina economicamente i mariti

Un breve articolo compare il 15 aprile sul portale Studio Cataldi, sempre molto utile per dottrina ed...

13/04/2017 - 11:08
Non solo Italia. In Spagna una deriva giudiziaria discrimina economicamente i mariti

Adiantum, Nestola in Tv su Rai2: «6 milioni di uomini vittime di violenza»

Ieri sera in prima serata su Rai 2 nella trasmissione "Nemo – nessuno escluso", il Dott....

14/04/2017 - 21:20
Adiantum, Nestola in Tv su Rai2: «6 milioni di uomini vittime di violenza»

19 Marzo, D´Auria: undici anni dal Condiviso ed ancora ostruzionismi. Cardinale: riflettiamo sul sistema

Francesco D’Auria, Segretario nazionale Adiantum, lancia un appello a tutti i genitori...

19/03/2017 - 12:20
19 Marzo, D´Auria: undici anni dal Condiviso ed ancora ostruzionismi. Cardinale: riflettiamo sul sistema

Scagliusi al Governo: modificare il trattato Aja sulle sottrazioni internazionali

Interpellanza al Presidente del Consiglio, da parte del deputato Emanuele Scagliusi (M5S) in materia di...

21/11/2016 - 15:55
Scagliusi al Governo: modificare il trattato Aja sulle sottrazioni internazionali


Le Notizie più Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Non ci sono ancora commenti


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2019 - Codice Fiscale: 97611760584