Adiantum Adiantum su Facebook English Français Deutsch Espanol Class Action
[ ]

Brescia, tragedia della disperazione: uccide la figlia di tre anni, poi si suicida

News e Comunicati Stampa


Imposta Adiantum come pagina iniziale Stampa l'articolo Invia l'articolo per Email Aggiungi ai Preferiti


Brescia, tragedia della disperazione: uccide la figlia di tre anni, poi si suicida

20/09/2010 - 15.20

Ha ucciso la figlia di 3 anni e si e' ammazzato nel Bresciano. L'uomo aveva 42 anni e ieri sera avrebbe dovuto riportare a Ome (Brescia) la figlia di 3 anni avuta da un'ex compagna. Invece la bambina non e' stata riportata e la madre ha dato l'allarme.

Verso le 21 a Lonato, nella frazione Esenta, un agricoltore ha sentito dei colpi di fucile. Stamani l'uomo ha trovato, uno vicino all' altro, il corpo dell'uomo e della bambina e la carcassa di un cane. L'uomo viveva in un comune poco lontano da dove risiede la sua ex compagna.

Il movente del gesto sarebbe stato originato dalla decisione dell'uomo di non separarsi dalla bambina.


Fonte: ANSA

Non ci sono allegati per questa notizia



Torna indietro

Questa Notizia è stata letta 2352 volte
Delegazioni
Dona ad Adiantum

Notizie Correlate


Il DDL 735 e il voltafaccia politico del M5S: 26 organizzazioni chiedono le dimissioni di Spadafora

Una nutrita schiera di associazioni e organizzazioni a tutela dei diritti civili della famiglia, a seguito...

07/04/2019 - 11:01
Il DDL 735 e il voltafaccia politico del M5S: 26 organizzazioni chiedono le dimissioni di Spadafora

DDL 735, confronto acceso nella maggioranza. Cosa bolle in pentola? E soprattutto, cosa chiede il M5S?

Il percorso del DDL Pillon in Parlamento si rivela meno facile di quanto non potesse sembrare. Anche...

15/09/2018 - 08:52
DDL 735, confronto acceso nella maggioranza. Cosa bolle in pentola? E soprattutto, cosa chiede il M5S?

Non solo Italia. In Spagna una deriva giudiziaria discrimina economicamente i mariti

Un breve articolo compare il 15 aprile sul portale Studio Cataldi, sempre molto utile per dottrina ed...

13/04/2017 - 11:08
Non solo Italia. In Spagna una deriva giudiziaria discrimina economicamente i mariti

Adiantum, Nestola in Tv su Rai2: «6 milioni di uomini vittime di violenza»

Ieri sera in prima serata su Rai 2 nella trasmissione "Nemo – nessuno escluso", il Dott....

14/04/2017 - 21:20
Adiantum, Nestola in Tv su Rai2: «6 milioni di uomini vittime di violenza»

19 Marzo, D´Auria: undici anni dal Condiviso ed ancora ostruzionismi. Cardinale: riflettiamo sul sistema

Francesco D’Auria, Segretario nazionale Adiantum, lancia un appello a tutti i genitori...

19/03/2017 - 12:20
19 Marzo, D´Auria: undici anni dal Condiviso ed ancora ostruzionismi. Cardinale: riflettiamo sul sistema

Scagliusi al Governo: modificare il trattato Aja sulle sottrazioni internazionali

Interpellanza al Presidente del Consiglio, da parte del deputato Emanuele Scagliusi (M5S) in materia di...

21/11/2016 - 15:55
Scagliusi al Governo: modificare il trattato Aja sulle sottrazioni internazionali


Le Notizie più Lette


Inserisci un commento Inserisci un commento


Ci sono 3 commenti


20.56  di lunedì 20/09/2010
scritto da  Franco
Altre due vittime del falso affido condiviso, uccisi da chi si ostina ancora a non volere risolvere il problema della giuste separazioni delle coppie e dei giusti affidi dei figli.

20.57  di lunedì 20/09/2010
scritto da  Antonello1
Anche queste morti saranno sulla coscienza arida di qualche magistrato.

15.44  di lunedì 20/09/2010
scritto da  Alessandro MB
Non è più possibile assistere impotenti davanti a queste tragedie, davanti a questa vera e propria terribile mattanza!
Facciamo qualcosa, scriviamo al Presidente della Repubblica, Scriviamo alla Corte Europea per i diritti dell´Uomo, FACCIAMO QUALCOSA.
Se penso a quella povera bambina, che è solo l´ultima in ordine di tempo, mi si stringe il cuore dal dolore. Basta basta basta.
Cosa deve accadere perchè le cose cambino? Quanti bambini, quanti genitori devono ancora morire e soffrire prima che le cose cambino?!


1


La redazione si riserva di eliminare o correggere i commenti ritenuti offensivi, volgari e volutamente provocatori

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Adiantum manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.


Area Riservata - © Adiantum 2008 - 2022 - Codice Fiscale: 97611760584